mercoledì 18 aprile 2018

FOCACCINE ALLA BIRRA CON OLIVE

FOCACCINE ALLA BIRRA CON OLIVE


Oggi Idea Menù vi propone cinque portate incentrate sulla birra. La birra è una bevanda che spesso accompagna senza pensarci troppo la pizza o le focacce, ma è davvero particolare come ingrediente da utilizzare in cucina perchè conferisce al piatto sfumature e caratteristiche diverse a seconda del tipo che abbiamo scelto di usare. Io non sono una gran bevitrice o estimatrice di birre, ma visto che al marito piace scoprirne di nuove spesso un sorso lo assaggio anche io. Preferisco quelle chiare e ne abbiamo trovata una di un piccolo birrificio artigianale non pastorizzata che trovo davvero buonissima, peccato che la troviamo solo raramente in qualche fiera...
Oggi la birra è l'ingrediente fondamentale e caratteristico di queste focaccine. Sono morbide, gustose, piuttosto semplici e se leggermente intiepidite perfette anche il giorno dopo. Io le trovo perfette per accompagnare un tagliere di salumi e formaggi o con delle salsine di verdure per creare un aperitivo particolare e home made da leccarsi i baffi. 

per 15 focaccine circa

140gr patate lesse
200gr farina tipo 1
150gr farina di semola 
20gr lievito madre secco
100gr acqua frizzante
100gr birra (io chiara)
8gr sale
15gr olio e.v.o.

per completare
olio e.v.o.
olive verdi

Schiacciate le patate con lo schiacciapatate e raccogliete la purea nella ciotola della planetaria. Unite le due farine e mescolate velocemente. In una tazza sciogliete il lievito madre secco nell'acqua frizzante e versatelo nella planetaria con le farine. Iniziate a lavorare l'impasto con il gancio a bassa velocità. Unite ora la birra a filo e continuate a lavorare a bassa velocità. Io ne ho usata una chiara, ma potete scegliere quella che più preferite in base alle sfumature di sapore che volete dare alle vostre focaccine.  Unite ora il sale e l'olio e lavorate l'impasto alzando lentamente e gradualmente la velocità fino a che l'impasto non risulta omogeneo, liscio e incordato. Togliete dalla planetaria e lavoratelo brevemente a mano. Mettete a lievitare nel forno spento con la luce accesa per 2 ore circa o comunque fino al raddoppio. Spolverate un piano con della farina, stendete il vostro impasto e ricavate dei cerchi (io ho usato una tazza). Disponete le focaccine così ottenute su una placca rivestita con carta forno e fate lievitare ancora per almeno 1 ora nel forno spento con la luce accesa. Preriscaldate il forno a 200°C e nel frattempo abbassate delicatamente la parte centrale di ogni focaccina, spennellate con dell'olio e completate con le olive tagliate a rondelle. Cuocete per 15 minuti circa in modalità statica. Sfornate e lasciate intiepidire qualche minuto prima di servire.

Ecco il resto del menù:

da Sabrina il primo: Risotto alla birra
da Laura il dolce:
da Paola la 5° portata: 



lunedì 16 aprile 2018

PAGNOTTA INTEGRALE

PAGNOTTA INTEGRALE


Questo pane è una vera goduria. L'ho pensato per esigenze "di dieta" durante la gravidanza e non ci siamo più lasciati! Credo che sia in assoluto il pane più buono che io sia mai riuscita a fare in casa e appena sfornato è davvero una tentazione irresistibile. Chiama a gran voce i pomodorini per una bruschetta, la marmellata per una colazione sana e un velo di crema di nocciole per un dessert sfizioso e veloce. Insomma quando lo sforno mi devo sforzare di porzionarlo velocemente e farlo sparire altrimenti mi finisco la pagnotta in attesa della cena. 
Il modo migliore che ho trovato per conservarlo è il freezer... taglio le fette e le divido già in porzioni  (2 fette più o meno) le metto negli appositi sacchetti e le congelo. Solitamente lo consumiamo per cena quindi dopo pranzo lo tolgo dal freezer e dispongo le fette su un piattino per farle scongelare. Appena prima di metterle in tavola le passo per qualche minuto nel forno caldo o sulla piastra tiepida per toast. Devo confessarvi che anche tostato è una meraviglia!

350gr farina integrale
200gr farina tipo 1
300ml acqua frizzante
10gr sale
20ml olio e.v.o.
35gr lievito madre secco

Nella ciotola della planetaria mescolate le due farine. A parte sciogliete il lievito madre secco nell'acqua e unitelo alle farine. Iniziate a lavorare a bassa velocità. Unite il sale e lavorate ancora. Aggiungete l'olio e fatelo assorbire completamente. Iniziate ad aumentare pian piano la velocità fino ad incordare l'impasto. Toglietelo dalla ciotola e lavoratelo a mano per qualche minuto. Volendo potete anche fare qualche piega. Formate un palla liscia e mettetelo a lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio. Riprendete l'impasto, sgonfiatelo e lavoratelo per qualche istante. Formate la pagnotta e mettetela sulla placca rivestita con carta forno e fate lievitare ancora per almeno 1 ora nel forno spento con la luce accesa. Cuocete nel forno preriscaldato a 220° in modalità statica per 40 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare prima di tagliarlo a fette.



giovedì 12 aprile 2018

BUCATINI ALL'AMATRICIANA

BUCATINI ALL'AMATRICIANA


Dopo il grande evento del 20 marzo la casa de "la mia famiglia ai fornelli" è un po' un caos. Gabriele è davvero bravo, ma come ogni neonato richiede tante attenzioni e tantissima energia quindi il tempo da dedicare ad altro è davvero pochissimo...
In famiglia però si sa, ci piace mangiare bene! Ecco dunque che passa il maritino al timone dei fornelli e mi prepara questa meraviglia di pranzetto. 
Oggi vi propongo un grande classico della cucina italiana che però ancora mancava nel mio blog. Non pretendo di darvi la Vera ricetta dell'amatriciana perchè non ho nessuna competenza per farla però vi mostro come la facciamo noi qui a casa e posso dirvi che è sempre molto apprezzata.

per 2 persone

160gr bucatini
80gr guanciale
3 cucchiai di passata di pomodoro
peperoncino
pecorino romano grattugiato

In una padella rosolate il guanciale. Unite la passata di pomodoro e una spolverata di peperoncino in polvere. Lasciate cuocere il sugo per 10 minuti circa. Cuocete i bucatini al dente, scolateli e tuffateli nel sugo all'amatriciana. Saltateli velocemente e completate con una grattugiata abbondante di pecorino romano prima di servire. 

mercoledì 4 aprile 2018

PATATE ALLO SPECK IN VASOCOTTURA

PATATE ALLO SPECK IN VASOCOTTURA


Oggi Idea Menù vi propone cinque portate nel vasetto. Io avevo la quinta portata e ho pensato di preparare un contorno utilizzando la vasocottura al microonde. Vi avevo già parlato di questa tecnica super qui e vi rinnovo l'invito ad iscrivervi al gruppo FB per imparare la tecnica base e a seguire il blog di Rosella per le ricette. Vi dicevo appunto che ho preparato un contorno. Mi sono ispirata ad una ricetta, le patate allo speck, che prepara da sempre mia mamma al microonde e trovata su una vecchia guida di cucina con questo elettrodomestico e l'ho riadattata al metodo della vasocottura seguendo le indicazioni trovate sul gruppo FB. I tempi di cottura sono più brevi grazie all'uso del vasetto appunto e il sapore risulta amplificato. Io ho utilizzato un vasetto Weck testato per l'uso in microonde e vi consiglio prima di cimentarvi di andare a vedere da Rosella quali sono i vasi idonei a questa cottura per non incorrere in brutti incidenti. 

per 1 vasetto

1 patata grossa
20gr speck a cubetti
un filo di olio e.v.o.
sale
pepe

Versate sul fondo del vasetto un filo di olio e.v.o. e unite lo speck. Cuocete nel microonde a massima potenza per un minuto. Nel frattempo sbucciate la patata e tagliatela a cubetti regolari e non troppo grossi. Mettete i cubetti di patata nel vasetto, regolate di sale e pepe e unite un paio di cucchiai di acqua. Pulite bene i bordi del vasetto, mettete il coperchio e chiudete con 5 gancetti. Rimettete nel microonde e cuocete alla potenza testata per il vostro (io P-80 che corrisponde circa a 720 watt) per 6 minuti. Spegnete e lasciate riposare il vasetto per almeno 20 minuti. 
Al momento di servire rimuovete i gancetti e rimettete il vasetto nel microonde alla potenza che avete usato per cuocere per 2-3 minuti. Il vapore all'interno farà in modo che il coperchio si apra. Prelevate il vasetto, sollevate delicatamente il coperchio con l'aiuto di un guanto da forno e servite le vostre patate allo speck.

Ecco il resto del menù:

da Sabrina l'antipasto: insalatine in barattolo




mercoledì 28 marzo 2018

TORTA PASQUALINA AL RADICCHIO ROSSO

TORTA PASQUALINA AL RADICCHIO ROSSO


Quest'anno la Pasqua arriva presto e quindi sui banchi della verdura ci sono ancora prodotti invernali. Il radicchio rosso è uno di quelli che più abbiamo mangiato quest'anno e lo abbiamo proposto un po' in tutte le salse. Questa volta ho voluto unire la tradizione pasquale con questa verdura e creare una torta pasqualina un po' diversa dal solito.

per uno stampo a cerniera da 20cm

2 radicchi rossi tardivi
1 rotolo di pasta brisèe
200gr ricotta
100gr pancetta affumicata a cubetti
sale
pepe
3 uova


Mondare il radicchio e tagliarlo a pezzetti. In una padella antiaderente fate sudare a fiamma media la pancetta a cubetti e unite poi il radicchio rosso. Coprite con il coperchio e fate cuocere il tutto a fiamma bassa. Aggiustate di sale e pepe e fate raffreddare completamente dentro un colino in modo che vengano eliminati i liquidi in eccesso. Foderate lo stampo a cerniera con la pasta brisèe, pareggiate i bordi e mettete da parte i ritagli. In una terrina mescolate radicchio e pancetta con la ricotta. Versate il ripieno nella pasta brisèe dopo averla bucherellata con una forchetta. Create 3 incavi e rompete all'interno le uova. Create delle striscioline con i ritagli di pasta e formate la griglia per chiudere la torta. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C in modalità statica per circa 40 minuti. Controllate la cottura e se necessario prolungatela per altri 10 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire prima di servirla.

lunedì 26 marzo 2018

PANCAKE CON FARINA INTEGRALE E YOGURT

PANCAKE CON FARINA INTEGRALE E YOGURT


Spesso per merenda ho voglia di qualcosa di sfizioso, ma allo stesso tempo non voglio esagerare e quindi devo cercare la giusta via di mezzo tra la salute e il gusto. Questi pancake sono preparati con farina integrale e yogurt, sono poveri di zuccheri ma resi perfettamente bilanciati dall'accompagnamento con frutta fresca e qualche filo di cioccolato fondente fuso.

per 2-3 persone

100gr farina integrale
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino scarso di zucchero di canna
1 yogurt bianco
1 cucchiaino di olio di semi
100ml acqua frizzante

per servire
frutta fresca
cioccolato fondente fuso

In una terrina mescolate la farina con il lievito e lo zucchero. Unite lo yogurt e l'olio e iniziate a mescolare. Aggiungete poi pian piano l'acqua e mescolate fino ad ottenere una pastella omogenea. Scaldate un padellino antiaderente e versate all'interno 2 cucchiai di pastella, lasciate che si allarghi da solo e cuocete a fuoco non troppo alto fino a che vedrete delle bollicine. Girate il pancake e cuocete anche dall'altro lato. Man mano che i pancake sono pronti trasferiteli su un piatto e impilateli uno sopra l'altro. Servite i pancake con frutta fresca a piacere (io ho optato per kiwi e fragole) e completate con qualche filo di cioccolato fondente fuso.

venerdì 23 marzo 2018

ZUPPETTA DI PESCE VELOCE

ZUPPETTA DI PESCE VELOCE


Oggi parliamo di un nuovo episodio del merluzzo triste nel freezer. Come vi ho già detto lo ritengo molto comodo perchè è veloce da cucinare, ma il rischio che ne esca una cena banale e insapore è sempre dietro l'angolo. Questa volta ho deciso di unirlo con qualche anello di calamaro e alcuni gamberetti che avevo comprato al mercato per fare il finto fritto e che erano avanzati e ho creato una deliziosa zuppetta. Come dice il titolo non aspettatevi il classico brodetto perchè questa è una zuppetta super veloce ma accompagnata da del buon pane integrale fatto in casa è davvero degna di una sublime cenetta. 

per 2 persone

400gr merluzzo surgelato
5-6 gamberoni
una manciata di anelli di calamaro
4 cucchiai di passata di pomodoro
vino bianco
1 peperoncino
sale
olio e.v.o.

per servire

qualche fetta di pane 

Tagliate a bocconcini i filetti di merluzzo. Tagliate in quattro gli anelli di calamaro e a metà o in tre parti i gamberoni. In una padella dai bordi alti scaldate un cucchiaio di olio e unite il peperoncino tritato. Aggiungete il pesce e sfumate con il vino bianco. Abbassate il fuoco e unite la passata di pomodoro. Lasciate cuocete per 10 minuti circa. Aggiustate di sale e cuocete altri 5-10 minuti in modo che la zuppetta risulti morbida ma non troppo liquida. Spegnete e servite con delle fette di pane caldo. Io ho utilizzato qualche fetta della mia pagnotta integrale fatta in casa. 

mercoledì 21 marzo 2018

CUBETTI DI FRITTATA AI CARCIOFI E PANCETTA

CUBETTI DI FRITTATA AI CARCIOFI E PANCETTA


Oggi Idea Menù pensa alla Pasqua. Ormai manca poco tempo a questa festività e le nostre cinque portate sono state pensate apposta per un menù da leccarsi i baffi. Qui da me trovate l'antipasto. Ho messo insieme 3 ingredienti che secondo me rappresentano molto bene questo periodo cioè i carciofi, le uova e la carne ( in particolare la pancetta) e ho creato dei cubetti di frittata buonissimi sia caldi che freddi e perfetta da stuzzicare in piedi con un buon bicchiere di vino in attesa di sedersi a tavola.

per 4 persone

4 uova
2 carciofi
50gr pancetta
30gr parmigiano grattugiato
sale
pepe
olio e.v.o.

Pulite i carciofi, tagliateli finemente e metteteli in acqua fredda e limone. Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e unite la pancetta e i carciofi sgocciolati. Cuoceteli per alcuni minuti unendo un po' di acqua se necessario. Spegnete e lasciate intiepidire. In una terrina sbattete le uova con il parmigiano, sale e pepe. Unite anche i carciofi con la pancetta e mescolate il tutto. Trasferite il composto in una teglia da forno e cuocete a 180°C per 15 minuti circa. Se dovesse risultare troppo morbida cuocete ancora per qualche minuto. Sfornate e lasciate intiepidire prima di tagliarla e cubetti e servirla. 

Ecco il resto del menù:

da Laura il primo: lasagne con asparagi e ricotta
da Paola il secondo: costolette con panure ricca
da Carla il dolce: colombine glassate
da Sabrina la 5° portata: liquore all'uovo



lunedì 19 marzo 2018

TAGLIATELLE DI MAIS AL SUGO PICCANTE DI RADICCHIO E PANCETTA

TAGLIATELLE DI MAIS AL SUGO PICCANTE DI RADICCHIO E PANCETTA


Non è sempre facile creare un primo piatto senza glutine. Grazie a queste tagliatelle di farina di mais in pochi minuti abbiamo creato un fantastico piatto adatto a chi è intollerante al glutine, alle uova e ai latticini e in più è super delizioso. 

per 2 persone

250gr tagliatelle di mais
1 radicchio rosso
70gr pancetta affumicata
olio e.v.o.
1 peperoncino

Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e unite il peperoncino tritato. Aggiungete anche il radicchio mondato e tritato grossolanamente e la pancetta. Cuocete il tutto per una decina di minuti e spegnete. Cuocete le tagliatelle di mais in abbondante acqua salata, scolatele al dente e tenete da parte un po' di acqua di cottura. Aggiungete le tagliatelle al condimento con qualche cucchiaio di acqua di cottura e saltate velocemente il tutto. Servite subito.



venerdì 16 marzo 2018

POLENTA CON POLIPETTI PICCANTI

POLENTA CON POLIPETTI PICCANTI


Oggi voglio proporvi un piatto perfetto per le serate fredde, un piatto gustoso e confortante che sa di casa e di buono. Qui è un po' un'impresa trovare il pesce fresco ma quando ci riesco non me lo lascio sfuggire. Qualche giorno fa ho trovato i polipetti e quindi ecco come li ho preparati. 

per 2 persone

500gr polipetti (già puliti)
200gr passata di pomodoro
1 peperoncino
vino bianco
olio e.v.o.
sale

per servire
polenta qb

Lavate i polipetti sotto acqua corrente. In una casseruola scaldate un paio di cucchiai di olio e unite il peperoncino tritato. Unite i polipetti e fateli scottare a fuoco vivace per un paio di minuti girandoli di tanto in tanto. Sfumate con il vino bianco e lasciate cuocete ancora per un paio di minuti. Aggiungete la passata di pomodoro e un pizzico di sale. Coprite con il coperchio, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 30 minuti circa mescolando di tanto in tanto. I polipetti sono pronti quando sono teneri e si riescono ad infilzare facilmente con una forchetta. Aggiustate di sale e fate restringere un po' il sughetto se necessario togliendo il coperchio e alzando un po' la fiamma. Preparate la polenta istantanea come indicato sulla confezione. Servite i polipetti piccanti ben caldi su un letto di polenta.



mercoledì 14 marzo 2018

PENNE INTEGRALI CON RADICCHIO, POMODORINI E SPECK

PENNE INTEGRALI CON RADICCHIO, POMODORINI E SPECK


Uno dei miei piatti preferiti in questo periodo, una via di mezzo tra l'inverno che sta per finire e l'estate che aspetto. Un piatto gustoso, veloce e completo che si prepara in pochi minuti ma appaga il palato con un occhio alla genuinità.

per 2 persone

160gr penne integrali
1 grosso radicchio rosso
50gr speck a striscioline
5-6 pomodorini
sale
pepe
olio piccante

Lavate il radicchio e tritatelo grossolanamente. Scaldate una padella antiaderente e fate appassire il radicchio a fiamma bassa con il coperchio. Unite poi lo speck e i pomodorini tagliati in quattro e completate la cottura a fiamma vivace per qualche minuto. Aggiustate di sale e pepe e unite la pasta appena scolata. Saltate tutto insieme in modo che la pasta si insaporisca e completate con un filo di olio piccante a crudo prima di servire.


lunedì 12 marzo 2018

OSSIBUCHI CON RISOTTO ALLO ZAFFERANO

OSSIBUCHI CON RISOTTO ALLO ZAFFERANO


Con il freddo dei giorni scorsi invece di dedicarmi ai primi piatti primaverili mi sono rifugiata nel caldo e consolante cibo invernale e ho sfornato diverse ricette perfette per i giorni "innevati".
Questo piatto a casa mia è sempre stato chiamato ossobuco alla milanese ma con una recente ricerca sul web ho scoperto che di tradizionale non ha proprio nulla, ma molto probabilmente è stato un insieme che abbiamo battezzato così noi. In ogni caso è un ottimo piatto unico per le serate d'inverno. Non troppo laborioso da preparare ma lunghetto come cottura.

per 2 persone

2 ossibuchi di vitello
farina
sale
pepe
un pezzo di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
uno scalogno
brodo di carne qb
olio e.v.o.

per il risotto allo zafferano

150gr di riso
pistilli di zafferano
brodo di carne qb
sale
burro

Praticate delle incisioni intorno agli ossibuchi in modo che non si restringano in cottura. In un piatto fondo mettete un paio di cucchiai di farina e condite con sale e pepe. Infarinate gli ossibuchi e metteteli da parte un attimo. Tritate lo scalogno. In una padella mettete una noce di burro e un cucchiaio di olio. Aggiungete lo scalogno e quando inizia a sfrigolare anche gli ossibuchi. Rosolate la carne da tutti i lati facendo attenzione che non bruci lo scalogno. Sfumate con il vino bianco e aggiungete qualche mestolo di brodo di carne. Abbassate la fiamma, mettete il coperchio e fate cuocere così per mezz'ora circa girandoli di tanto in tanto. Controllate la cottura con una forchetta, se fossero ancora duri cuocete altri 10-15 minuti aggiungendo un po' di brodo se necessario. 
Scaldate un mestolo di brodo di carne e aggiungete i pistilli di zafferano. Lasciate in infusione per almeno 15 minuti. In una casseruola tostate il riso, sfumate con il brodo "allo zafferano" e unite altro brodo per proseguire la cottura. Aggiustate di sale e portate a cottura. Spegnete il fuoco e mantecate con una noce di burro. Servite caldi gli ossibuchi con il risotto allo zafferano.





venerdì 9 marzo 2018

CREMA DI CECI CON BOCCONCINI DI MERLUZZO AL CURRY

CREMA DI CECI CON BOCCONCINI DI MERLUZZO AL CURRY


Ormai i legumi sono una presenza "fissa" sulla nostra tavola e tra i nostri preferiti ci sono i ceci. Molto spesso li porto in tavola in veste di hummus perchè trovo che questa salsina sia veloce ma sfiziosa al tempo stesso. Questa volta però visto il clima non proprio primaverile dei giorni scorsi ho optato per qualcosa di caldo, un comfort food sano e gustoso. I nostri ceci sono diventati una bella crema e per dare quel tocco di piccante che adoro e rendere più stimolante il gusto del piatto l'ho completato con dei bocconcini di merluzzo al curry.

per 2 persone

120gr ceci secchi
brodo vegetale
sale
pepe

per i bocconcini di merluzzo
300gr cuori di merluzzo 
(io surgelato e tirato fuori dal freezer la sera prima)
2 cucchiaini di curry
2 cucchiai di farina
olio e.v.o.
sale

Mettete a bagno i ceci per una notte in acqua fredda. Scolateli e metteteli in una pentola a pressione. Coprite con acqua fredda, chiudete con il coperchio e cuocete per 12 minuti dal fischio. Lasciate sfiatare e scolate i ceci. Raccoglieteli in un pentolino, coprite con del brodo vegetale e iniziate a cuocerli nuovamente. Aggiustate di sale e pepe e quando inizieranno a disfarsi spegnete il fuoco. Frullate il tutto con il frullatore ad immersione e mettete da parte. Prendete il merluzzo e tagliatelo a bocconcini. In un piatto fondo mescolate la farina con il curry e un pizzico di sale. Passate i bocconcini di merluzzo nella farina e metteteli in una padella antiaderente in cui avrete fatto scaldare un filo di olio. Rosolate i bocconcini da tutti i lati mantenendo una fiamma non troppo alta. Cuocete per 5-6 minuti rigirandoli spesso. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza quindi controllatene uno prima di spegnere. Impiattate la vostra crema di ceci e completate con i bocconcini di merluzzo al curry. A piacere aggiungete anche un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

mercoledì 7 marzo 2018

ARROSTO DI MAIALE ALLA BIRRA SCURA E PANCETTA

ARROSTO DI MAIALE ALLA BIRRA SCURA E PANCETTA


Oggi Idea Menù vi propone 5 portate per festeggiare i papà.
Io ho preparato il secondo e ho pensato ad un arrosto reso più particolare dalla cottura nella birra scura. Un piatto abbastanza veloce da preparare, delizioso e che conquisterà i vostri commensali con il suo delizioso sughetto.

1 arrosto di maiale già legato
1 bottiglia di birra scura
70gr pancetta affumicata
olio e.v.o.
brodo q.b.
sale
pepe
farina

In una pentola scaldate un filo di olio e rosolate la pancetta per qualche istante. Salate e pepate l'arrosto di maiale e infarinatelo. Mettetelo nella pentola calda e rosolatelo da tutti i lati. Bagnate con la birra, abbassate il fuoco e lasciate cuocere con il coperchio socchiuso per almeno 1 ora (dipende dalle dimensioni dell'arrosto) rigirandolo di tanto in tanto e aggiungendo un po' di brodo se dovesse asciugarsi troppo. Quando l'arrosto è cotto toglietelo dalla pentola e fate restringere il sughetto a fuoco vivace. Tagliate l'arrosto a fette e servitelo con il sughetto e la pancetta.
Io l'ho servito con patate arrosto e insalata, ma potete accompagnarlo con il contorno che più gradite.

Ecco il resto del menù:
da Laura l'antipasto: bocconcini di pizza
da Paola il primo: pasta con polpettine
qui da me il secondo
da Carla la 5° portata: mimosa con chips di parmigiano



lunedì 5 marzo 2018

POLPETTE DI RICOTTA E CARCIOFI

POLPETTE DI RICOTTA E CARCIOFI


E' tempo di carciofi e quindi sono entrati a pieno titolo nella nostra spesa di verdure settimanale insieme a radicchio rosso, finocchi e carote. Li adoro come contorno o come condimento per la pasta, ma nello stesso tempo mi piace variare il più possibile in modo in cui li presento in tavola. Questa volta sono diventati un gustoso secondo che è perfetto anche come finger food in caso di un apericena. Si preparano molto velocemente e possono essere una trovata per rendere più gradita la verdura anche ai bambini, d'altronde si sa che le polpette rendono tutto più invitante!

per 2 persone

200gr ricotta
3 carciofi
parmigiano grattugiato
pane grattugiato
1 spicchio di aglio (facoltativo)
sale
pepe
limone
olio e.v.o.

Iniziate pulendo i carciofi. Tagliateli a pezzetti e metteteli a bagno per almeno 15 minuti in acqua e limone.  Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e aggiungete i carciofi e l'aglio schiacciato se lo gradite. Bagnate con un paio di cucchiai di acqua e limone, abbassate il fuoco e coprite con un coperchio. Portate a cottura così i carciofi unendo altra acqua se necessario. Spegnete e lasciate intiepidire. Frullate grossolanamente i carciofi nel mixer dopo aver tolto lo spicchio di aglio e uniteli alla ricotta e al parmigiano in una terrina capiente. Aggiustate di sale e pepe e aggiungete uno o due cucchiai di pane grattugiato per aggiustare la consistenza. Formate le polpette, passatele nel pane grattugiato e disponetele in fila su una teglia rivestita di carta forno. Preriscaldate il forno a 200° e cuocete le polpette per 15 minuti circa. Sfornate e servite tiepide magari con una salsina a piacere.

Con questa ricetta vi ricordo che è iniziata la tappa del Mystery Basket di Marzo e Aprile. Correte da Daniela a scoprire i nuovi ingredienti nascosti nel cestino!







venerdì 2 marzo 2018

BUCATINI CON ZUCCA E FETA

BUCATINI CON ZUCCA E FETA


In questi giorni abbiamo aperto l'ultima zucca che avevo conservato come un piccolo tesoro. A dir la verità avrei voluto impiegarla per fare un bel dolce ma siccome non è possibile sono andata sul salato e ho optato per una deliziosa e cremosa pasta.
Ho scelto i bucatini che assorbono benissimo il sughetto e li ho conditi con zucca e feta. Due ingredienti che adoro e che trovo si sposino molto bene insieme. 

per 2 persone

160gr bucatini
100gr zucca (io delica)
100gr feta
1 cucchiaino di olio e.v.o.
pepe



Tagliate la zucca a cubetti di medie dimensioni. Scaldate l'olio in una padella antiaderente e cuocete la zucca unendo qualche cucchiaio di acqua. Quando la zucca è ben cotta spegnete il fuoco e aggiustate di pepe. Schiacciate con una forchetta alcuni cubetti della zucca e unite la feta anche questa a dadini. Scolate i bucatini un pochino al dente, trasferiteli nella padella con il sugo e saltateli per qualche secondo prima di servire.

mercoledì 28 febbraio 2018

CHILI CON CARNE

CHILI CON CARNE


Amo le ricette tipiche, ma spesso mi viene voglia di andare oltre i confini nazionali e ritrovare i sapori del mondo e dei nostri viaggi e riportarli nella mia cucina. Oggi siamo andati in Messico e abbiamo aperto le porte della nostra cucina ai sapori Tex-Mex. Il chili è uno di quei piatti che adoro, spesso lo preparo con la carne macinata perchè in mezz'ora è pronto in tavola, ma questa volta ho provato ad andare oltre e a ricreare il vero chili con carne senza scorciatoie. 

250gr polpa di manzo
50gr cipolla bianca
1 peperone giallo
2-3 cucchiai di passata di pomodoro
100gr fagioli rossi
1 carota
1 peperoncino
sale
brodo vegetale qb
olio e.v.o.
1/2 cucchiaino di cumino

Io ho utilizzato i fagioli rossi secchi, quindi li ho messi a bagno in acqua fredda per una notte e cotti per 45 minuti poi scolati e lasciati raffreddare. Se usate quelli precotti questo passaggio non serve.
Tritate la carota, la cipolla e il peperoncino. In una casseruola scaldate un cucchiaio di olio e unite il trito appena preparato. Lasciate rosolare per qualche istante. Tagliate a pezzetti anche la carne di manzo e il peperone e aggiungete il tutto nella padella. Coprite con il brodo caldo e unite anche il cumino, la passata di pomodoro e i fagioli rossi. Calate il fuoco, mettete il coperchio e lasciate cuocere per mezz'oretta mescolando di tanto in tanto. Aggiustate di sale, unite altro brodo se necessario e cuocete ancora per 10 minuti o fino a che la carne non risulta morbida. Togliete ora il coperchio, alzate la fiamma e fate restringere un pochino il sughetto. Quando ha raggiunto la giusta consistenza spegnete e servite subito accompagnato con tortillas.

lunedì 26 febbraio 2018

MYSTERY BASKET GENNAIO E FEBBRAIO...IL VINCITORE!

MYSTERY BASKET GENNAIO E FEBBRAIO...
IL VINCITORE!


Si è conclusa da qualche giorno anche la tappa di gennaio e febbraio del Mystery Basket Contest ed è il momento di scegliere un vincitore.
Ringrazio Franca di Cannella e gelsomino per essere stata una bravissima padrona di casa per questi due mesi. Dopo aver letto una ad una tutte le ricette arrivate siamo arrivate a decretare un vincitore.
Questa volta siamo andate per "golosità" e quindi ha vinto un dolce...

il vincitore che ospiterà per i prossimi due mesi il cestino è
con la sua

Ci vediamo da lei il 1 marzo per scoprire cosa conterrà il nuovo cestino
siete curiosi??

venerdì 23 febbraio 2018

TORTA SAINT HONORE

TORTA SAINT HONORE


Mercoledì è stato il compleanno del maritino e quest'anno è stato festeggiato in estrema semplicità e con una tortina a sorpresa velocissima e poco impegnativa dato che la pancia ormai è enorme e mi muovo in stile omino Michelin. Nessuna occasione però è meglio per mostrarvi questa bontà, la torta Saint Honorè, che è stata la torta del suo compleanno l'anno scorso.
Non vi nascondo che è particolarmente laboriosa, richiede tempo e pazienza e alcune competenze di base però è davvero buonissima e vale tutto il tempo necessario alla sua preparazione.

per uno stampo da 24cm

1-  PAN DI SPAGNA

6 uova
3 cucchiai di acqua bollente
180gr zucchero
90gr farina 00
90gr fecola di patate
la scorza di un limone

2- CREME

4 uova
8 cucchiai di zucchero
8 cucchiai di farina
1l di latte
50gr cioccolato fondente

3- BAGNA

250ml acqua 
70gr zucchero
1 bicchierino di liquore
(io rum)

4- BIGNE'
(ne escono circa 12)
125ml acqua
50gr burro
1 cucchiaino scarso di zucchero
1 pizzico di sale
75gr farina
2 uova


5- PER COMPLETARE

1 rotolo di pasta sfoglia
200ml panna montata


1-Per il pan di spagna trovate il procedimento qui.

2- Passate poi alla crema. Scaldate in una pentola il latte. In un altro pentolino rompete le uova, unite zucchero e farina e iniziate a sbattere con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Quando il latte è bollente spegnete e versatelo poco alla volta nel composto di uova mescolando di continuo(altrimenti viene una frittata!). Quando il composto è omogeneo rimettete la pentola sul fuoco e fate addensare sempre mescolando. Dividete la crema in due ciotole. Coprite la prima subito con della pellicola trasparente a contatto e mettete da parte. Aggiungete nella seconda ciotola il cioccolato fondente fuso, mescolate fino a renderla omogenea e coprite anche questa con pellicola a contatto. Mettete entrambe le creme da parte fino al completo raffreddamento.

3- Preparate la bagna. In un pentolino fate bollire l'acqua con lo zucchero. Spegnete. Fate raffreddare e unite poi il liquore.

4- Preparate i bignè. Trovate il procedimento qui

5- Preparate ora gli ultimi dettagli prima di assemblare. Ritagliate la pasta sfoglia della stessa dimensione del pan di spagna. Trasferite il disco su una teglia da forno con i suoi ritagli, spennellate con un po' di latte e cuocete a 200° per 10-15 minuti.  Prendete la panna montata e mettetene da parte   2-3 cucchiai. Dividete la restante a metà e incorporatela alle creme mescolando dal basso verso l'alto in modo che non si smonti. 

Quando tutte le basi sono fredde partite con l'assemblaggio. 
Dividete il pan di spagna a metà e bagnate entrambi i dischi con la bagna al liquore. Prendete un piatto da portate e posizionate il primo disco di pan di spagna. Mettete intorno un anello regolabile di metallo e continuate ad assemblare. Stendete sulla base di pan di spagna metà della crema al cioccolato. Posate sopra il disco di pasta sfoglia e ricoprite con metà della crema bianca. Completate con l'altro disco di pan di spagna. Premete delicatamente e rimuovete con attenzione il cerchio di metallo. Se preferite prima di rimuovere il disco potete passare la torta per un'oretta in frigo. Prendete la panna montata tenuta da parte e glassate completamente la torta. Sbriciolate i ritagli di pasta sfoglia e utilizzateli per rivestire tutto il bordo della torta. Farcite metà bignè con la crema bianca e metà con la crema al cioccolato. (io ne ho utilizzato solo uno grande e l'ho farcito al cioccolato, quelli piccoli li ho serviti a parte in modo che ogni commensale ne avesse uno). Mettete le creme avanzate in due sac à poche e cominciate a decorare la superficie della torta facendo degli spuntoni di crema al cioccolato e di crema bianca. Rimettete in frigo per almeno un'oretta prima di servire. 








mercoledì 21 febbraio 2018

PENNE INTEGRALI AL FORNO CON RADICCHIO, SPECK E NOCI

PENNE INTEGRALI AL FORNO CON RADICCHIO, SPECK E NOCI


Ultimi giorni di freddo o quasi, la primavera dovrebbe ormai essere alle porte e allora noi di Idea Menù abbiamo deciso di proporvi un menù "a tutto forno". Cinque portate cucinate con questo elettrodomestico di cui io non potrei fare a meno e perchè no alcune idee per ottimizzare i tempi di accensione in queste domeniche di fine inverno. Io ho preparato il primo e mi sono buttata su una pasta al forno. Ho unito una delle verdure d'eccellenza di questa stagione, il radicchio, con il sapore spiccato e deciso dello speck e la croccantezza delle noci per creare un primo davvero gustoso che si può anche preparare in anticipo e passare al forno poco prima di servirlo.

per 2 persone

180gr penne integrali
1 radicchio rosso tardivo
50gr speck a striscioline
una manciata di noci
500ml besciamella
parmigiano reggiano grattugiano
sale
pepe
olio e.v.o.

Lavate il radicchio e tritatelo grossolanamente. In una padella scaldate poco olio e unite il radicchio e lo speck. Fate cuocere il tutto per alcuni minuti a fuoco dolce. Pepate e lasciate da parte. Io personalmente non ho aggiunto sale in questo momento perchè a mio gusto lo speck unito alla pasta già adeguatamente salata e alla besciamella non ne richiedeva altro, ma aggiustate il sugo a vostro gusto. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata calcolando un paio di minuti in meno rispetto al tempo indicato sulla confezione. Scolate la pasta e unitela al radicchio con lo speck. Aggiungete anche la besciamella e le noci sbriciolate grossolanamente con le mani. Mescolate bene il tutto e trasferitelo in una pirofila da forno, volendo potete usare anche delle monoporzioni. Completate con una grattugiata abbondante di parmigiano e infornate a 200°C per 25-30 minuti. Se utilizzate le monoporzioni dovrebbero bastare 20 minuti. Sfornate quando la pasta risulta gratinata e servite subito.

Ecco il resto del menù:

da Paola l'antipasto: faccine farcite salate
da Carla il dolce: muffin al panettone
da Laura la 5° portata: radicchio al forno


lunedì 19 febbraio 2018

BIGNE'

BIGNE'


Ecco la seconda ricetta base per comporre una delle mie torte preferite che vi mostrerò il 23 febbraio. State iniziando a capire di che si tratta?
Beh oggi intanto ci dedichiamo ai bignè. La pasta choux o pasta bignè è una preparazione base apparentemente semplice, ma che io ho sempre trovato un po' ostica. Dopo aver provato diverse ricette e ottenuto diversi flop finalmente ho trovato una ricetta che mi soddisfa e sono pronta a condividerla con voi. 

per 12-13 bignè

125ml acqua
50gr burro
1 cucchiaino scarso di zucchero
un pizzico di sale
75gr farina
2 uova

In un pentolino dal fondo spesso fate bollire l'acqua con il burro e un pizzico di sale. Quando l'acqua ha preso il bollore spegnete e versate tutto in un colpo la farina e lo zucchero. Mescolate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo. Rimettete sul fuoco e mescolate fino a che l'impasto non si stacca completamente dalle pareti. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Iniziate poi ad aggiungere le uova una alla volta e fatene assorbire completamente uno prima di aggiungere l'altro. Continuate a mescolare fino a che l'impasto non diventa corposo. Io l'ho lavorato in planetaria. Trasferite il composto in una sac à poche con bocchetta liscia e iniziate a formare delle palline ben distanziate tra loro su una placca rivestita con carta forno. Inumidite un dito e abbassate le eventuali puntine che rimangono sui bignè. Preriscaldate il forno a 200°C e cuocete per 20 minuti circa. Spegnete e socchiudete la porta del forno per qualche minuto. Aprite ora lo sportello e fate raffreddare completamente i bignè prima di farcirli.


AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...