domenica 28 febbraio 2016

RADICCHIO IN CROSTA CON SPECK

RADICCHIO IN CROSTA CON SPECK


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Come promesso oggi ecco una nuova ricetta con il radicchio. Si tratta sempre di radicchio rosso tardivo. Questa volta l'ho impiegato per un furbissimo e sfizioso antipasto. Si prepara in pochi minuti e con solo 3 ingredienti, poi dritto in forno! E' ottimo sia caldo che freddo. L'idea è stata "rubata" alla mamma di Michele che lo stava preparando lunedì per pranzo. Noi a causa di un imprevisto siamo dovuti scappare prima di poterlo assaggiare perciò l'ho preparato ieri a casa!

1 rotolo di pasta sfoglia
3 radicchi rossi tardivi
12 fette di speck
latte qb per spennellare

Lavate il radicchio e tagliatene onguno in 4 parti in modo da ricavare degli spicchi. Eliminate parte della radice. Avvolgete ogni spicchio con un fetta di speck. Ricavate delle striscioline di pasta sfoglia con la rotella dentata e avvolgetele intorno al radicchio bardato di speck. Disponetele in ordine su una teglia rivestita di carta forno  e spennellate con latte o uovo sbattuto. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti circa. Sfornate e servite tiepido o freddo.

sabato 27 febbraio 2016

SCHIACCIATA CON FETA E POMODORINI CONFIT

SCHIACCIATA CON FETA E POMODORINI CONFIT


Buon sabato e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio proporvi una schiacciata veloce e saporita, perfetta per quando si ha poco tempo ma si ha voglia di focaccia. L'ho farcita con pomodorini semi secchi e feta sbriciolata. In poco più di 30 minuti avrete preparato e cotto la focaccia per cena!

per la pasta
250g farina 0
120ml acqua frizzante
30ml olio di oliva
sale

per la farcia
200gr feta
10 pomodorini
sale
pepe
origano
olio evo

 Lavate i pomodorini e tagliateli a metà. Disponeteli su una placca rivestita di carta forno e conditeli con sale, pepe e origano. Completate con un filo di olio e infornate a 200° per 15 minuti. In una ciotola mescolate la farina con il sale, unite poi l'olio e l'acqua e create un impasto morbido ma non appiccicoso. Dividetelo in due parti uguali e stendetelo in due sfoglie sottili. Disponete una sfoglia su una teglia rivestita di carta forno, farcite con i pomodorini e la feta sbriciolata e coprite con la seconda sfoglia. Fate dei taglietti in superficie e spennellate con un po' di olio. Infornate a 200° in modalità ventilata per 10-15 minuti. Sfornate e servite tagliata a pezzi.



venerdì 26 febbraio 2016

PENNE CON SALSICCIA E RADICCHIO

PENNE CON SALSICCIA E RADICCHIO


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi è un giorno strano...un misto di tristezza e felicità si alterna nelle mie emozioni. E' passato un anno, un anno da quella notte in bianco, dall'ansia che qualcosa durante l'operazione potesse andare storto, un anno da quel senso di felicità che il giorno fosse arrivato, un anno dal terrore di entrare in sala operatoria, un anno da quel dolore lancinante a cui non davano sollievo nemmeno le flebo di antidolorifico. Un anno dopo questo giorno rimane un po' speciale. Per fortuna tutto, o quasi, è andato come previsto. Per fortuna nulla è andato storto e in poco più di un'ora è finito tutto. Per fortuna ora la mia vita è ricominciata quasi da capo, la schiavitù di quel piccolo sassolino è finita e il piacere di uscire, viaggiare e stare in compagnia è ripreso. In un anno, dopo un mesetto di riposo forzato e asparagi e carciofi ogni giorno per depurare dalla quantità spaventosa di medicine, la mia vita è tornata come prima o forse un po' meglio. In un anno le cicatrici sul pancino ormai non si vedono più, ogni tanto sento tirare dentro, dove hanno rimosso la cistifellea, soprattutto durante i giorni di brutto tempo, ma ormai il peggio è passato e andrà sempre meglio. Qualche problemino di pancia e di memoria sono rimasti, non lo nascondo, ma a confronto del prima sono assolutamente sopportabili.
Vi chiederete perchè a una giornata così ho associato una ricetta. Ebbene ci ho pensato molto, volevo anche fare un giorno di silenzio, ma alla fine la scelta migliore mi è sembrata quella di festeggiare questo "anniversario" con un piatto simbolo di tutto ciò che per quasi 3 anni mi era stato vietato. Questo è il piatto simbolo della salute riacquistata dopo tanti dolori e dopo tante coliche. 
Io adoro la pasta, condita quasi in ogni modo, ma dopo anni di pasta all'olio capirete anche voi che inizia a disgustare. In questo piatto invece la mia adorata pasta incontra del radicchio tardivo, dolce e profumato, della salsiccia, carne di maiale che ho ripreso a riuscire a mangiare giusto da pochi mesi e del parmigiano, formaggio stagionato assolutamente proibito prima. 
Preparatevi che questa non sarà l'unica ricetta a base di radicchio che troverete in questi giorni. Nel week end infatti siamo andati a casa di Michele e prima di partire ho fatto incetta di radicchio tardivo nel negozio di ortofrutta del paese! 

per 4 persone
100gr salsiccia
1 radicchio rosso tardivo
320gr penne
1/2 bicchiere di vino rosso
parmigiano grattugiato
pepe

In una padella ampia fate rosolare la salsiccia a pezzettini in modo che rilasci parte del suo grasso. Unite il radicchio lavato e tagliato a pezzettini. Cuocete per qualche minuto e poi sfumate con il vino rosso. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Saltate la pasta con il sugo e qualche mestolo di acqua. Completate con abbondante parmigiano grattugiato.

giovedì 25 febbraio 2016

DORAYAKI

DORAYAKI


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Oggi andiamo di dolce...la giornata è uggiosa, fa freddino e l'umore è un po' sotto le scarpe quindi non c'è niente meglio di una golosa merenda per tirarsi un po' su. Tempo 15 minuti e la merenda è servita. Con una bella tazza di the, o nel mio caso la mia bella scodella di tisana al finocchio, e la giornata prenderà una piega migliore!
Questo dolcetto ha spopolato nel web per diversi mesi, ora finalmente l'ho provato anche io!

per 16 frittelle
2 uova
50gr zucchero
100gr farina 00
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di lievito per dolci
3 cucchiai di acqua
nutella

In una terrina mescolate le uova con lo zucchero. Unite la farina e il lievito e sbattete con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete ora anche il miele e l'acqua. Mescolate bene fino ad ottenere una pastella fluida. Scaldate una padella antiaderente e versate una cucchiaiata di impasto lasciando che si allarghi da sola. Quando inizieranno a formarsi le bolle girate la frittella e fate cuocere ancora per pochi secondi. Procedete così fino ad esaurire la pastella. Farcite le frittelle con abbondante nutella e accoppiatele a due a due.

mercoledì 24 febbraio 2016

BRETZEL MORBIDI CON PANCETTA E FORMAGGIO

BRETZEL MORBIDI CON PANCETTA E FORMAGGIO


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi la rubrica idea menù vi proporrà uno speciale Street food. La mia scelta è ricaduta su dei bretzel morbidi che abbiamo comprato in una bancarella nella piazza da cui parte la cabinovia per raggiungere la fortezza di Salisburgo. Chi di voi ha avuto l'occasione di passarci la ricorderà sicuramente. Vieni infatti richiamato in quella direzione dal profumo e poi ti ritrovi cestoni di vimini pieni di bretzel dai gusti più disparati. Ricordo che c'erano quelli alle olive, quelli alla cipolla, quelli pancetta e formaggio e poi si passava a quelli dolci, primo fra tutti ricordo quello immerso nel cioccolato fuso. Ecco dunque che ho pensato di riprodurre uno dei gusti che abbiamo assaggiato quel giorno. La dimensione di quelli originali è diversa, sono veramente enormi! Io ho creato una versione ridotta ma ugualmente deliziosa!

per 10 bretzel
320gr farina 0
12gr lievito di birra fresco
100ml latte tiepido
100ml acqua 
20gr burro
15gr pancetta a cubetti
4gr sale
5gr zucchero

per completare
1,5l acqua
30gr bicarbonato
50gr pancetta a cubetti
emmental grattugiato

In una terrina disponete la farina, il sale e lo zucchero. Sciogliete il lievito nel latte tiepido. Unite ora il latte con il lievito alla farina e iniziate a mescolare. Unite ora anche l'acqua e lavorate il composto fino a quando si staccherà dalle pareti. Unite il burro morbido e la pancetta e continuate ad impastare per ottenere un composto liscio e omogeneo, non appiccicoso. Mettete a lievitare in un luogo caldo per 2 ore. Mettete in una pentola l'acqua e il bicarbonato e portate a bollore. Nel frattempo sgonfiate leggermente l'impasto e tagliatelo in 10 parti uguali. Formate delle biscioline e create la forma del bretzel. Stendete la bisciolina di fronte a voi, prendete il capo di destra e fategli formare un cerchio attaccandolo a 1/4 dal capo di sinistra, prendete ora il capo di sinistra e attaccatelo all'inizio del cerchio che abbiamo formato con il capo precedente. Procedete così con tutti i pezzi. Foderate una placca con carta forno e iniziate a cuocere un bretzel per volta immergendolo per 50 secondi nell'acqua bollente con il bicarbonato. Scolatelo con la schiumarola e disponetelo delicatamente sulla carta forno. Quando avrete terminato di bollirli tutti infornate a 200° per 12 minuti. Nel frattempo cuocete in padella la pancetta per la finitura e scolatela del grasso in eccesso. Sfornate ora i bretzel e cospargete la superficie di ognuno con la pancetta e il formaggio grattugiato. Infornate per altri 3 minuti. Cospargete con altro formaggio e cuocete ancora per 3 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire prima di servire.

Ecco le altre proposte di Street food

da Carla i Panzerotti 



martedì 23 febbraio 2016

NUTELLA HOME MADE

NUTELLA HOME MADE


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Cosa ne dite di addolcire un po' questo martedì?! Siete nel posto giusto!
La ricetta di oggi è la mia versione casalinga della nutella, o meglio crema spalmabile alle nocciole.
Ovviamente non contiene coloranti, conservanti e olio di palma.
Si prepara in poco tempo e si conserva per alcuni mesi in dispensa.

per 1 vasetto
80gr nocciole spellate
30gr zucchero di canna (per me Zefiro di canna)
5gr cacao amaro
25ml olio di semi
150gr cioccolata al latte

In un pentolino tostate la nocciole facendo attenzione che non brucino. Trasferitele ancora calde nel mixer e frullatele con lo zucchero di canna. Procedete a scatti raccogliendo di tanto in tanto i residui sui bordi. Frullate fino ad ottenere un crema. Trasferite la pasta di nocciole così ottenuta in una ciotola e unite il cacao amaro. Amalgamate bene per evitare i grumi. Unite ora l'olio sempre mescolando. Fate fondere a bagnomaria o in microonde il cioccolato al latte e unitelo pian piano al composto. Mescolate con una spatola fino ad ottenere un crema omogenea. Trasferitela nel barattolo, chiudete e fate rassodare per 2 ore in frigo. Quando la crema ha raggiunto la consistenza spalmabile desiderata è possibile conservarla in dispensa.

sabato 20 febbraio 2016

RAVIOLI SENZA UOVA CON RICOTTA E FUNGHI

RAVIOLI SENZA UOVA CON RICOTTA E FUNGHI


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Oggi vi propongo un piatto perfetto per il pranzo della domenica. Come ben sapete io ho qualche problemino con le uova, non sono allergica, ma se le evito è meglio. A casa mia i ravioli sono un piatto immancabile e quindi ho pensato di prepararne una versione adatta anche a chi non mangia uova. Come ripieno ho deciso di stare sul leggero e quindi ho optato per funghi trifolati e ricotta. Li ho serviti infine con la salsa di noci che vi ho proposto giovedì.

per la pasta
140gr semola rimacinata di grano duro
80gr acqua tiepida
un pizzico di sale

per la farcia
150gr funghi trifolati
150gr ricotta
sale
pepe

per condire
salsa di noci

Preparate la pasta mettendo la farina in una ciotola. Aggiungete il sale e man mano l'acqua iniziando ad impastare fino ad ottenere un impasto dalla consistenza simile a quella della pasta all'uovo. Avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare per 30 minuti. Tritate grossolanamente i funghi trifolati e mescolateli con la ricotta. Aggiustate di sale e pepe. Stendete la pasta con la macchinetta piuttosto sottilmente. Disponete su un lato dei mucchietti di farcia e richiudete con l'altra metà della sfoglia. Sigillate bene i bordi facendo fuoriuscire l'aria e tagliate i ravioli con la rotella dentata. 



Disponeteli man mano su un vassoio di cartone. Cuocete i ravioli per qualche minuto in acqua bollente salata e conditeli con il pesto di noci. Trovate la mia ricetta per prepararlo qui.


giovedì 18 febbraio 2016

SALSA DI NOCI

SALSA DI NOCI


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio proporvi una ricetta base per una salsa perfetta in questa stagione. La salsa di noci è un condimento tipico della liguria a base di noci appunto. E' davvero semplice da realizzare e dona un tocco unico a qualsiasi pasta.

100gr gherigli di noce
2 fette di pan carrè
30gr parmigiano
3 cucchiai di olio
100gr latte
sale

Spezzettate le fette di pane e fatele ammorbidire nel latte. Spezzettate i gherigli di noce e metteteli nel mixer insieme al pane strizzato, il parmigiano e l'olio. Frullate il tutto e regolate di sale. Unite un pochino di latte in modo da avere una salsa cremosa e omogenea. Tenete in frigo fino al momento di condire la pasta.



mercoledì 17 febbraio 2016

MUFFIN LIGHT CON UVETTA E ALBUMI

MUFFIN LIGHT CON UVETTA E ALBUMI


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Moroso a dieta significa ricerca di ricettine light. Io sono fermamente convinta per iniziare bene la giornata una dolce colazione sia fondamentale e quindi ecco i miei muffin con uvetta e albumi. Sono semplici e veloci da realizzare e uno è perfetto per una colazione equilibrata insieme ad un bel latte macchiato. 


80gr albumi (circa 2)
70gr farina 00
70gr zucchero
60gr fecola o maizena
30gr olio di semi
50ml latte scremato
1/2 bustina di lievito per dolci
30gr uvetta

Ammollate l'uvetta in un bicchiere di acqua tiepida. In una terrina mescolate le farina con lo zucchero e il lievito. Unite man mano l'olio e il latte e mescolate in modo da evitare i grumi. Montate gli albumi a neve e incorporateli al composto mescolando dal basso verso l'alto. Unite infine l'uvetta sgocciolata. Con un dosatore per gelato riempite degli stampini per muffin. Infornate a 180° per 15-20 minuti. 

martedì 16 febbraio 2016

PAN BAULETTO HOME MADE

PAN BAULETTO HOME MADE


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio proporvi una ricetta base per avere un pane soffice e delizioso. Il pan bauletto è un lievitato soffice e perfetto sia per la colazione insieme a della marmellata sia per dei deliziosi panini o come accompagnamento a un secondo. Io vi confesso che quello del supermercato faccio fatica a mangiarlo, l'odore di alcool che emana di infastidisce moltissimo e spesso lo tosto per ovviare a questo mio problemino. Ovviamente nel mio pan bauletto home made non troverete odore di alcool ed è ottimo anche fresco. Si conserva bene per un paio di giorni chiuso in un sacchetto in modo che non perda la sua naturale umidità. Credo ci sia ancora margine di miglioramento per quanto riguarda l'aspetto però è davvero delizioso!

per uno stampo da plumcake da 30cm

500gr farina 0
150ml acqua
100ml latte tiepido
12gr lievito di birra
40ml olio di semi
1 cucchiaio di miele
2 cucchiaini di sale

Sciogliete il lievito nel latte tiepido. In una terrina disponete la farina e unite il latte con il lievito. Iniziate a mescolare e unite l'acqua. Quando sarà assorbita unite anche l'olio, il miele e il sale. Impastate bene fino ad ottenere un panetto omogeneo. Coprite con la pellicola e fate lievitare in un luogo caldo per 2 ore circa. Riprendete l'impasto e stendetelo delicatamente per formare un rettangolo. Arrotolatelo su se stesso per formare un salsicciotto della lunghezza dello stampo. Disponetelo nello stampo e fate lievitare ancora per 1 ora. Spennellatelo con un po' di latte e infornate a 170° per 35 minuti circa. Appena uscito dal forno spennellatelo con altro latte e fatelo raffreddare coperto con un canovaccio umido. 


lunedì 15 febbraio 2016

RISOTTO MELE E SPECK

RISOTTO MELE E SPECK


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Manca solo una ricorrenza alla fine di questo mese, cioè il compleanno di Michele domenica. Oggi dunque voglio tornare a proporvi piatti più semplici e veloci, adatta al menù di tutti i giorni o magari per stupire con semplicità i vostri commensali. Ultimamente mi sono un po' fissata sull'impiego della frutta nei piatti salati. Ecco dunque un risotto che ho fotografato qualche mese fa ma che nel frattempo ho rifatto diverse volte perchè l'abbinamento è davvero delizioso.

per 2 persone
160gr riso
1l brodo vegetale
1 mela
80gr speck a striscioline
pepe
1/2 bicchiere di vino bianco

Lavate la mela accuratamente e tagliate sei fettine sottili che metterete da parte per la decorazione. Tagliate a cubetti non troppo grandi il resto della mela. In una risottiera tostate il riso. Sfumate con il vino bianco e unite lo speck e la mela. Portate a cottura il riso a fuoco medio mescolando di tanto in tanto e aggiungendo brodo caldo al bisogno. Spegnete, unite un filo di olio e una macinata di pepe e servite decorando con le fettine di mela 

mercoledì 10 febbraio 2016

GAMBERONI ALL'ARANCIA PER IL MENU' AFRODISIACO

GAMBERONI ALL'ARANCIA PER IL MENU' AFRODISIACO


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Carnevale è passato e la settimana di San Valentino è iniziata quindi oggi Idea Menù vi vuole proporre un menù afrodisiaco. Ormai da tempi immemori ad alcuni alimenti vengono associate proprietà afrodisiache, tra questi possiamo annoverare sicuramente cioccolato, peperoncino, champagne, molluschi in genere e molti altri alimenti. Se le proprietà afrodisiache siano vere o immaginarie non ci riguarda molto, io sono convinta che una bella cenetta leggera e curata sia perfetta per festeggiare il giorno degli innamorati. Questa volta io dovevo preparare il secondo e ho optato per dei gamberoni all'arancia. Si preparano in poco tempo, con una sola padella e sono davvero deliziosi. Ovviamente vi conviene pulire i gamberoni in anticipo perchè accogliere la vostra dolce metà con le mani da pesce non è il massimo! Noi addirittura abbiamo preparato i piatti che vi proporrò quest'anno insieme con un sottofondo di buona musica.

per 2 persone
400gr gamberoni
20gr burro
2 arance
brandy
sale

Lavate e sgusciate i gamberoni. Lavate anche un'arancia, meglio se biologica, e tagliatela a fette, ve ne serviranno circa 8. Mettete il burro in una padella e fatelo sciogliere lentamente. Unite le fette di arancia e fatele caramellare leggermente. Mettetele da parte e aggiungete in padella i gamberoni. Sfumate con il liquore e con il succo di mezza arancia. Salate e cuocete per qualche minuto. Sollevate i gamberi dalla padella e serviteli subito adagiati sulle fette di arancia.

Ecco il resto del menù:
da Tania l'antipasto: crema afrodisiaca di avocado
qui da me il secondo

martedì 9 febbraio 2016

INTRIGONI AL CACAO

INTRIGONI AL CACAO


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Oggi è martedì grasso e quindi si va di frittura. Dopo gli intrigoni classici oggi vi propongo la versione al cacao. La scorsa volta ho dimenticato di spiegarvi la funzionalità dell'aceto. Mi è stato consigliato di aggiungerlo agli impasti fritti sia dolci come questo che salati (il gnocco fritto) perchè evita che venga assorbito l'olio o lo strutto durante la frittura.

500g di farina
4 uova intere
Scorza grattugiata di 1 limoni
70gr burro
300gr zucchero
1 cucchiaino di aceto
1 bicchierino di sassolino
1/2 bustina di lievito per dolci
70gr cacao amaro
strutto o olio di semi per friggere

Disponete la farina a fontana insieme al cacao amaro, unite il lievito e lo zucchero. Rompete al centro le uova e aggiungete il burro fuso. Iniziate a mescolare e unite poi anche l'aceto, il liquore e la scorza del limone. Formate un impasto morbido ed omogeneo. Iniziate a stendere dei pezzi di impasto, tagliate dei rettangoli e fate un'incisione nel centro. Ripiegate la pasta dentro all'incisione e disponeteli su dei vassoi di cartone leggermente infarinati. Per la frittura potete scegliere voi se utilizzare olio o strutto. Scaldate l'olio o lo strutto e immergete pochi intrigoni alla volta fino a che sono dorati. Ricordate di girarli durante la cottura. Scolateli su carta assorbente e lasciate raffreddare prima di servirli.



domenica 7 febbraio 2016

TORTA DI COMPLEANNO PEPPA PIG

TORTA DI COMPLEANNO PEPPA PIG


Buona domenica e ben tornati nella mia cucina! Come avete trascorso questa giornata? Noi di relax dopo la stupenda cena in maschera di ieri! 
Come promesso eccomi a mostrarvi la torta di compleanno di Chiara. Questa è quella che ho realizzato lo scorso anno, quest'anno invece abbiamo optato per una maschera utilizzando la stessa base. La realizzazione non è molto complicata, la cosa più ostica è la realizzazione dei personaggi in pasta di zucchero.
Come base ho utilizzato due pan di spagna senza uova che trovate qui.

2 pan di spagna senza uova

per la farcia
100gr nutella
200gr panna montata (io ho usato quella vegetale)

per la bagna
200ml acqua
3 cucchiai di zucchero
1/2 bacca di vaniglia o aroma vaniglia

per completare
kit kat
smarties
100gr panna montata

Preparate i pan di spagna senza uova e lasciateli raffreddare completamente. In una terrina mescolate la Nutella morbida con la panna montata per ottenere una specie di mousse. Preparate la bagna facendo sciogliere lo zucchero nell'acqua, unite la vaniglia e portate a bollore. Spegnete e lasciate raffreddare. Adagiate il primo pan di spagna su un vassoio per torte, bagnate abbondantemente con lo sciroppo preparato precedentemente e spalmate la mousse di panna e Nutella in modo uniforme. Coprite ora con il secondo pan di spagna. Infilate ai quattro angoli della torta degli spiedini in modo che rimanga ben salda e tagliateli a misura. Con una spatola spalmate la panna montata rimasta sui bordi e sulla superficie della torta in modo da livellarla bene. Decorate il bordo con i kit kat attaccandoli alla panna che avete spalmato precedentemente. Aggiungete un nastrino colorato per fissare bene il tutto. Poco prima di servire completate con gli smarties.




sabato 6 febbraio 2016

PAN DI SPAGNA SENZA UOVA

PAN DI SPAGNA SENZA UOVA


Buon sabato e ben tornati nella mia cucina! Come vi avevo accennato martedì questo mese sarà ricco di eventi. Il primo è già stato superato con successo e quindi eccomi a proporvi la base per la torta di Chiaretta che vi mostrerò finita domani. Questa base è davvero semplice da realizzare, adatta anche a chi è intollerante a uova e lattosio e direi anche per i vegani. 

per uno stampo da 26cm

200gr farina
100gr fecola
1 bustina di lievito vanigliato
180gr zucchero
100ml olio di semi
250ml acqua
scorza grattugiata di un limone

In una terrina setacciate le due farine con il lievito. Unite lo zucchero e l'olio. Iniziate a mescolare e aggiungete man mano l'acqua mescolando per evitare i grumi. Io solitamente metto acqua frizzante perchè secondo me rende l'impasto più soffice ma è una mia scelta. Unite infine la scorza grattugiata del limone. Ungete una teglia e versate all'interno il composto. Infornate in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di sformarla.

venerdì 5 febbraio 2016

BROWNIES ALLA NUTELLA

BROWNIES ALLA NUTELLA


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi è il World Nutella Day e quindi per l'occasione voglio proporvi una ricetta golosissima e veloce proprio a base di Nutella. Correte dunque a comprare gli ingredienti e rendete anche voi più goloso questo vernedì!

200g Nutella
100gr zucchero di canna (io Zefiro di canna)
3 uova
70gr farina
1 bustina di vanillina
90gr burro fuso
100gr nocciole

In una terrina mescolate la Nutella con le uova fino ad ottenere una cremina. Unite ora la farina, la vanillina, lo zucchero e il burro ormai tiepido. Continuate ad amalgamare per rendere il tutto omogeneo. Infine aggiungete anche le nocciole. Foderate con carta forno una teglia rettangolare non troppo grande (la mia era 25cm) e versate all'interno il composto. Infornate a 180° per 40 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare. Tagliate dei cubetti e servite.

martedì 2 febbraio 2016

INTRIGONI

INTRIGONI


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Il mese di febbraio da qualche anno è un continuo di dolci e avvenimenti in questa casa. Il carnevale è già iniziato, domani è il compleanno di Chiara, poi San Valentino e dopo pochi giorni il compleanno di Michele. Insomma rassegnatevi a vedere diverse golosità da queste parti nei prossimi giorni. Inizio oggi con le chiacchiere classiche.
La ricetta è della nonna di una compagna di asilo di Chiara, anche se in realtà ormai la consideriamo un po' nonna anche nostra. Sabato scorso infatti ho avuto il piacere di preparare questo dolce insieme a lei. 

500g di farina
4 uova intere
Scorza grattugiata di 1 limoni
70gr burro
125gr zucchero
1 cucchiaio di aceto(per non far assorbire l’olio durante la frittura)
1 bicchierino di sassolino
1 bustina di lievito vanigliato
strutto o olio di semi

Disponete la farina a fontana, unite il lievito e lo zucchero. Rompete al centro le uova e aggiungete il burro fuso. Iniziate a mescolare e unite poi anche l'aceto, il liquore e la scorza del limone. Formate un impasto morbido ed omogeneo. Iniziate a stendere dei pezzi di impasto, tagliate dei rettangoli e fate un'incisione nel centro. Ripiegate la pasta dentro all'incisione e disponeteli su dei vassoi di cartone leggermente infarinati. Per la frittura potete scegliere voi se utilizzare olio o strutto. Io generalmente prediligo l'olio ma in questo caso abbiamo utilizzato lo strutto. Scaldate l'olio o lo strutto e immergete pochi intrigoni alla volta fino a che sono dorati. Ricordate di girarli durante la cottura. Scolateli su carta assorbente e lasciate raffreddare prima di servirli.

Nei prossimi giorni metterò anche la versione al cacao!



lunedì 1 febbraio 2016

INSALATA DI FINOCCHI, ARANCE E OLIVE NERE

INSALATA DI FINOCCHI, ARANCE E OLIVE NERE


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio proporvi una ricettina velocissima, fresca, sana e gustosa. L'idea l'ho copiata dalla mamma di una mia cara amica che l'ha preparata come contorno per un pranzo, io ho aggiunto le olive nere che a mio parere danno un tocco amarognolo che sta davvero bene. Siete pronti a fare un pieno di vitamine e perchè no depurarsi un po' dopo gli eccessi del weekend?

per 3 persone
1 finocchio
2 arance
100gr olive nere
olio evo

Lavate il finocchio e affettatelo in fette non troppo spesse. Sbucciate le arance a vivo. Eliminate con un coltellino affilato la buccia sopra e sotto, appoggiatevi su un tagliere e iniziate ad eliminare la buccia anche intorno avendo cura di eliminare la pellicina esterna e infine incidete ogni spicchio in modo da prelevarlo senza la pellicina laterale. In un piatto da portata disponete il finocchio e gli spicchi di arancia, ultimate con le olive e un filo di olio.

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...