mercoledì 20 settembre 2017

PASTA E FAGIOLI RISOTTATA CON SPECK E ROSMARINO

PASTA E FAGIOLI RISOTTATA CON SPECK E ROSMARINO


Oggi abbiamo un nuovo appuntamento con Idea Menù e una squadra ancora rinnovata! Siamo tornate in 5 e abbiamo abbandonato i colori e i sapori tipici dell'estate per gettarci nell'autunno con un menù di colore marrone. Io ho preparato il primo e ho optato per una pasta e fagioli asciutta impreziosita con speck e rosmarino. Per creare la cremosità tipica di questo piatto ho deciso di cuocere la pasta come un risotto e il risultato è stato davvero super!

per 2 persone

160gr penne (io rigate)
100gr fagioli borlotti già cotti
80gr speck
2 rametti di rosmarino
brodo vegetale qb
olio e.v.o.
sale
pepe

In un tegame largo e antiaderente scaldate mezzo cucchiaio di olio, unite lo speck e lasciate rosolare qualche istante. Unite poi la pasta e il rosmarino, coprite con il brodo caldo e iniziate la cottura. Io in tutto ho cotto circa 11-12 minuti quindi circa il tempo richiesto dalla pasta, ma con questo metodo potrebbe servire qualche minuto in più rispetto a quello indicato. A metà circa del tempo di cottura della pasta unite anche i fagioli. Lasciate cuocere a fuoco medio e se necessario unite altro brodo. Trascorso il tempo indicato per la vostra pasta assaggiate, aggiustate di sale e pepe e se necessario proseguite ancora con qualche minuto di cottura. Eliminate i rametti di rosmarino e impiattate.

Ecco il resto del menù:
da Paola l'antipasto: crostini con funghi

lunedì 18 settembre 2017

PASTICCIO DI PEPERONI

PASTICCIO DI PEPERONI


Ormai siamo alle porte dell'autunno, ma ci resta qualche giorno per continuare ad apprezzare le verdure che ci hanno accompagnato per tutta l'estate. In una giornata uggiosa come questa il colore caldo dei peperoni mette proprio il buonumore sulla nostra tavola con un gusto davvero speciale!
Questo piatto è perfetto anche se avete a cena amici vegetariani poichè combina il gusto deciso dei peperoni con la sapidità della ricotta e la cremosità della besciamella. Accostato ad un pezzo di focaccia calda è un pasto davvero delizioso!

1 peperone giallo
1 peperone rosso
100gr provola
100gr ricotta salata
besciamella
pane grattugiato
olio e.v.o.
sale
pepe

Lavate i peperoni e tagliateli a striscioline uniformi. Passateli in padella con poca acqua per una decina di minuti. Preparate la besciamella con 250ml di latte utilizzando la ricetta che preferite, una volta pronta unite la ricotta salata grattugiata e aggiustate di sale se necessario e di pepe. Ungete una pirofila da forno, fate uno strato con metà circa dei peperoni, versate metà della besciamella e metà della provola tagliata a cubetti. Continuate con i restanti peperoni, poi la besciamella e infine la provola. Ultimate con una spolverata di pane grattugiato e un filo di olio. Cuocete in forno già caldo a 190°C per 25-30 minuti. Sfornate e servite caldo.

mercoledì 6 settembre 2017

POLPO CROCCANTE SU CREMA DI PATATE

POLPO CROCCANTE SU CREMA DI PATATE


Dopo la pausa estiva ricomincia Idea Menù! Per questa uscita riprendiamo il tema dei colori che abbiamo già trattato altre volte e ci dedichiamo al viola. 
Io ho preparato l'antipasto e mi sono concentrata sul viola del polpo per ricreare il celebre abbinamento di polpo e patate ma in una chiave un po' diversa.
Ho usato i tentacoli del polpo per l'antipasto, mentre il resto è finito in un semplice sughetto rosso per condire la pasta!

per 2 persone

8 tentacoli di polpo
4 olive taggiasche
2 patate medie
latte
sale
pepe
noce moscata
olio e.v.o.

Portate ad ebollizione una pentola capiente di acqua. Quando bolle calate il polpo e abbassate il fuoco, mettete un coperchio e fate cuocere per circa 35 minuti. Trascorso il tempo controllate la cottura con una forchetta e scolatelo. Lasciatelo intiepidire. Nel frattempo lessate le patate in abbondante acqua leggermente salata. Ci vorranno circa 35 minuti. Sbucciate le patate, tagliatele a quadratoni e raccoglietele nel frullatore con un po' di latte, sale, pepe e noce moscata. Frullate il tutto per ottenere una crema liscia e se necessario unite altro latte. Aggiustate di sale e mettete da parte. Tagliate i tentacoli dal polpo. Scaldate su fuoco vivo una padella con un filo di olio e aggiungete i tentacoli. Fate tostare per qualche istante in modo da renderli croccanti e spegnete. Impiattate mettendo come base la crema di patate, disponete sopra i tentacoli croccanti e completate con due olive taggiasche.

Con questa uscita accogliamo anche Laura che entra a far parte del nostro gruppo.

Ecco il resto delle portate:

da Carla il secondo: melanzane imbottite







giovedì 31 agosto 2017

THE MYSTERY BASKET LUGLIO-AGOSTO...IL VINCITORE!

THE MYSTERY BASKET LUGLIO-AGOSTO...IL VINCITORE!


Anche questa tappa del Mystery Basket contest è terminata. Silvia di Mi piace e non mi piace è stata una eccellente padrona di casa per questi due mesi e ora è arrivato il momento di scegliere il vincitore.

Rullo di tamburi...

il vincitore è Monica di Sogni e Sapori in cucina 


Vi aspettiamo quindi tra qualche giorno da lei per scoprire i nuovi ingredienti del cestino!

sabato 26 agosto 2017

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON SOPPRESSATA PICCANTE

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON SOPPRESSATA PICCANTE


Siete pronti al rientro in città? Con questa nuova ondata di caldo si stava di certo meglio al mare!
Noi però amiamo restare positivi e portiamo un po' di clima vacanziero anche in città. In particolare questo piatto ci porta a scoprire i sapori di Calabria grazie a Buongustai di Calabria e alla tipica soppressata calabrese piccante. Con questo splendido salume abbiamo pensato di creare un gustoso sughetto per accompagnare degli spaghetti alla chitarra appena fatti.

per 2 persone

per gli spaghetti alla chitarra

200gr semola rimacinata di grano duro
1 uovo e 1 tuorlo
acqua se serve

per condire

soppressata calabrese piccante
passata di pomodoro


Iniziate a preparare gli spaghetti alla chitarra. In una terrina o nella planetaria mescolate la farina di semola rimacinata con le uova e se necessario qualche cucchiaio di acqua. Impastate per formare un composto omogeneo e liscio, avvolgetelo nella pellicola e fate riposare per almeno 30 minuti. Riprendete l'impasto e stendete delle sfoglie. Tagliatele di alcuni cm più corte rispetto alla chitarra, ponetele sopra e "tagliate" gli spaghetti passando un mattarello sopra la sfoglia. Prelevate poi gli spaghetti e metteteli da parte dopo averli spolverati con altra farina perchè non si attacchino. Nel mentre che l'acqua raggiunge il bollore tagliate la soppressata a cubetti. In una padella antiaderente scaldate la passata di pomodoro a fuoco dolce, unite la soppressata a cubetti e lasciare insaporire il tutto per alcuni minuti. Calate gli spaghetti alla chitarra e cuocete per 3-4 minuti. Scolateli e saltateli con il condimento per qualche istante prima di servire.

martedì 22 agosto 2017

GNOCCHI MORBIDI DI RICOTTA E ZUCCHINE

GNOCCHI MORBIDI DI RICOTTA E ZUCCHINE


Eccoci di ritorno... Vacanze finite?! In realtà le nostre devono ancora cominciare!
Nel mese di agosto però ci siamo presi una pausa dai fornelli soprattutto a causa del gran caldo.
Se voi siete tornati dalle vacanze non potete mancare all'appuntamento con il Mystery basket contest.
Avete ancora qualche giorno per partecipare, quindi correte da Silvia e sbirciare tra i bellissimi ingredienti del cestino!
Intanto io vi propongo la mia ricetta per questa tappa...
Sono dei soffici e deliziosi gnocchi di ricotta e zucchine fresche dell'orto dei suoceri conditi con speck e robiola...insomma un tripudio di bontà!

per 2 persone

2 zucchine medie
250gr ricotta
1 uovo
sale
pepe
farina qb

per condire

speck a cubetti
robiola

Grattugiate le zucchine, strizzatele con l'aiuto di un panno di cotone e cuocetele per qualche minuto in padella con un cucchiaino di olio. Aggiustate di sale e pepe e lasciate raffreddare. In una terrina mescolate le zucchine con la ricotta e l'uovo. Mescolate e unite un cucchiaio di farina alla volta fino ad ottenere un composto morbido ma non troppo appiccicoso. Mettete sul fuoco una pentola capiente di acqua salata, quando prende il bollore iniziate a calare gli gnocchi. Prelevate con due cucchiaini l'impasto dalla terrina e lavoratelo passandolo da uno all'altro e calatelo infine in acqua. In una padella fate sciogliere la robiola con poca acqua di cottura e unite lo speck. Raccogliete gli gnocchi man mano che affiorano e aggiungeteli al sugo. Quando tutti gli gnocchi saranno pronti, saltateli velocemente con il condimento e servite. Io ho aggiunto una grattata di pepe anche al condimento ma non è indispensabile.

E voi avete partecipato? Siete ancora in tempo...Vi aspettiamo!!




mercoledì 2 agosto 2017

POMODORINI CONFIT SOTT'OLIO

POMODORINI CONFIT SOTT'OLIO


Oggi Idea Menù esce con uno speciale per augurarvi buone vacanze!
Infatti dopo oggi ci prendiamo una pausa per il mese di Agosto per ricaricare le batterie e proporvi tante nuove ricette da Settembre. 
Il tema di questa uscita speciale sono le conserve.
In questa stagione c'è talmente abbondanza di frutta e verdura che è un vero peccato non metterne un po' da parte per l'inverno. Noi, proprio come la famosa formica, stiamo riempiendo la dispensa di coloratissimi barattoli che porteranno profumo di estate nelle fredde giornate invernali.
Qui sul blog trovate già diverse conserve, ma oggi voglio parlarvi di quella che ormai è un nostro cavallo di battaglia...i pomodorini confit sott'olio!
Innanzitutto qualche piccola premessa:
1- non sono veri e propri confit perchè non li ho fatti cuocere a bassa temperatura per tutto il tempo necessario, ma ho utilizzato un piccolo escamotage che li asciuga al punto giusto in meno tempo.
2- prima di cimentarvi nella preparazione delle conserve è bene pulire accuratamente la zona e gli utensili che verranno usati perchè soprattutto in questi casi l'igiene è FONDAMENTALE
3- utilizzate vasetti tipo Bormioli con il tappo a vite e la valvola di sicurezza (tappo "clik-clak") per una maggiore sicurezza
4- mantenete la vostre conserve in un luogo fresco e asciutto, senza cattivi odori. Quando prelevate il vasetto per il consumo controllate che il tappo non sia gonfio e che non ci sia il famoso clik-clak. All'apertura osservate bene il contenuto, se si presenta in modo diverso da quando lo avete preparato, ci sono macchioline di muffa o l'odore è acido NON CONSUMATELI.

Queste sono poche norme ma molto importanti per la nostra sicurezza in quanto il botulino è una tossina mortale che si sviluppa nelle conserve e a cui bisogna prestare attenzione.

Passiamo ora alla ricetta

pomodorini
sale
pepe
olio e.v.o.
origano secco
zucchero

Lavate accuratamente i pomodorini e tagliateli a metà. Conditeli con sale, pepe, origano, olio e 1/2 cucchiaio di zucchero (per ogni placca forno). Mescolate bene e stendeteli su una teglia rivestita con carta forno per formare un unico strato con la parte interna rivolta verso l'alto. Infornate a 200°C per circa 40 minuti. Negli ultimi 10 minuti circa socchiudete lo sportello del forno con l'aiuto di un mestolo per far uscire il vapore. A fine cottura i pomodorini si devono presentare caramellati e abbastanza asciutti. Se necessario proseguite ancora per qualche minuto la cottura. Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Riempite i vasetti, precedentemente sterilizzati, con i pomodorini, battete i vasetti su un piano per compattare il tutto e unite l'olio necessario a coprire i pomodorini. Battete ancora i vasi per eliminare le eventuali bolle di aria, rabboccate di olio se necessario e chiudete i vasetti. Mettete i vasetti in una pentola abbastanza ampia e dai bordi alti separandoli con dei canovacci arrotolati. Riempite di acqua fredda fino a coprire di due dita i tappi dei vasetti e mettete sul fuoco. Portate a bollore e lasciate bollire per 30 minuti.  Spegnete e lasciate raffreddare i vasetti dentro l'acqua. Quando il tutto è freddo prelevate i vasetti dalla pentola, asciugateli, controllate che il tappo non faccia click-clak e riponeteli in dispensa fino al momento di utilizzarli.

Ecco le altre conserve che vi proponiamo:

giovedì 27 luglio 2017

INSALATA DI RISO CON CREMA DI AVOCADO E GAMBERETTI

INSALATA DI RISO CON CREMA DI AVOCADO E GAMBERETTI


Devo confessarmi che la mia cucina in questo periodo è praticamente in ferie...si cucina il minimo indispensabile e a tavola compaiono sempre più spesso verdure crude e piatti freddi. 
Questa estate mi ha un po' stordito e la voglia di studiare nuove ricette è andata in vacanza salvo per qualche breve flash in cui mi vengono idee strane che non vedo l'ora di realizzare.
Questa insalata di riso è uno di questi casi!
Ero al supermercato e stavo vagando tra meloni, peperoni, zucchine e pomodori e all'improvviso compare al mio orizzonte l'avocado. Mi piace, ma non lo compro spesso e questa volta ne ho approfittato per inventarmi qualcosa di diverso.
L'ho accostato al riso e ai gamberetti che adoro.

per 2 persone

160gr riso
100gr gamberetti
1/2 avocado
sale
succo di limone
olio e.v.o.
pepe

Fate bollire il riso in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione. Nel frattempo cuocete i gamberetti in una padella antiaderente con un filo di olio e conditeli con un pizzico di sale. Eliminate la buccia e il nocciolo centrale dell'avocado e schiacciatelo con un forchetta per ottenere una crema. Unite un pizzico di sale, pepe, una spruzzata di succo di limone e un cucchiaino di olio. Scolate il riso e fatelo raffreddare. In una ciotola mescolate il riso ormai freddo con la crema di avocado. Unite i gamberetti a temperatura ambiente e servite.

lunedì 24 luglio 2017

PANCAKE ALLE ZUCCHINE

PANCAKE ALLE ZUCCHINE


Una nuova settimana è iniziata...afosa come la precedente ma spero ricca di belle novità!
E' tempo di zucchine si trovano a basso prezzo sui banchi del mercato e noi ne abbiamo raccolte giusto 2 l'ultima volta che siamo saliti a controllare l'orto. Questo piccolo raccolto è stato impiegato per una cena sfiziosa e veloce, perfetta per le sere d'estate o per un brunch in terrazza.
La ricetta l'ho vista un po' di tempo fa su Il mestolo birichino e con qualche piccola modifica l'ho riproposta nella mia cucina. Mila ha farcito i pancake direttamente in cottura con lo stracchino mentre io l'ho fatto in seguito con prosciutto cotto e brie.

2 zucchine medie
200gr farina macinata a pietra
1 uovo grande
1 cucchiaino di lievito istantaneo
200ml latte parzialmente scremato
sale
pepe

per farcire
prosciutto cotto
brie

Grattugiate le zucchine dopo averle lavate accuratamente. Saltatele per qualche minuto in padella con un filo di olio e fate raffreddare. Preparate la pastella mescolando la farina, il lievito, sale e pepe. Unite poi l'uovo e il latte e lavorate il composto con una frusta per eliminare gli eventuali grumi. Unite ora le zucchine e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Scaldate un padellino antiaderente, ungete con un filo di olio e ponete al centro un paio di cucchiaiate di impasto. Lasciate che la pastella si allarghi da sola nella padella e quando iniziano a formarsi le bolle giratelo e cuocete per qualche minuto anche da questo lato. Procedete così fino ad ultimare la pastella. Prima di servire ponete alla base del piatto un pancake alle zucchine, mettete una fetta di prosciutto e qualche strisciolina di brie e un altro pancake. Fate 2-3 strati per ogni piatto, se necessario scaldateli un pochino e servite.

sabato 22 luglio 2017

RISOTTO ALBICOCCHE E SPECK

RISOTTO ALBICOCCHE E SPECK


E' tempo di albicocche e il nostro alberello quest'anno ha dato molti frutti.
Ne abbiamo fatto una bella scorpacciata al naturale, diversi vasetti di marmellata e poi abbiamo pensato di impiegarle in un piatto salato.
La combinazione dolce-salato nel risotto l'ho provata diverse volte e oggi abbiamo optato per l'accostamento di albicocche e speck.
Un risottino veloce ma speciale e dal gusto sorprendente!

per 2 persone

160gr riso
80gr speck a cubetti
2 albicocche
brodo q.b. (io vegetale)
1 bicchierino di brandy
sale
pepe

Tostate il riso in una casseruola. Sfumate con il liquore e iniziate la cottura con un paio di mestoli di brodo caldo. Nel frattempo lavate e tagliate a cubetti le albicocche. Dopo 7-8 minuti di cottura unite lo speck. Proseguite unendo brodo caldo al bisogno. 3-4 minuti prima di spegnere unite anche le albicocche a pezzetti. Ultimate la cottura mescolando spesso. Aggiustate di sale e pepe e servite.
Noi abbiamo completato il piatto con delle fettine di albicocca fresche.

mercoledì 19 luglio 2017

PANINI AL BASILICO

PANINI AL BASILICO


Oggi c'è il nuovo appuntamento con Idea Menù! Il tema di questa uscita è menù arcobaleno.
Troverete dunque un menù di 5 portate ognuna caratterizzata da un colore.
Io ho scelto il verde e come 5° portata ho deciso di preparare dei panini al basilico!
Questi piccoli bocconcini racchiudono tutto l'aroma del basilico fresco e serviti tagliati a metà con dentro semplicemente pomodoro e mozzarella sono una vera delizia!

per 8 bocconcini circa

250gr farina tipo 1
6 gr lievito di birra
125ml latte a temperatura ambiente
1 cucchiaio scarso di zucchero
25gr olio e.v.o.
1/2 cucchiaino di sale
20 foglie di basilico

Frullate il basilico con il latte fino ad ottenere un liquido verdino. Sciogliete poi il lievito e lo zucchero nel latte al basilico. Nella ciotola della planetaria iniziate a mescolare la farina con il latte. Unite poi l'olio e il sale. Mescolate fino a rendere l'impasto liscio e omogeneo. Coprite e fate raddoppiare in un luogo al riparo da correnti di aria. Riprendete l'impasto e dividetelo in 8 parti. Formate le palline lavorando ogni pezzo sul piano con un movimento circolare. Disponete le palline su una teglia coperta con carta forno e fare lievitare ancora per 1 ora circa. Preriscaldate il forno a 180° C e cuocete per 25-30 minuti. Lasciate raffreddare prima di servire.

Ecco il resto del menù:
da Carla il primo: pappa al pomodoro



lunedì 17 luglio 2017

LASAGNE ALLE VERDURE IN VASETTO

LASAGNE ALLE VERDURE IN VASETTO



Vasocottura...ormai se ne sente parlare spesso. L'hanno utilizzata a Masterchef, mostrata più volte alla tv e ultimamente mi sono capitate un paio di ricette partecipanti al Mystery Basket.
Qualche anno fa lo promuovevano come metodo ecologico cuocendo i vasetti in lavastoviglie, ma l'idea di mescolare i piatti sporchi alla cena non mi convinceva molto... 
Poi la tecnica della cottura a bagnomaria, ma anche lì non ho trovato nulla che spiegasse per bene le modalità e piuttosto che fare pasticci ho lasciato perdere. 
Qualche settimana fa, per caso, su FB mi sono imbattuta in un gruppo : il mondo in un vasetto: ABC della vasocottura 
Qui la creatrice del gruppo, Rosella, spiega fin dalle basi come affacciarsi a questa tecnica con ricette testate da lei e senza incorrere in incidenti. I vasetti verranno cotti al microonde e seguendo poche e semplici regole da lei spiegate sul suo blog è possibile cucinare pietanze sfiziose in pochissimi minuti. Prima di affacciarvi alla tecnica è fondamentale però leggere il post linkato qui sopra per capire quali vasetti sono idonei, come testare il vostro microonde e come comportarsi nell'assemblaggio delle pietanze.
Io per il momento ho fatto solo 2-3 esperimenti perciò vi consiglio, prima di provare qualsiasi ricetta, di passare dal suo blog e di iscrivervi al gruppo così da poter imparare in tutta sicurezza questa tecnica meravigliosa.

Passiamo ora però al nostro pranzo di ieri... la lasagna di verdure nel vasetto!

per 2 vasetti

verdure a piacere saltate in padella
besciamella
pasta fresca per lasagne
ricotta grattugiata

Componete i vasetti partendo con un velo di besciamella, continuate poi con un quadrato di pasta fresca, ancora besciamella, un cucchiaio di verdure e una spolverata di ricotta grattugiata.
Continuate ad alternare gli strati fino a riempire per 3/4 il vasetto. Chiudete con guarnizione e gancetti (io ho usato i vasetti weck come indicato nel post che vi ho linkato sopra) e cuocete.
Il mio microonde è particolare per cui ho utilizzato la modalità P-80 che corrisponde a 720 watt e ho cotto per 6 minuti. Lasciate poi riposare per almeno 30 minuti, sganciate il vasetto e rimettete in microonde per 3 minuti in modo che il tappo si apra senza rischiare incidenti. La vostra lasagna è pronta ora per essere servita!

domenica 16 luglio 2017

INSALATA DI FAGIOLINI ALLA MEDITERRANEA

INSALATA DI FAGIOLINI ALLA MEDITERRANEA


Siamo nel pieno del weekend. Oggi dunque voglio proporvi un'insalata perfetta da consumare al mare o in un pic nic in montagna. E' semplice e veloce da preparare e racchiude degli ingredienti mediterranei.
Non servono dosi precise ma basta andare un po' ad occhio per preparare un pranzetto da leccarsi i baffi!

fagiolini
feta
pomodorini
olive taggiasche
olio e.v.o. (io al peperoncino)

Spuntate i fagiolini e fateli bollire per circa 25 minuti. Scolateli e lasciateli intiepidire. tagliateli a metà e metteteli in una terrina. Unite poi i pomodorini lavati e tagliati in 4, la feta a cubetti e le olive. Completate con un filo di olio e servite.
Io non ho aggiunto sale perchè a mio gusto la feta e le olive davano già la giusta sapidità.

venerdì 7 luglio 2017

INSALATA DI RISO CON PROSCIUTTO E MELONE

INSALATA DI RISO CON PROSCIUTTO E MELONE


Prosciutto e melone è un grande classico dell'estate. Per il pranzo di oggi noi lo abbiamo rivisitato in un'insalata di riso. Fresca e gustosa, perfetta da mangiare in spiaggia o in montagna, colorata e salutare.

per 2 persone

160gr riso
2-3 fette di melone
100gr prosciutto crudo a cubetti
sale
pepe
olio e.v.o.

Cuocete il riso in abbondante acqua salata. Scolatelo e fatelo raffreddare. Trasferitelo in una terrina con i cubetti di prosciutto cotto. Condite con sale, pepe e olio e mescolate bene. Tagliate a cubetti abbastanza regolari anche il melone e unitelo al riso. Mescolate e servite.

mercoledì 5 luglio 2017

CROSTONE CON ALBICOCCHE E BRIE

CROSTONE CON ALBICOCCHE E BRIE


Nuovo appuntamento con Idea Menù per quattro portate un po' speciali. Oggi invece delle classiche portate vi vogliamo proporre un menù composto da panini! 3 idee salate e una dolce per un pasto veloce e diverso dal solito. Io ho preparato quello dolce. Vi confesso che avevo pensato diverse varianti ma una volta realizzate mi sembravano banali, poi è  arrivata l'idea del crostone. Non è un vero e proprio panino, ma utilizzando la classica fetta da bruschetta spalmata con marmellata di albicocche home made e farcita con spicchi di albicocca e brie fuso è uscita una delizia.
Ecco dunque il mio panino dolce, con un abbinamento di gusti particolare e sorprendente morso dopo morso.
Una piccola precisazione...la marmellata come già detto è home made e per mio gusto ho preferito farla meno dolce di quella che si compra.

pane per bruschette
marmellata di albiocche
albicocche
brie

Spalmate un velo di marmellata di albicocche sul pane. Lavate bene le albicocche e tagliatele a spicchi abbastanza omogenei. Tagliate anche il brie a pezzetti grandi quanto le fette di albicocca. Io ho lasciato la parte esterna ma è possibile anche toglierla. Alternate sul pane una fetta di albicocca e una di formaggio. Passate il crostone sotto il grill del forno per il tempo necessario a far sciogliere il brie e servite.

Ecco le altre portate

l'antipasto da Carla: crostini con la finocchiona
e da me il dolce



domenica 2 luglio 2017

POLPETTE AL FORNO CON POMODORI

POLPETTE AL FORNO CON POMODORI


Eccoci al giorno il grande evento... mi sembra doveroso perciò fare i complimenti all'organizzazione per come è andato il concerto sia che si tratti di fortuna sia che si tratti di organizzazione appunto.
Da quanto riportato dai media l'allarmismo era stato superiore alla reale situazione e infatti qui dove per l'appunto ci era stato sconsigliato di utilizzare la macchina in realtà il traffico è stato di poco superiore ad una normale giornata infrasettimanale. L'unico disordine sembra esserci stato in stazione al momento delle partenze a fine concerto ma considerando le dimensioni della stazione e il flusso di persone è davvero nulla rispetto a quanto temuto.
Noi ci siamo invece concessi una cena in famiglia, dai sapori estivi, accarezzati dal venticello che i temporali dei giorni scorsi hanno portato. Viste le temperature miti ho acceso il forno e preparato queste polpette stuzzicanti e colorate.

500gr macinato di manzo
50gr parmigiano grattugiato
100gr pane grattugiato
2 uova
sale
pepe
pomodorini
vino bianco
origano
latte

In una terrina mescolate la carne macinata con il formaggio, le uova, il pane grattugiato, sale, pepe e origano. Mescolate il tutto e se dovesse risultare troppo duro unite un po' di latte. Formate delle polpettine grandi più o meno come una noce, disponetele ordinatamente su una pirofila e appiattitele con la lama di un coltello. Lavate i pomodorini considerandone metà per ogni polpetta. Mettete a bagno tanti stuzzicadenti quante sono le polpette per 10 minuti in acqua fredda. Poggiate metà pomodorino su ogni polpetta e infilatelo con uno stuzzicadenti. Cuocete in forno già caldo a 200° per 5 minuti. Bagnate poi con il vino bianco e proseguite la cottura per altri 25-30 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire prima di servire.

venerdì 30 giugno 2017

MYSTERY BASKET MAGGIO-GIUGNO...IL VINCITORE!

MYSTERY BASKET MAGGIO-GIUGNO...IL VINCITORE!


Anche questa tappa del mystery basket contest è finito!
E' giunto il momento per Carla di cedere il testimone al nuovo vincitore.
Le ricette pervenute sono state poche ma buone e quindi come al solito scegliere il vincitore è stato difficile.
Come al solito abbiamo basato la scelta sul numero di ingredienti utilizzati e sull'originalità della proposta. 
Quindi rullo di tamburi...
il vincitore di questa tappa che ospiterà il contest per i mesi di luglio e agosto è:

Silvia del blog Mi piace e non mi piace

Mi sento però in dovere di menzionare anche Daniela che con le sue cheesecake al salame e marmellata di fichi si è classificata al secondo posto e ci ha reso ancora più difficile la decisione del vicnitore!

Faccio dunque i miei complimenti alla vincitrice e alla seconda classificata e vi do appuntamento a domenica 2 luglio da Silvia per scoprire i nuovi ingredienti del cestino!

giovedì 29 giugno 2017

CREMA FREDDA AL LIMONE IN BOTTIGLIA

CREMA FREDDA AL LIMONE IN BOTTIGLIA



Stamattina mi sono svegliata con una vena più sarcastica del solito...
Dovete sapere che qui, nella bassa reggiana al confine con la provincia di Modena, siamo "sopravvissuti" a diverse cose nel corso degli anni. In ordine più o meno cronologico si passa dal terremoto del 2012, all'emergenza neve per finire con il gelicidio dell'inverno scorso in cui non stavano in piedi nemmeno i gatti da tanto ghiaccio che c'era sulle strade. Ma la domanda che più ci assilla in questi giorni è: sopravviveremo a Vasco??
Eh sì perchè nei casi citati prima nessun "allarme" era scattato per tempo, ma in questo caso il comune si è adoperato per far sapere ai cittadini di non lasciare le proprie case dal venerdì pomeriggio alla domenica pomeriggio salvo che per recarsi al concerto o per gravi emergenze! 
Sì perchè l'uscita consigliata per raggiungere la zona è quella di Reggio in modo da intasare per bene tangenziale e via emilia. Ai residenti della zona è stato ordinato di gettare la spazzatura oggi perchè da domani a martedì (?) non ci saranno cassonetti disponibili. Uno dei centri commerciali più grandi della zona resterà chiuso per fungere da parcheggio...e qui io mi immagino questi poveretti che si dovranno fare 11 giorni di cammello sotto il sole per raggiungere il parco! Eh sì perchè la mia faccia sconvolta davanti alla notizia non è bastata e da sana masochista quale sono ho chiesto aiuto a google maps che ha sapientemente asserito che ci vuole solo 1 ora e 5 minuti a piedi per compiere il tragitto!
Ma la mia domanda più insistente è: PERCHE'? Mi sta bene che si voglia "battere" i concerti Campovolo di Ligabue, che sia un traguardo importante di una lunga carriera, che sia una star...ma perchè fare un concerto epico in un luogo che ha una viabilità pessima già nella vita quotidiana degli abitanti? Roba che per fare i 17km che ci separano dal parco in una qualsiasi giornata lavorativa ad orari di medio traffico ci impieghiamo 1 ora se siamo fortunati...sempre che non ci siano incidenti l'attesa in colonna è mediamente di 40 minuti per fare 4-5 km. Sì perchè è geniale creare parcheggi fuori dalla zona, ma pensare pure ad una navetta come fanno dalle altre parti no?! E ciliegina sulla torta gli abitanti della zona non posso pretendere di rientrare nelle loro case nella giornata in questione. Gli è stato "sapientemente" consigliato di farsi 3-4 giorni di ferie altrove per non subire i disagi...peccato però che già da una settimana si verifichino improvvisi black out in tutto il quartiere, guarda caso proprio in concomitanza con le prove...qui però l'amministrazione scende subito in campo dichiarando che i due avvenimenti non sono per nulla collegati! Eh sì perchè che figura barbina ci faremmo a dire pubblicamente che abbiamo invitato mille mila persone a casa nostra senza avere corrente sufficiente per tutti, parcheggi adatti e una rete stradale funzionante? Non ci resta che augurarci che le "voci di paese" abbiano ingigantito la questione!
Detto questo spero proprio che il concerto sia davvero epico, almeno per ricompensare chi, inconsapevolmente, si farà 2 ore e mezzo di cammino con 40° gradi per assistere all'evento!
Solo a pensarci mi viene un gran caldo quindi vi regalo una crema di limone velocissima e furbissima! Ci vogliono 4 ingredienti e una bottiglia vuota dell'acqua. Comoda da trasportare e da servire e poi...buonissima!!

200ml panna da montare
(io vegetale)
50gr succo di limone fresco
50gr zucchero a velo
50gr latte

E' importantissimo che la panna, il succo di limone, il latte e la bottiglia siano ben freddi.
In una ciotolina mescolate lo zucchero a velo con il succo di limone e il latte per ottenere un composto uniforme e senza grumi.
Versate nella bottiglia la panna (non montata) e il composto al limone. Chiudete e agitate per qualche minuto. Io ne ho impiagati circa 4. Riponete in frigo per almeno 20 minuti. Riprendete la bottiglia e versate direttamente la vostra crema fredda al limone nei bicchieri di servizio.






martedì 27 giugno 2017

CURRY DI VERDURE AL LATTE DI COCCO

CURRY DI VERDURE AL LATTE DI COCCO


Oggi il clima è perfetto, non troppo caldo, ventilato e sole alternato a nuvole. Insomma dopo giorni di caldo afoso finalmente ho riacceso i fornelli per preparare un piatto gustoso e colorato per sfruttare al meglio le verdure di stagione. Il curry di verdure è un piatto che adoro, semplice ma saporito e profumato che apprezzo molto come piatto unico accompagnato da del riso al vapore.
Potete optare per le verdure che più preferite. Io ho utilizzato peperoni gialli, carote, patate e zucchine. 

500gr verdure (io carote, peperoni, patate e zucchine)
1 cucchiaino scarso di zenzero in polvere
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1/2 cucchiaio di cumino
1/2 cucchiaio di curcuma
1-2 cucchaini di curry
una spolverata di peperoncino (o 1 peperoncino fresco)
250ml latte di cocco

per servire
riso  al vapore

Lavate e mondate tutte le verdure e tagliatele a cubetti abbastanza omogenei. In una casseruola scaldate l'olio con le spezie e il peperoncino tritato. Unite le verdure e rosolate per qualche istante. Aggiungete il latte di cocco e 1 tazza di acqua. Cuocete, mescolando spesso, fino a che non raggiungerà la giusta cremosità. Ci vorranno circa 25 minuti. Servite il curry di verdure al latte di cocco con del riso al vapore.
E' ottimo anche tiepido.




lunedì 26 giugno 2017

GNOCCHETTI DI PATATE CON VERDURE

GNOCCHETTI DI PATATE CON VERDURE


Oggi qui il caldo è un po' meno afoso, il cielo è nuvoloso e tira un leggero venticello. Dopo giorni di piatti rigorosamente freddi abbiamo optato per qualcosa di un po' più "cucinato" e quindi ecco un coloratissimo piatto di gnocchetti con le verdure!
Ho utilizzato peperoni, zucchine, pomodori e carote e ho completato il tutto con una grattugiata abbondante di ricotta. Un piatto tutto sommato veloce ma super gustoso che racchiude tutto il sapore che adoro dell'estate.

per 2 persone

1 zucchina
1 carota
1 peperone giallo
5-6 pomodorini
250gr gnocchetti di patate
olio e.v.o.
sale
pepe
ricotta salata

Lavate e mondate le verdure e tagliatele a cubetti uniformi e piuttosto piccoli. Scaldate un filo di olio in una padella e cuocete le verdure, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua se necessario, fino a che diventeranno morbide. Aggiustate di pepe e sale (io non ne ho aggiunto in quanto la ricotta è già molto saporita). Cuocete gli gnocchetti in abbondante acqua salata, scolateli non appena vengono a galla e saltateli con le verdure per qualche istante. Completate con una grattugiata abbondante di ricotta e servite.

venerdì 23 giugno 2017

MOZZARELLA RIPIENA DI VERDURE

MOZZARELLA RIPIENA DI VERDURE


Oggi fa un caldo infernale! Accendere i fornelli è una mezza sauna quindi voglio suggerirvi qualcosa di fresco e veloce che risolve la cena con un pizzico di fantasia. E' un piatto unico ma al contrario! Siamo abituati a vedere verdure ripiene di ogni cosa...oggi invece riempiamo la mozzarella con le verdure!
Io ho usato asparagi, carote e zucchine perchè era ciò che il mio frigo offriva, ma potete optare per le verdure che più amate.

per 2 persone

2 mozzarelle di bufala (quelle grandi)
4-5 asparagi
1 carota grande
1 zucchina
sale
pepe
olio e.v.o.
basilico

Mondate gli asparagi e tagliateli a rondelle tenendo da parte le punte. Mondate anche carota e zucchina e tagliate il tutto a cubetti piccoli e omogenei. Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e saltate le verdure per una decina di minuti in modo che siano cotte ma non mollicce. Unite poi le punte di asparago e completate la cottura ancora per qualche minuto. Aggiustate di sale e pepe e lasciate raffreddare. Unite il basilico spezzettato e mescolate il tutto. Scolate le mozzarelle, tagliate la calotta e tenetela da parte. Incidete l'interno e scavatelo con l'aiuto di un cucchiaino. Riempite le mozzarelle con le verdure e coprite con la calotta che avete tenuto da parte. Fissate il tutto con uno stuzzicadenti e servite. Accompagnato con del pane e magari qualche verdura cruda è un ottimo piatto unico, fresco e velocissimo!

mercoledì 21 giugno 2017

POMODORINI AL FORNO CON FETA E OLIVE

POMODORINI AL FORNO CON FETA E OLIVE


Oggi Idea Menù vi propone un menù tutto in rosso! L'estate è la stagione dei mille colori di frutta e verdura e noi vogliamo omaggiarla con un tripudio di rosso dall'antipasto al dolce.
Io ho preparato un secondo che vedo benissimo anche come piatto da asporto se la feta e le olive vengono aggiunte a freddo. Un secondo gustoso e leggero, perfetto per una serata di inizio estate!

per 4 persone

1kg di pomodorini
1 cucchiaio di olio e.v.o.
origano
sale
1 cucchiaino di zucchero
pepe
timo

per completare
200gr feta
80gr olive a rondelle

Foderate una teglia con della carta forno. Lavate accuratamente i pomodorini, tagliateli a metà e disponeteli sulla teglia in modo che non si sovrappongano. Conditeli con sale, pepe, zucchero, origano, timo e olio e.v.o. Preriscaldate il forno a 200° e fate cuocere per 40 minuti circa girandoli a metà cottura. Aggiungete la feta a cubetti e le olive e cuocete ancora per 10 minuti. Sfornate e serviteli tiepidi.
Se volete prepararli per un pranzo fuori vi consiglio di aggiungere la feta e le olive quando i pomodorini saranno a temperatura ambiente. 

Ecco il resto del menù:
da Consuelo l'antipasto: dip di barbabietole rosse e menta
da me il secondo
da Carla la 5° portata: pomodori gratinati al forno





AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...