Privacy Policy Cookie Policy

mercoledì 28 febbraio 2018

CHILI CON CARNE

CHILI CON CARNE


Amo le ricette tipiche, ma spesso mi viene voglia di andare oltre i confini nazionali e ritrovare i sapori del mondo e dei nostri viaggi e riportarli nella mia cucina. Oggi siamo andati in Messico e abbiamo aperto le porte della nostra cucina ai sapori Tex-Mex. Il chili è uno di quei piatti che adoro, spesso lo preparo con la carne macinata perchè in mezz'ora è pronto in tavola, ma questa volta ho provato ad andare oltre e a ricreare il vero chili con carne senza scorciatoie. 

250gr polpa di manzo
50gr cipolla bianca
1 peperone giallo
2-3 cucchiai di passata di pomodoro
100gr fagioli rossi
1 carota
1 peperoncino
sale
brodo vegetale qb
olio e.v.o.
1/2 cucchiaino di cumino

Io ho utilizzato i fagioli rossi secchi, quindi li ho messi a bagno in acqua fredda per una notte e cotti per 45 minuti poi scolati e lasciati raffreddare. Se usate quelli precotti questo passaggio non serve.
Tritate la carota, la cipolla e il peperoncino. In una casseruola scaldate un cucchiaio di olio e unite il trito appena preparato. Lasciate rosolare per qualche istante. Tagliate a pezzetti anche la carne di manzo e il peperone e aggiungete il tutto nella padella. Coprite con il brodo caldo e unite anche il cumino, la passata di pomodoro e i fagioli rossi. Calate il fuoco, mettete il coperchio e lasciate cuocere per mezz'oretta mescolando di tanto in tanto. Aggiustate di sale, unite altro brodo se necessario e cuocete ancora per 10 minuti o fino a che la carne non risulta morbida. Togliete ora il coperchio, alzate la fiamma e fate restringere un pochino il sughetto. Quando ha raggiunto la giusta consistenza spegnete e servite subito accompagnato con tortillas.

lunedì 26 febbraio 2018

MYSTERY BASKET GENNAIO E FEBBRAIO...IL VINCITORE!

MYSTERY BASKET GENNAIO E FEBBRAIO...
IL VINCITORE!


Si è conclusa da qualche giorno anche la tappa di gennaio e febbraio del Mystery Basket Contest ed è il momento di scegliere un vincitore.
Ringrazio Franca di Cannella e gelsomino per essere stata una bravissima padrona di casa per questi due mesi. Dopo aver letto una ad una tutte le ricette arrivate siamo arrivate a decretare un vincitore.
Questa volta siamo andate per "golosità" e quindi ha vinto un dolce...

il vincitore che ospiterà per i prossimi due mesi il cestino è
con la sua

Ci vediamo da lei il 1 marzo per scoprire cosa conterrà il nuovo cestino
siete curiosi??

venerdì 23 febbraio 2018

TORTA SAINT HONORE

TORTA SAINT HONORE


Mercoledì è stato il compleanno del maritino e quest'anno è stato festeggiato in estrema semplicità e con una tortina a sorpresa velocissima e poco impegnativa dato che la pancia ormai è enorme e mi muovo in stile omino Michelin. Nessuna occasione però è meglio per mostrarvi questa bontà, la torta Saint Honorè, che è stata la torta del suo compleanno l'anno scorso.
Non vi nascondo che è particolarmente laboriosa, richiede tempo e pazienza e alcune competenze di base però è davvero buonissima e vale tutto il tempo necessario alla sua preparazione.

per uno stampo da 24cm

1-  PAN DI SPAGNA

6 uova
3 cucchiai di acqua bollente
180gr zucchero
90gr farina 00
90gr fecola di patate
la scorza di un limone

2- CREME

4 uova
8 cucchiai di zucchero
8 cucchiai di farina
1l di latte
50gr cioccolato fondente

3- BAGNA

250ml acqua 
70gr zucchero
1 bicchierino di liquore
(io rum)

4- BIGNE'
(ne escono circa 12)
125ml acqua
50gr burro
1 cucchiaino scarso di zucchero
1 pizzico di sale
75gr farina
2 uova


5- PER COMPLETARE

1 rotolo di pasta sfoglia
200ml panna montata


1-Per il pan di spagna trovate il procedimento qui.

2- Passate poi alla crema. Scaldate in una pentola il latte. In un altro pentolino rompete le uova, unite zucchero e farina e iniziate a sbattere con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Quando il latte è bollente spegnete e versatelo poco alla volta nel composto di uova mescolando di continuo(altrimenti viene una frittata!). Quando il composto è omogeneo rimettete la pentola sul fuoco e fate addensare sempre mescolando. Dividete la crema in due ciotole. Coprite la prima subito con della pellicola trasparente a contatto e mettete da parte. Aggiungete nella seconda ciotola il cioccolato fondente fuso, mescolate fino a renderla omogenea e coprite anche questa con pellicola a contatto. Mettete entrambe le creme da parte fino al completo raffreddamento.

3- Preparate la bagna. In un pentolino fate bollire l'acqua con lo zucchero. Spegnete. Fate raffreddare e unite poi il liquore.

4- Preparate i bignè. Trovate il procedimento qui

5- Preparate ora gli ultimi dettagli prima di assemblare. Ritagliate la pasta sfoglia della stessa dimensione del pan di spagna. Trasferite il disco su una teglia da forno con i suoi ritagli, spennellate con un po' di latte e cuocete a 200° per 10-15 minuti.  Prendete la panna montata e mettetene da parte   2-3 cucchiai. Dividete la restante a metà e incorporatela alle creme mescolando dal basso verso l'alto in modo che non si smonti. 

Quando tutte le basi sono fredde partite con l'assemblaggio. 
Dividete il pan di spagna a metà e bagnate entrambi i dischi con la bagna al liquore. Prendete un piatto da portate e posizionate il primo disco di pan di spagna. Mettete intorno un anello regolabile di metallo e continuate ad assemblare. Stendete sulla base di pan di spagna metà della crema al cioccolato. Posate sopra il disco di pasta sfoglia e ricoprite con metà della crema bianca. Completate con l'altro disco di pan di spagna. Premete delicatamente e rimuovete con attenzione il cerchio di metallo. Se preferite prima di rimuovere il disco potete passare la torta per un'oretta in frigo. Prendete la panna montata tenuta da parte e glassate completamente la torta. Sbriciolate i ritagli di pasta sfoglia e utilizzateli per rivestire tutto il bordo della torta. Farcite metà bignè con la crema bianca e metà con la crema al cioccolato. (io ne ho utilizzato solo uno grande e l'ho farcito al cioccolato, quelli piccoli li ho serviti a parte in modo che ogni commensale ne avesse uno). Mettete le creme avanzate in due sac à poche e cominciate a decorare la superficie della torta facendo degli spuntoni di crema al cioccolato e di crema bianca. Rimettete in frigo per almeno un'oretta prima di servire. 








mercoledì 21 febbraio 2018

PENNE INTEGRALI AL FORNO CON RADICCHIO, SPECK E NOCI

PENNE INTEGRALI AL FORNO CON RADICCHIO, SPECK E NOCI


Ultimi giorni di freddo o quasi, la primavera dovrebbe ormai essere alle porte e allora noi di Idea Menù abbiamo deciso di proporvi un menù "a tutto forno". Cinque portate cucinate con questo elettrodomestico di cui io non potrei fare a meno e perchè no alcune idee per ottimizzare i tempi di accensione in queste domeniche di fine inverno. Io ho preparato il primo e mi sono buttata su una pasta al forno. Ho unito una delle verdure d'eccellenza di questa stagione, il radicchio, con il sapore spiccato e deciso dello speck e la croccantezza delle noci per creare un primo davvero gustoso che si può anche preparare in anticipo e passare al forno poco prima di servirlo.

per 2 persone

180gr penne integrali
1 radicchio rosso tardivo
50gr speck a striscioline
una manciata di noci
500ml besciamella
parmigiano reggiano grattugiano
sale
pepe
olio e.v.o.

Lavate il radicchio e tritatelo grossolanamente. In una padella scaldate poco olio e unite il radicchio e lo speck. Fate cuocere il tutto per alcuni minuti a fuoco dolce. Pepate e lasciate da parte. Io personalmente non ho aggiunto sale in questo momento perchè a mio gusto lo speck unito alla pasta già adeguatamente salata e alla besciamella non ne richiedeva altro, ma aggiustate il sugo a vostro gusto. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata calcolando un paio di minuti in meno rispetto al tempo indicato sulla confezione. Scolate la pasta e unitela al radicchio con lo speck. Aggiungete anche la besciamella e le noci sbriciolate grossolanamente con le mani. Mescolate bene il tutto e trasferitelo in una pirofila da forno, volendo potete usare anche delle monoporzioni. Completate con una grattugiata abbondante di parmigiano e infornate a 200°C per 25-30 minuti. Se utilizzate le monoporzioni dovrebbero bastare 20 minuti. Sfornate quando la pasta risulta gratinata e servite subito.

Ecco il resto del menù:

da Paola l'antipasto: faccine farcite salate
da Carla il dolce: muffin al panettone
da Laura la 5° portata: radicchio al forno


lunedì 19 febbraio 2018

BIGNE'

BIGNE'


Ecco la seconda ricetta base per comporre una delle mie torte preferite che vi mostrerò il 23 febbraio. State iniziando a capire di che si tratta?
Beh oggi intanto ci dedichiamo ai bignè. La pasta choux o pasta bignè è una preparazione base apparentemente semplice, ma che io ho sempre trovato un po' ostica. Dopo aver provato diverse ricette e ottenuto diversi flop finalmente ho trovato una ricetta che mi soddisfa e sono pronta a condividerla con voi. 

per 12-13 bignè

125ml acqua
50gr burro
1 cucchiaino scarso di zucchero
un pizzico di sale
75gr farina
2 uova

In un pentolino dal fondo spesso fate bollire l'acqua con il burro e un pizzico di sale. Quando l'acqua ha preso il bollore spegnete e versate tutto in un colpo la farina e lo zucchero. Mescolate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo. Rimettete sul fuoco e mescolate fino a che l'impasto non si stacca completamente dalle pareti. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Iniziate poi ad aggiungere le uova una alla volta e fatene assorbire completamente uno prima di aggiungere l'altro. Continuate a mescolare fino a che l'impasto non diventa corposo. Io l'ho lavorato in planetaria. Trasferite il composto in una sac à poche con bocchetta liscia e iniziate a formare delle palline ben distanziate tra loro su una placca rivestita con carta forno. Inumidite un dito e abbassate le eventuali puntine che rimangono sui bignè. Preriscaldate il forno a 200°C e cuocete per 20 minuti circa. Spegnete e socchiudete la porta del forno per qualche minuto. Aprite ora lo sportello e fate raffreddare completamente i bignè prima di farcirli.


venerdì 16 febbraio 2018

CURRY DI MERLUZZO E GAMBERETTI

CURRY DI MERLUZZO E GAMBERETTI


Io adoro cucinare con le spezie e il curry è una delle mie preferite perchè rendono speciali piatti realizzati velocemente e con ingredienti poveri o comuni che altrimenti rischierebbero di risultare piuttosto banali. Dopo il curry di verdure, il curry di zucca e ceci e il curry di salmone e ananas oggi vi propongi il mio curry di merluzzo e gamberetti. E' semplice e veloce da realizzare, ma davvero gustoso e può essere un modo un po' diverso per rendere speciali i filetti di merluzzo congelati del supermercato che io tengo nel freezer per le emergenze.
Ho accompagnato il pesce con delle verdure, carote e peperoni, per rendere questo curry un piatto unico e completo.

per 2 persone

400gr filetti di merluzzo (io congelati)
200gr gamberetti (io congelati)
1 pezzo di cipolla
2 carote
1 peperone rosso
200ml latte di cocco
2 cucchiaini di curry
sale
olio e.v.o.

per servire

riso al vapore

Se come me utilizzate del pesce congelato tiratelo fuori la sera prima e fatelo scongelare in frigo per tutta la notte. Lavate le verdure e tagliatele a bastoncini. In una padella scaldate un paio di cucchiai di olio, unite la cipolla tritata finemente e il curry e fate tostate per qualche istante. Aggiungete le altre verdure e il latte di cocco. Fate cuocere per 5 minuti circa e poi unite i filetti di merluzzo tagliati a bocconcini e i gamberetti e aggiustate di sale. Cuocete per 10-15 minuti circa unendo un po' di acqua se dovesse asciugarsi troppo. Spegnete e servite subito con il riso al vapore.

mercoledì 14 febbraio 2018

TORTELLI DI PATATE

TORTELLI DI PATATE



Quest'anno il nostro San Valentino sarà all'insegna della semplicità e con pochissimo tempo passato in cucina perchè le 36 settimane di gravidanza iniziano a farsi sentire tutte e le mie energie sono in riserva. Per festeggiare lo stesso, ma a modo nostro preparerò uno dei miei piatti preferiti, ovvero questi tortelli di patate. Io ho diviso il lavoro in due giorni preparando prima il ripieno e il giorno dopo la pasta, inoltre li ho congelati ben stesi su dei vassoi di cartone rivestiti di carta forno e poi li ho raccolti nei sacchetti appositi così mi rimane solo da calarli per qualche minuto in acqua bollente, condire con burro e salvia e la cena è servita!

500gr patate
400gr ricotta
100gr pancetta affumicata
100gr parmigiano grattugiato
1 uovo
Un mazzolino di prezzemolo
Sale
Pepe

Per la pasta:
8 uova
800gr farina tipo 1
1 cucchiaio di olio e.v.o.
un pizzico di sale

per condire
burro
salvia

Iniziate a preparare il ripieno lessando le patate. Nel frattempo rosolate in una padella la pancetta. Eliminare il rosmarino e tritate la pancetta in un mixer. Pelate le patate e schiacciatele in una terrina, unite la pancetta, il parmigiano e la ricotta. Tritate finemente il prezzemolo e aggiungete anche questo. Aggiustate di sale e di pepe e mettete in frigo coperto. Preparate la pasta con le dosi sopra indicate e lasciatela riposare coperta con pellicola per almeno 30 minuti. Appena prima di iniziare la lavorazione dei tortelli aggiungete 1 uovo al ripieno e mescolate bene.
Procedete poi a stendere la pasta con l’apposita macchinetta e a disporre su di essa dei mucchietti di ripieno distanziati di circa 1cm tra loro. Ricoprite poi con la parte eccedente di sfoglia e tagliate con la rotellina. Disponete i tortelli su un cabaret di cartone ricoperto di carta forno e leggermente infarinato. Non usate sostegni di plastica perché non lasciano traspirare la pasta e tendono a farli attaccare rischiando poi di rompere la pasta e far fuoriuscire il ripieno. Se dovete servire subito i tortelli cuoceteli in acqua bollente per pochi minuti sennò procedete congelandoli stesi sul vassoio e poi raccoglieteli in un sacchetto da freezer. Quando vorrete cucinarli basterà tuffarli direttamente in acqua bollente salata.


lunedì 12 febbraio 2018

PAN DI SPAGNA SENZA LIEVITO

PAN DI SPAGNA SENZA LIEVITO


Oggi vi mostro una ricetta base. E' in archivio già da un annetto ma non trovavo l'occasione giusta per postarla. Vista la penuria di dolci dell'ultimo periodo qui sul blog e a casa credo che sia il momento giusto per mostrarvi le mie basi prima di presentarvi una delle torte che più adoro e che sarà pubblicata il 23 febbraio. 

per uno stampo da 24cm

6 uova
180gr zucchero semolato
3 cucchiai di acqua bollente
90gr farina 00
90gr fecola di patate

Mettete in una ciotola o nella planetaria le uova con lo zucchero e l'acqua bollente e iniziate a montare. Montate fino a che il composto non "scrive"  e ci vorranno 10-15 minuti. Setacciate la farina con la maizena e unitele poco per volta. Mescolate con una spatola dal basso verso l'alto man mano che aggiungete le farine. Quando avete unito tutte le farine e il composto risulta omogeneo trasferitelo in uno stampo rivestito con carta forno. Preriscaldate il forno a 180°C e cuocete per 20 minuti. Abbassate a 170°C e cuocete altri 20 minuti. Spegnete il forno e fate raffreddare con lo sportello aperto prima di sformarlo.

venerdì 9 febbraio 2018

GNOCCHETTI TRICOLORE CON PANCETTA E CARCIOFI

GNOCCHETTI TRICOLORE CON PANCETTA E CARCIOFI


Siamo nel pieno di Carnevale e quest'anno rendo il mio piccolo omaggio a questo evento con un piatto di gnocchi colorati e super gustosi.
Le frappe ovviamente si aggiungono alla lista di "voglie" post parto, che ormai è più lunga della lista nascita, e me le gusterò verso Pasqua. Intanto appaghiamo la vista e il palato con un piatto semplice e veloce (come molti ultimamente presenti su questi schermi) che può essere benissimo inserito nel menù di questa domenica di carnevale.

per 2 persone

400gr gnocchetti tricolore
2 carciofi
50gr pancetta affumicata
50gr formaggio spalmabile
latte qb
sale
pepe
brodo vegetale

Iniziate dalla pulizia dei carciofi. E' un lavoro un po' noioso però armati di guanti in lattice (per evitare di macchiarsi le mani) e con una terrina con acqua e limone a portata di mano si può fare abbastanza velocemente. Eliminate le foglie esterne più dure, tagliate la parte alta per qualche cm e tagliateli belli fini prima di immergerli in acqua e limone. Se li comprate con un po' di gambo sbucciate con cura anche quello, tagliatelo a rondelle e unitelo al resto in cottura perchè è buonissimo anche lui (anzi io di solito mi rubo tutte le rondelle di gambo che ci sono in padella prima di fare i piatti!). In una padella antiaderente fate "sudare" per qualche istante la pancetta, unite i carciofi e i gambi e fate rosolare velocemente. Aggiungete un mestolino di brodo vegetale, abbassate la fiamma, mettete il coperchio e portate a cottura. Aggiustate di sale e pepe. Aggiungete il formaggio spalmabile e fatelo sciogliere a fuoco spento con qualche cucchiaio di latte. Cuocete gli gnocchetti e non appena vengono a galla tuffateli nella padella del sugo. Saltate il tutto per qualche istante e servite. 


mercoledì 7 febbraio 2018

BISCOTTI AL PARMIGIANO E PEPERONCINO CON MOUSSE ALLA ROBIOLA

BISCOTTI AL PARMIGIANO E PEPERONCINO CON MOUSSE ALLA ROBIOLA


Oggi la rubrica Idea Menù è dedicata a San Valentino. Quest'anno abbiamo pensato ad un intero menù dedicato all'amore a base di formaggi in modo da variare rispetto ai tradizionali menù a base di carne o pesce. Qui da me trovate l'antipasto. Ho preparato dei gustosi ma semplici biscotti al parmigiano e peperoncino con sopra una spruzzata di mousse alla robiola. L'impasto base dei biscotti si può preparare in anticipo e cuocere poche ore prima di servirli. 

per 30 biscotti circa

125gr farina (io tipo 1)
90gr burro morbido
100gr parmigiano grattugiato
sale
1 peperoncino fresco
2-3 cucchiai di acqua

per completare

robiola
latte qb

Nella ciotola della planetaria o in una terrina mescolate la farina con il parmigiano, il sale, il peperoncino tritato e il burro morbido. Impastate il tutto per qualche istante e se risultasse troppo secco e granuloso aggiungete un cucchiaio di acqua alla volta fino ad ottenere un impasto lavorabile ed omogeneo. Togliete l'impasto dalla planetaria e lavoratelo per ottenere un panetto. Stendete l'impasto su un piano infarinato e ricavate con delle formine dei biscotti. Disponeteli su una teglia ricoperta con carta forno e cuocete a 180°C per 10 minuti circa. Sfornate e lasciateli raffreddare. In una ciotolina mescolate la robiola con un cucchiaio di latte per ammorbidirla un po'. Trasferite la robiola in una sac à poche con bocchetta a stella e disponetene un ciuffo su ogni biscotto prima di servire.

Ecco il resto del menù:

da Paola la 5° portata: caffè viennese



lunedì 5 febbraio 2018

GRANOLA A BASSO INDICE GLICEMICO

GRANOLA A BASSO INDICE GLICEMICO


Ebbene sono golosa di natura e questa momentanea situazione in cui mi sono proibiti gli zuccheri a colazione mi ha un po' destabilizzato. Poi aggiungiamoci che proprio la colazione è il pasto che odio di più della giornata e mi accontenterei di caffelatte e poco altro... Beh ora anche il latte è un po' da limitare, soprattutto a colazione perchè mi alza troppo la glicemia quindi mi sono dovuta creare una colazione su misura e soprattutto che mi facesse venire voglia di fare colazione. La dottoressa mi ha consigliato di abbinare lo yogurt con della frutta a basso IG come fragole, kiwi o mela e associare qualche tipo di carboidrato per rendere il tutto bilanciato. Siccome il pane integrale a colazione e soprattutto senza nulla sopra proprio non va giù ho optato per una granola home made in cui ho ridotto al minimo lo zucchero. Inoltre ho scoperto che le fibre sono le migliori alleate contro gli sbalzi glicemici e questa granola ne è davvero ricca.
Nella mia granola home made ho omesso completamente di aggiungere zuccheri ma solitamente è consigliato lo zucchero di cocco nel caso in cui ci siano problemi di IG. Siccome io non so bene se possa avere qualche effetto sulla gravidanza e mi mancano ormai poche settimane l'ho omesse completamente.
Per mio gusto le fragole fresche e l'uvetta presente nella granola sono sufficienti a regale qualche piacevole picco di dolcezze a questa semplice colazione.
Non so ben dirvi quante colazioni si possano fare con questa dose perchè ancora non l'ho finita tutta, ma considerando una porzione di circa 2 cucchiai scarsi ogni mattina io l'ho usata già per una settimana e il barattolo è più di metà pieno ancora.

per 1 barattolo

125gr fiocchi d'avena bio
(senza zuccheri aggiunti)
50gr cocco grattugiato
50gr noci spezzettate
15gr semi di sesamo
60gr olio di semi
(la prossima volta credo che diminuirò a 40gr circa 
perchè la trovo un po' troppo oleosa)
40gr uvetta
50gr zucchero di cocco integrale
(come dicevo sopra io non l'ho messo)

In una terrina mescolate i fiocchi d'avena con il cocco, i semi di sesamo, le noci spezzettate (io le ho spezzettate a mano per trovare i pezzetti nella granola, ma potete anche tritarle più finemente) e lo zucchero di cocco (se decidete di aggiungerlo). Aggiungete l'olio e mescolate il tutto. Trasferitelo su una placca rivestita con carta forno e fate tostare a 160° per 10 minuti in modalità statica. Girate la granola con un cucchiaio e cuocete altri 5-10 minuti circa. Vi consiglio di stare nei paraggi e guardarla spesso, perchè soprattutto se come me omettete lo zucchero di cocco rischia di diventare troppo tostata. Sfornate e lasciate raffreddare. Aggiungete l'uvetta, mescolate nuovamente e trasferite la vostra granola in un barattolo di vetro dove durerà fino ad un mese circa.

Come vi dicevo ad inizio post io la uso per la colazione. Unisco uno yogurt bianco, 2 cucchiai scarsi di granola e 3-4 fragole fresche tagliate a spicchi o 1 kiwi a rondelle. Completo il tutto con una bella tazza di infuso caldo e la colazione è servita!





venerdì 2 febbraio 2018

HUMMUS DI CECI E PEPERONI E BABAGANOUSH

HUMMUS DI CECI E PEPERONI E BABAGANOUSH


Oggi visto che il weekend è alle porte vi propongo un'idea sfiziosa e un po' diversa per un aperitivo. Due "salsine" a base di verdure da accompagnare a dei croccanti triangoli di piadina integrale per concedersi un aperitivo goloso ma allo stesso tempo non troppo ricco di calorie.
La preparazione è semplice, ma dovete anticiparvi con la cottura delle verdure di qualche ora in modo da far raffreddare la melanzana e il peperone.

per l'hummus di ceci e peperoni

150gr ceci già cotti
1 peperone giallo
olio e.v.o.
sale
tahin (circa 1 cucchiaino)
succo di limone
aglio a piacere
(io non l'ho messo)

Qualche ora prima o la sera prima accendete il forno a 200° e cuocete il peperone intero, dopo averlo lavato accuratamente, per 30-40 minuti circa. Sfornatelo e trasferitelo subito in un sacchetto per il freezer, chiudetelo e lasciatelo raffreddare completamente. Quando il peperone è freddo eliminate la buccia e togliete i semi e il picciolo. Raccogliete la polpa del peperone nel tritatutto. Unite i ceci, l'aglio se lo gradite, la tahin, un filo di olio e una spruzzata di limone. Frullate il tutto fino ad ottenere una salsina omogenea. Aggiustate di sale e mettete da parte.

per il babaganoush

1 melanzana
olio e.v.o.
tahin
succo di limone
sale
pepe
aglio a piacere
(io non l'ho messo)

Lavate la melanzana, pungetela con una forchetta e cuocetela nel forno preriscaldato a 200° per 30-40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare. Eliminate il peduncolo e tagliatela a metà. Con l'aiuto di un cucchiaio prelevate tutta la polpa e trasferitela in un mixer. Unite gli altri ingredienti e frullate il tutto grossolanamente per ottenere una salsa. Aggiustate di sale e mettete da parte.

per la piadina integrale

125gr farina tipo 1
125gr farina integrale
sale
1 cucchiaino di olio e.v.o.
acqua frizzante q.b.

In una terrina mescolate le due farine con il sale. Unite l'olio e poi l'acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto morbido e lavorabile. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per 30 minuti circa. Formate delle palline più o meno dello stesso peso e stendete le piadine. Cuocetele man mano su una padella ben calda per un paio di minuti per lato. Tagliatele a spicchi e mettete da parte.

Al momento di servire trasferite le salsine in due ciotoline da portata e accompagnatele con gli spicchi di piadina. 


AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...