Privacy Policy Cookie Policy

giovedì 27 settembre 2018

Polpettone di tacchino al formaggio con funghi e patate

Polpettone di tacchino al formaggio con funghi e patate


Mi sembra giunto ormai il momento per iniziare con piatti dai sapori più autunnali. Questo polpettone è nato proprio per soddisfare questa mia voglia.

per 4 persone

500gr macinato di tacchino
1 uovo
100gr parmigiano grattugiato
sale
pepe
noce moscata
pane grattugiato
latte qb

per farcire

formaggio morbido
(io scamorza affumicata)

per completare

200gr funghi champignon
200gr patate
olio e.v.o.
sale
vino bianco
1 spicchio di aglio


In una terrina mescolate la carne macinata con l'uovo, il parmigiano, sale, pepe e noce moscata. Aggiungete un paio di manciate di pane grattugiato e se necessario un pochino di latte. Lavorate il tutto per ottenere un impasto omogeneo. Stendete l'impasto di carne su un foglio di carta forno con l'aiuto di una forchetta o con le mani per ottenere un rettangolo. Disponete al centro il formaggio che avete scelto tagliato a pezzi omogenei. Arrotolate ora il composto di carne intorno al ripieno di formaggio e sigillate bene. Trasferite il polpettone di tacchino in una teglia da forno.
Sbucciate le patate (o se sono novelle come le mie lavatele bene e lasciatela) e tagliatele a pezzi più o meno uguali e aggiungetele nella teglia con il polpettone. Condite con un filo di olio e un po' di sale e bagnate con un po' di vino bianco. Cuocete in forno preriscaldato a 180° in modalità statica per 15 minuti. Pulite i funghi e tagliateli a fettine. Scaldate un filo di olio in una padella con lo spicchio di aglio. Aggiungete i funghi e rosolateli per qualche istante. Bagnate con il vino bianco e cuocete per 5 minuti circa. Spegnete e aggiungete i funghi alla teglia con il polpettone che avrete già girato. Infornate di nuovo per 15 minuti circa. Sfornate e controllate la cottura. Se necessario cuocete altri 10 minuti. Sfornate e servite il polpettone ben caldo con i suoi contorni.


martedì 25 settembre 2018

Gramigna con peperoni e salsiccia

Gramigna con peperoni e salsiccia


L'autunno è arrivato, almeno sul calendario, e io mi affretto a portare sulla mia tavola gli ultimi raggi d'estate. Questa pasta contiene uno degli abbinamenti più classici: salsiccia e peperone. 
È un primo velocissimo, ma super gustoso, adatto per mangiare con gusto anche quando si ha poco tempo. 

per 2 persone

160gr gramigna
1 salsiccia
1 peperone rosso
un cucchiaio di olio e.v.o.
sale
pepe

Sgranate la salsiccia e tagliate a pezzetti il peperone dopo averlo lavato e mondato. Scaldate l'olio in una padella antiaderente e unite la salsiccia e il peperone. Cuocete a fiamma media con il coperchio per una decina di minuti e aggiustate di sale e pepe. Cuocete la gramigna in abbondante acqua salata, scolate e aggiungetela al sugo. Saltate la pasta con il condimento e servite.

domenica 23 settembre 2018

Crostata al the

Crostata al the


Da uno dei suoi viaggi di lavoro papà mi ha portato una scatolina di buonissimo the ceylon. È perfetto per una buona colazione o per accompagnare la merenda, ma volevo renderlo anche protagonista di un dolce goloso. Questa crostata è stata costruita strada facendo, ma il risultato è stato davvero delizioso. Una frolla croccante, un crema al the e della soffice panna montata al limone sono gli ingredienti che si notano subito, ma lo strato nascosto di cioccolato bianco è una sorpresa inaspettata che armonizza il tutto alla perfezione.

per uno stampo 22cm

per la frolla
280gr farina tipo 1
150gr zucchero semolato
150gr burro
1 uovo
un pizzico di sale

per la crema pasticcera al the

500ml latte
2 uova
100gr zucchero semolato
30gr maizena
3 cucchiaini di the ceylon

per completare

50gr cioccolato bianco
250ml panna fresca
scorza di un limone
2 cucchiai di zucchero a velo

Iniziate preparando la crema pasticcera. In un pentolino mettete il latte con il the. Scaldate fino a sfiorare il bollore, spegnete e lasciate riposare 5 minuti. Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero e la maizena. Filtrate il latte con un colino a maglie strette e unitelo a filo al composto di uova. Rimettete il tutto sul fuoco e cuocete a fiamma bassa, mescolando, fino a raggiungere la giusta densità. Trasferite la crema in un contenitore e coprite con la pellicola a contatto fino al completo raffreddamento. Preparate ora la pasta frolla. Nella ciotola della planetaria mescolate la farina con lo zucchero e il sale. Unite l'uovo e iniziate a lavorare. Aggiungete poi il burro a pezzetti e lavorate il minimo indispensabile perchè si uniformi l'impasto (sempre a bassa velocità per non riscaldarla troppo). Formate una palla, coprite con pellicola e riponete in frigo per almeno 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo stendete la frolla e rivestite uno stampo da crostata di 22cm. Bucherellate la frolla, coprite con carta forno e legumi secchi (o gli appositi pesetti) e procedete alla cottura in bianco. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per 15-20 minuti circa. Sfornate, togliete i pesetti e infornate ancora per qualche minuto. Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Sciogliete il cioccolato bianco a bagno maria o in microonde. Spennellate il cioccolato bianco in modo uniforme sulla frolla e lasciate asciugare. Farcite la crostata con la crema pasticcera al the. Nella ciotola della planetaria mettete la panna fresca con la scorza del limone grattugiata e lo zucchero a velo e montate. Trasferite la panna nella sac à poche con una bocchetta tonda e completate la crostata con dei bottoni di panna al limone. Decorate con degli spicchi di limone e servite.





mercoledì 19 settembre 2018

Pangoccioli con lievito madre essiccato

Pangoccioli con lievito madre essiccato


Oggi Idea Menù si dedica al back to school dei nostri bimbi. Le mie care colleghe hanno preparato le 4 portate principali quindi a me toccava la portata jolly. Proprio per questo ho pensato alla merenda! Che sia a casa o a scuola pane e cioccolato è sempre stata la mia preferita. Proprio per questo ho deciso di ricreare le famose merendine a casa con il lievito madre essiccato (quello fresco non è sopravvissuto alla maternità...)
Ho iniziato con un lievitino e poi sono passata all'impasto vero e proprio.

per il lievitino:

150gr farina tipo 1
150gr acqua frizzante
15gr di lievito madre essiccato
1 cucchiaino di zucchero di canna

per l'impasto:

600gr farina tipo 1
1 uovo e 1 tuorlo
75gr zucchero semolato
75gr burro morbido
100gr gocce di cioccolato congelate
1/2 cucchiaino di essenza alla vaniglia
10gr sale
200ml latte di soia

latte per spennellare


In una terrina mescolate la farina con il lievito, lo zucchero e l'acqua. Non serve impastare ma basta girare il tutto con una forchetta. Quando inizia a fare le bolle procedete con l'impasto. Nella ciotola della planetaria mettete il lievitino, la farina, lo zucchero, le uova e iniziate a lavorare. Aggiungete poi la vaniglia, il sale e il latte di soia a filo continuando a far lavorare la macchina. Quando l'impasto è incordato aggiungete pian piano il burro a pezzetti aspettando che sia assorbito prima di aggiungerne altro. Unite poi le gocce di cioccolato congelate e fate girare il gancio al minimo per distribuirle. Formate un palla e mettete a lievitare fino al raddoppio in forno spento con la lucina accesa. Riprendete l'impasto e formate delle palline da 70gr circa. Ponetele ben distanziate su una teglia coperta con carta forno e mettete di nuovo a lievitare nel forno spento. Devono più o meno raddoppiare. Quando sono lievitati al punto giusto spennellate con del latte e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare. I pangoccioli si possono conservare in un sacchetto di plastica per un paio di giorni o in freezer per alcune settimane. Se optate per il freezer tirate fuori la porzione che vi serve qualche ora prima e lasciate scongelare a temperatura ambiente. 

Ecco il resto del menù:

da Sabrina l'antipasto: tartine con crema di tonno
da Carla il primo: pizza melanzane e casatella
da Paola il dolce: dolcetti morbidi farciti


domenica 16 settembre 2018

Sacher ai lamponi

Sacher ai lamponi


Giovedì è stato il mio compleanno e dopo un piccolo sondaggio sulla pagina FB ho deciso di preparare questa Sacher ai lamponi per festeggiare. Devo dire che l'abbinamento tra il cioccolato e l'acidino dei lamponi mi è piaciuto moltissimo. La realizzazione mi è parsa anche meno complessa dell'ultima volta che l'ho preparata però ovviamente delle buone fruste o una planetaria sono raccomandabili. 


per uno stampo (io a cerniera) da 20cm

75gr cioccolato fondente
3 tuorli
3 albumi
65gr burro morbido
65gr farina 00
20gr zucchero a velo
90gr zucchero semolato
un pizzico di sale
1/2 cucchiaino di essenza alla vaniglia

per farcire

confettura di lamponi

per la ganache

185gr cioccolato fondente
125gr panna fresca

Mettete il cioccolato a pezzetti in una ciotola e fatelo fondere al microonde facendo cuocere per 30 secondi alla volta e mescolando. Se preferite potete sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Nel frattempo nella planetaria montate il burro morbido con lo zucchero a velo e un pizzico di sale. Aggiungete anche la vaniglia e metà dei tuorli in precedenza sbattuti con una forchetta. Continuate a montare e aggiungete gli altri tuorli. Aggiungete anche il cioccolato fuso e continuate a montare. A parte montate gli albumi e quando iniziano a schiumare aggiungete pian piano lo zucchero. Quando sono ben montati aggiungeteli all'impasto al cioccolato mescolando con una spatola dal basso verso l'alto. Aggiungete ora anche la farina setacciata e continuate a mescolare dal basso verso l'alto fino a che il composto risulta omogeneo. Trasferite il composto nello stampo e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti. Fate la prova stecchino prima di sfornarla e se fosse ancora bagnata cuocete per altri 5 minuti. Lasciate raffreddare completamente la torta, sformatela e tagliatela in due dischi con l'aiuto di un coltello lungo e seghettato. Spalmate sul primo disco la confettura di lamponi (circa 3-4 cucchiai) e coprite con il secondo disco. Spalmate anche questo di confettura e spennellatela bene sui bordi. Trasferite la torta su una gratella e preparate la ganache. 
Mettete la panna in un pentolino e fatele sfiorare il bollore. Spegnete e unite il cioccolato a pezzetti. Mescolate con una spatola fino a che non è completamente sciolto. Versate poi la ganache sulla torta e ricopritela interamente aiutandovi con una spatola e sbattendola delicatamente sul piano di lavoro. Ponete la torta in frigo ad asciugare per almeno 30 minuti. Decorate con i lamponi freschi prima di servire.



sabato 15 settembre 2018

Pomodori ripieni di salsiccia

Pomodori ripieni di salsiccia


I pomodori sono uno dei tesori dell'estate. Ovviamente ne faccio scorta per l'inverno (quest'anno abbiamo fatto "solo" 120kg di passata 😎), però li adoro anche semplicemente in insalata. Quando è periodo che ce ne sono davvero tanti li preparo anche ripieni. La nostra versione preferita è con la salsiccia!

5 pomodori abbastanza grandi
150gr salsiccia
pangrattato
1 uovo
prezzemolo
basilico
olio
parmigiano
sale
pepe
 
Lavate i pomodori. Tagliateli a metà e svuotateli lasciando qualche cm di polpa all'interno. Salate e metteteli in un piatto capovolti a scolare per 1 oretta. In una terrina capiente mescolate la salsiccia sgranata con l'uovo, il prezzemolo e il basilico tritato e 2 manciate di parmigiano. Condite con sale e pepe. Mescolate bene e aggiungete il pane necessario ad ottenere una consistenza adatta per riempire i pomodori. Farcite tutti i pomodori e adagiateli in una teglia unta di olio. Cospargete anche la superficie con un filo di olio e cuocete in forno preriscaldato in modalità statica per 20 minuti circa a 180°C.



martedì 11 settembre 2018

Gelato al cocco con Raffaello

Gelato al cocco con Raffaello


Ma che caldo fa in questi giorni?! Avevo già archiviato le ricette estive con l'idea di pubblicarle il prossimo anno, ma viste le temperature un bel gelatino ci sta tutto!
Adoro il cocco e il gelato al cocco è uno dei miei preferiti. Qui a San Martino c'è una gelateria che mette dentro al gusto cocco i pezzetti di Raffaello ed è una golosità unica. Ho copiato l'idea e quindi ecco il mio gelato fatto in casa al cocco con Raffaello!

400ml di latte di cocco (una lattina)
200ml panna fresca
110gr zucchero semolato
50gr farina di cocco
6 Raffaello

In un pentolino mettete il latte di cocco, la panna e lo zucchero. Scaldate mescolando spesso fino a sfiorare l'ebollizione. Spegnete e unite la farina di cocco. Travasate in una caraffa con il beccuccio e lasciate raffreddare. Ponete in frigo per almeno 3 ore (io tutta la notte). Dopo il riposo versate la miscela nella gelatiera e azionate alla velocità indicata dalle istruzioni (la mia velocità 1 per 20-25 minuti). Nel frattempo tritate grossolanamente i Raffaello. Quando il gelato è quasi pronto aggiungete i Raffaello tritati e mantecate ancora per qualche istante. Trasferite il gelato in un contenitore rettangolare con coperchio e trasferite in freezer per un paio d'ore prima di servire. 

mercoledì 5 settembre 2018

Sbriciolata pere e amaretti

Sbriciolata pere e amaretti


Dopo la pausa estiva di Idea Menù oggi iniziamo settembre con un menù a base di frutta e verdura di questo mese. Io ho preparato il dolce. Questa crostata sbriciolata è farcita con un goloso ripieno di pere e amaretti sbriciolati. 

per la pasta frolla

300gr farina tipo 1
110gr zucchero
110gr burro
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
uno o due cucchiai di acqua

per la farcia

2 pere
100gr amaretti
un cucchiaio di zucchero
un cucchiaio di rum
scorza di un limone
un cucchiaio di succo di limone

Nella ciotola della planetaria o in una terrina mescolate la farina con lo zucchero e il lievito. Unite l'uovo e iniziate a lavorare. Aggiungete poi il burro a pezzetti e continuate ad impastare. Se necessario a questo punto aggiungete un cucchiaio di acqua alla volta fino ad ottenere la giusta consistenza. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e trasferite in frigo per almeno 30 minuti. Nel frattempo preparate la farcia. Sbucciate le pere e tagliatele a fettine sottili. Raccoglietele in una terrina con il succo di limone e lo zucchero. Sbriciolate gli amaretti (sacchetto per alimenti Ikea e mattarello per me è la via più comoda!) e uniteli alle pere. Completate con la scorza grattugiata del limone (non trattato mi raccomando!) e il rum. Mescolate bene il tutto e lasciate riposare qualche minuto. Riprendete la frolla e rivestite lo stampo (io 2 teglie da 20cm). Versate all'interno la farcia ecompletate sbriciolando sopra la frolla rimasta. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa. 

Ecco il resto del menù:

da Carla l'antipasto: tortine ai porcini 
da Paola il secondo: insalata di mare settembrina




lunedì 3 settembre 2018

Crostata caprese

Crostata caprese


Settembre è ancora un po' estate ma segna anche l'avvicinamento di giornate più freschine e grigie. Mercoledì troverete una ricetta dai sentori autunnali ma la prima ricetta del mese la voglio ancora dai colori e dai sapori estivi. Questa crostata caprese è senza cottura, velocissima e buonissima!
Vi consiglio di preparare la base in anticipo di alcune ore e di farcirla appena prima di portarla in tavola. 

3 pacchetti di crackers
80gr burro
2 mozzarelle
2 pomodori
olive


Sbriciolate finemente i crackers. Raccoglieteli in una terrina con il burro fuso. Mescolate bene e create la base pressando il composto in uno stampo a cerniera. Fate anche un pezzettino di bordo allo stesso modo. Trasferite in frigo per un paio d'ore. Poco prima di servire tagliate a fette le mozzarelle e i pomodori. Trasferite la base su un piatto da portata e farcite alternando pomodoro e mozzarella. Completate con qualche oliva e servite.

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...