Privacy Policy Cookie Policy

mercoledì 31 ottobre 2018

Al pin

Al pin


Nuovo appuntamento con Idea Menù e nuovo tema. Oggi vogliamo proporvi un menù per il 2 novembre. Qui da me non è una ricorrenza molto ricordata...viene ritenuta buona norma recarsi al cimitero per visitare i cari che non ci sono più, ma io preferisco andarci il altre giornate, quando non c'è folla...
Trovare una portata tipica per questo menù è stato difficile e dopo aver scomodato nonne, zie e libri vari ho preparato una ricetta che a casa nostra si mangia spesso ma che non ho trovato codificata da nessuna parte. "Al pin", letteralmente "il ripieno", è un piatto che in origine era povero, diciamo di riciclo. Nasceva infatti per potersi permettere di "mangiare carne" un giorno in più dopo aver fatto il brodo. Preparare il brodo e quindi avere il lesso da servire a tavola era un lusso e la resdora conservava un pezzetto della carne per preparare questo piatto il giorno dopo e dare sapore ad ingredienti semplici. Nel tempo si è evoluto e io vi propongo la versione che preparano la mia nonna e la mia mamma. 

3 pugni di pane grattugiato
3 pugni di parmigiano grattugiato
1 uovo
1 spicchio di aglio
qualche foglia di prezzemolo
50gr pancetta
sale
pepe
brodo di carne

Tritate finemente nel mixer la pancetta con il prezzemolo e l'aglio. In una terrina mescolate il pane grattugiato, il formaggio, una presa di sale e una grattata di pepe con il mix che avete tritato. Aggiungete l'uovo e mescolate con un cucchiaio. Unite poi qualche cucchiaio di brodo, il necessario per amalgamare bene gli ingredienti e formare un polpettone. Arrotolate il ripieno in un foglio di carta stagnola, bucherellate con uno stuzzicadenti e fate cuocere per 35-40 minuti immerso nel brodo bollente. Ripescate il vostro ripieno, eliminate la carta stagnola e tagliatelo a fette prima di servire.

Ecco il resto del menù:

da Sabrina il dolce: fave dei morti
da Carla la 5° portata: ballotte con crema di prescinseua 



8 commenti:

  1. Ciao Linda ero curiosissima di vedere il tuo piatto e mi piace molto, adoro questi rotoli di carne tritata e questo è davvero molto saporito. Bacioni soprattutto al mio nipotino, a presto :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Linda, incuriosiva molto questa ricetta!
    Mi piace, mi piace molto!!!

    RispondiElimina
  3. Buono! A casa mia non mettevano la pancetta, ma si sa che queste ricette della tradizione variano da famiglia a famiglia ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. avevo sentito del ripieno nei tortelli o ravioli ma così da solo mai,bene va provato,una nuova ricetta da provare con i residui di carne,grazie,bellissima ricetta

    RispondiElimina
  5. un piatto molto curioso, assolutamente da provare!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  6. Da provare un abbraccioe buona serata.

    RispondiElimina

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...