sabato 30 gennaio 2016

PIZZA AL MICROONDE CON GLI SFILACCI

PIZZA AL MICROONDE CON GLI SFILACCI


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Sabato equivale a pizza e quindi oggi voglio proporvi una pizza un po' diversa dal solito. La prima cosa particolare è la farcitura infatti gli sfilacci danno un gusto particolare e affumicato a questa pizza. La seconda particolarità è la cottura infatti ho provato a cuocerla in microonde e devo dirvi che il risultato non è paragonabile alla cottura in forno a legna ma è piuttosto buona, si risparmia tempo e elettricità!

per la pasta

250gr farina
150ml acqua frizzante
1/4 cubetto di lievito
10gr olio
5gr sale

per farcire

passata di pomodoro
mozzarella
sfilacci di cavallo

In una ciotola capiente versate la farina. Sciogliete il lievito in metà dell'acqua e versatelo al centro della farina. Iniziate ad impastare e unite la restante acqua, il sale e infine l'olio. Formate un panetto omogeneo e mettete a lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio. Una volta lievitato dividete la pasta in due panetti. Stendetela della dimensione del piatto crisp del vostro forno a microonde. Disponete la pasta stesa all'interno del piatto crisp, spalmate la passata di pomodoro e la mozzarella a pezzetti. Cuocete la pizza in forno a microonde con cottura combinata per 8-10 minuti. Controllate comunque spesso visto che ogni forno cuoce diversamente. Io ho cotto per 5 minuti e poi per altri 2 e via così fino a cottura completa. Sfornate e farcite con gli sfilacci di cavallo e servite. Procedete nello stesso modo con l'altra metà dell'impasto.

venerdì 29 gennaio 2016

LEMON CURD AL MICROONDE

LEMON CURD AL MICROONDE


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! In questi giorni il nostro umore è un grigio, ho deciso allora di portare il sole in casa dentro un vasetto. Ebbene sì questa crema è un vero raggio di sole nella vostra giornata, una delizia che si prepara in 10 minuti, si conserva in frigo ed è pronta per mettervi di buon umore in ogni momento. Sarà che io amo i dolci con il limone, sarà che si prepara in pochissimo tempo, sarà che serve solo una ciotola per farla...insomma non ho resistito. Avevo un limone delle piante del nonno in casa e in quattro e quattr'otto ho preparato il dessert!
Procuratevi il necessario e preparatela, ne vale davvero al pena!
Il lemon curd è una crema di origine inglese, perfetta per farcire torte, da mangiare sul pane e anche a cucchiaiate!

1 uovo
Scorza grattugiata di 1 limone
35gr burro fuso
85gr zucchero
65ml succo di limone fresco

In una ciotola adatta la microonde sbattete l'uovo con lo zucchero. Unite il burro fuso (tiepido), la scorza del limone e il succo. Mescolate bene e mettete in forno a microonde a massima potenza per 1 minuto. Mescolate e cuocete per un altro minuto. Mescolate nuovamente e cuocete per 30 secondi. Proseguite mescolando e cuocendo per altre 3-4 volte. La crema deve addensarsi un po', ma non troppo perchè raffreddandosi si addenserà ancora. Versate la crema ottenuta nei vasetti e lasciate raffreddare completamente. Conservatela in frigo per 2 settimane al massimo.



giovedì 28 gennaio 2016

GNOCCHI GRATINATI AI FORMAGGI

GNOCCHI GRATINATI AI FORMAGGI


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Come nel celebre detto giovedì gnocchi e quindi ecco per voi una versione gustosa e adatta al clima rigido del periodo. In una giornata fredda e piovosa questo è il modo migliore per rendere più positivo il nostro umore. Più o meno in 35 minuti sarà pronto e scalderà il vostro pancino e il vostro cuore deliziando il palato!

per 3-4 persone
500gr gnocchi
80gr gorgonzola dolce
100gr taleggio
40gr parmigiano
15gr farina
300ml latte
20gr burro
sale
pepe

Tagliate a dadini il gorgonzola e il taleggio e metteteli da parte. In una padella fate sciogliere il burro, unite la farina e mescolate. Aggiungete anche il latte e cuocete per circa 5 minuti mescolando. Abbassate la fiamma e unite i formaggi a cubetti. Fate sciogliere lentamente mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiustate di pepe. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli e passateli in padella insieme alla salsa ai formaggi. Trasferite il tutto in una teglia grande o in tegliette monoporzione. Spolverizzate la superficie con il parmigiano grattugiato e infornate a 180° con modalità ventilata per 20 minuti. 



mercoledì 27 gennaio 2016

BOMBOLONI AL FORNO CON NUTELLA

BOMBOLONI AL FORNO CON NUTELLA


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Eccoci con un nuovo appuntamento con Idea Menù. Oggi il tema è il carnevale. Dopo lo speciale dolci che vi abbiamo proposto lo scorso anno, questa volta abbiamo pensato ad un intero menù a tema. Qui da me trovate la portata più facile, il dolce appunto, ma per non proporvi i fritti tradizionali del periodo ho deciso di optare per dei bomboloni al forno. Sono davvero soffici e gustosi. Io ho optato per un goloso ripieno di nutella, ma marmellata o crema pasticcera di staranno benissimo ugualmente!

per 5 bomboloni

per il lievitino
10gr farina 0
10gr zucchero (io Eridania Classico)
70ml latte tiepido
5gr lievito di birra

per l'impasto
200gr farina 0
1 tuorlo
40ml latte
25gr burro fuso
sale
scorza grattugiata di un limone
35gr zucchero (io Eridania Classico)

per completare
1 albume
nutella, marmellata o crema pasticcera
zucchero a velo (io Velo Eridania)


Preparate il lievitino mescolando in una ciotola la farina e lo zucchero. Sciogliete il lievito nel latte tiepido e unitelo nella ciotola. Mescolate accuratamente con un cucchiaio in modo da non formare grumi, coprite con della pellicola e lasciate riposare per almeno 30 minuti in un luogo caldo. In una ciotola ampia mescolate la farina e lo zucchero. Unite poi il tuorlo, il burro fuso, la scorza di limone, il latte e il sale.Iniziate a mescolare e unite poi il lievitino. Impastate bene il tutto fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Coprite con la pellicola e lasciate lievitare per 2 ore circa o fino al raddoppio. Riprendete l'impasto e stendete con il mattarello una sfoglia di 5-6 mm. Ritagliate dei dischi con un bicchiere. Disponete un cucchiaino di ripieno al centro di metà dei dischi, spennellate i bordi con l'albume e ricoprite con gli altri dischi. Disponeteli su una teglia ricoperta di carta forno e lasciate lievitare ancora per 30 minuti. Cuocete i bomboloni in forno preriscaldato a 180° per 13-15 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire e servite spolverizzati di zucchero a velo.

Ecco il resto del menù:
da Manuela l'antipasto: Pasticcini salati
da Tania il primo: Farfalle arlecchino

lunedì 25 gennaio 2016

CROSTATA DI MELE E AMARETTI

CROSTATA DI MELE E AMARETTI


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Giovedì il blog ha compiuto 3 anni. Sono stati 3 anni intensi, ricchi di nuove opportunità e di crescita, sia personale che creativa. Ormai questa paginetta è diventata davvero insostituibile per me, un rifugio nei momenti no, un luogo di confronto e di festa nei momenti positivi. E' una parte della mia vita quotidiana, dove raccolgo successi e sconfitte, nuove scoperte, nuove amicizie e tantissimo sostegno da parte vostra. Non sarà molto ma a fine giornata, magari di una pessima giornata proprio come è stato questo giovedì per me, aprire la pagina e notare i silenzio che tante persone sono passate di qui, alcuni hanno lasciato le loro opinioni e a volte, perchè no, critiche o suggerimenti, è davvero una sensazione bellissima. Grazie a questa pagina ho conosciuto tante persone, molte di queste, sebbene io non le abbia mai incontrate di persona, le sento amiche, hanno conquistato un posticino del mio cuore e mi sento un po' partecipe dei loro successi e triste per le disavventure. Insomma credo che il bello di scrivere e curare un blog sia la famiglia virtuale che si crea al sua interno. Ecco perchè oggi, anche se un po' in ritardo, voglio festeggiare questo compleanno con voi, la mia famiglia virtuale, regalando ad ognuno di voi un pezzo di questo torta, semplice e casalinga, ma che ha raccolto grandi apprezzamenti anche dai palati più critici della famiglia!

per la pasta:
350gr farina 00
100gr burro
100gr zucchero
1 uovo
1/2 bustina di lievito
un pizzico di sale
scorza di un limone non trattato
2 cucchiai di latte

per la farcitura:
100gr marmellata di limoni
2 mele
100gr amaretti

In una terrina mescolate la farina con lo zucchero, il lievito, la scorza di limone e il sale. Unite poi il burro freddo a pezzettini e iniziate a mescolare. Unite infine l'uovo e solo se necessario il latte. Quando avrete ottenuto una pasta omogenea, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare per 30 minuti in frigo. Riprendete ora la pasta riposata, stendete una sfoglia utilizzando 2/3 della pasta e foderate uno stampo a cerniera di 26cm mantenendo i bordi alti almeno 2 cm. Spalmate sulla pasta la marmellata. Io ho utilizzato la marmellata di limoni che trovate qui, ma potete utilizzare una marmellata a vostra scelta. Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili. Distribuitele su tutta la superficie della crostata e ultimate mettendo gli amaretti sbriciolati. Stendete ora la pasta rimanente e coprite con essa la farcia. Sigillate bene i bordi e infornate in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.  

mercoledì 20 gennaio 2016

CROSTINI CON PATE' DI FUNGHI CHAMPIGNON

CROSTINI CON PATE' DI FUNGHI CHAMPIGNON


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi ripartiamo con la rubrica Idea Menù. Il primo menù di questo 2016 è un menù light. Io mi sono occupata dell'antipasto. Uno degli ingredienti che notoriamente hanno pochissime calorie sono i funghi. Da qui dunque l'idea di unirli a ricotta, prezzemolo e pepe per creare un delizioso patè. Si prepara molto velocemente e se consumato con una quantità moderata di pane non è nemmeno troppo calorico.

100gr funghi champignon
30gr ricotta o robiola
prezzemolo tritato
1/4 di bicchiere di vino bianco
pepe
sale
crostini
olio evo

Pulite i funghi e eliminate il terriccio sul gambo. Tagliateli a fettine. In una padella antiaderente scaldate un cucchiaino di olio, unite i funghi e sfumate con il vino. Lasciate evaporare mantenendo alto il fuoco, salate e pepate. Unite il prezzemolo e mettete da parte in modo che diventino tiepidi. Tagliate a fettine non troppo sottili una baguette, ponetele sulla placca del forno e passatela al grill per qualche minuto facendo attenzione che non bruci. Mettete nel frullatore i funghi con la ricotta, frullate il tutto fino ad ottenere un patè morbido ma non liquido. Servite il patè spalmato sui crostini.


Ecco il resto del menù:
da me trovate l'antipasto
da Carla il primo: Zuppa nera
da Tania il secondo: Melanzane ripiene di carne


martedì 19 gennaio 2016

GIRELLE DI CARNE CON PROSCIUTTO E PROVOLA

GIRELLE DI CARNE CON PROSCIUTTO E PROVOLA


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio proporvi un piatto sfizioso per cena. L'ispirazione di questa ricetta è arrivata davanti al banco del macellaio. Nella preparazione ricordano il polpettone, piatto casalingo per eccellenza, ma la cottura è molto più veloce. 

per 4 persone

300gr macinato di manzo magro
1 uovo
pane grattugiato
sale
pepe
noce moscata
100gr prosciutto cotto
100gr provola a fette

In una terrina mescolate la carne macinata con l'uovo, il pane grattugiato, sale, pepe e noce moscata. Se necessario unite anche qualche cucchiaio di latte. Dovrete ottenere un composto morbido e lavorabile. Stendete la carne formando un rettangolo su un foglio di carta forno. Disponete su tutta la superficie il prosciutto cotto e la provola a fette. Arrotolate ben stretto aiutandovi con la carne e mettete in frigo a rassodare per almeno 1 ora. Riprendete il rotolo e tagliate dell fette alte circa un dito. Adagiatele sulla placca rivestita di carta forno e cuocete a 180° per 15 minuti circa. In alternativa potete cuocere le girelle in padella con un filo di olio. Servitele calde con un contorno a piacere. Noi abbiamo abbinato delle patate arrosto.

lunedì 18 gennaio 2016

SBRICIOLATA CON BUDINO DI RISO E AMARENE

SBRICIOLATA CON BUDINO DI RISO E AMARENE


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Un dolcetto per allietare il rientro del lunedì ci sta davvero bene. La mia proposta è questa sbriciolata resa particolare dal ripieno di riso. Dietro a questa torta c'è una storia simpatica...
Capita che alla mensa interna dell'azienda dove lavora Michele vista la preparazione di porzioni abbondanti rimanga qualcosa.  Se nessuno lo vuole lo porta a casa dicendo " Tanto mia morosa qualcosa ce lo prepara!" Così che mi ritrovo con pasta o sugo, ma anche legumi, verdure, purè o riso bollito. Ebbene questa volta mi è arrivato a casa con 200gr di orzo bollito e 300gr di riso bollito. L'orzo l'ho condito con qualche verdurina ed è sparito così, ma il riso mi fissava ben chiuso nella confezione e non sapevo cosa farne. L'idea di questo dolce è nata in macchina intanto che sparavamo idee a caso per utilizzarlo. Il risultato è una pasta frolla all'olio, un budino di riso e qualche amarena sciroppata. Il risultato è stato così delizioso che devo condividerlo con voi!

per la frolla all'olio
300gr farina
1 uovo
100gr zucchero
100ml olio di semi
1 cucchiaino di lievito per dolci
scorza grattugiata di un limone

per il budino di riso
300gr riso
500ml latte
1 uovo
1 bicchierino di brandy
150gr zucchero

per completare
amarene sciroppate

In una pentola dai bordi alti versate il latte e un bicchiere d'acqua. Quando bolle versate il riso e lo zucchero. Cuocete per 20 minuti circa. Deve risultare cremoso e ben cotto. (Se come nel mio caso avete del riso già bollito mettetelo nella pentola con la metà del latte e cuocete 10 minuti dal momento dell'ebollizione). Togliete dal fuoco, versatelo in una ciotola ampia e lasciate intiepidire. Unite poi l'uovo e il liquore. Mescolate bene tutto il composto e mettete da parte. Iniziate a preparare la frolla mettendo in una ciotola la farina, lo zucchero e il lievito. Unite poi l'uovo, l'olio e la scorza di limone. Iniziate a mescolare con delicatezza e formate un panetto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo a riposare in frigo per 30 minuti. Riprendete l'impasto e stendetene 2/3 in un disco. Foderate una tortiera con la pasta frolla, versate all'interno il riso che sarà cremoso ma non liquido e completate distribuendo le amarene. Sbriciolate la restante pasta frolla sulla superficie. Infornate a 170° con forno statico per 50 minuti circa. Fate la prova stecchino prima di sfornarla. Durante la cottura il liquido restante del riso dovrà asciugarsi. Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di servire. Si conserva per 3-4 giorni in frigo coperta.

sabato 16 gennaio 2016

BACCALA' MANTECATO

BACCALA' MANTECATO


Buon sabato e ben tornati nella mia cucina! Dopo un paio di giorni di assenza sono tornata per darvi una golosa idea per il vostro pranzo della domenica. Devo confessarvi che io ho una vera passione per baccalà e dentice mantecati. Quando andiamo a trovare i genitori di Michele in provincia di Venezia non torno mai senza una scatolina di entrambi. Nel paesino infatti c'è una pescheria gastronomia che per me è il paese delle meraviglie. Quattro anni fa quando mi ci ha portato per la prima volta sono rimasta incantata e vi assicuro che avrei comprato tutto! Ovviamente lui conoscendo bene tutti i prodotti ha selezionato le specialità. Siamo tornati a casa con una vaschetta di gnocchetti al granchio, una di baccalà e una di dentice mantecati. Considerando però che tra me e la pescheria al momento ci sono circa 200km ho dovuto trovare una soluzione alternativa. La scelta migliore è stata prepararlo in casa! Vi devo anticipare che è molto buono anche se non perfetto come quello della gastronomia, ma ho una buona giustificazione, loro ne preparano kili tutti i giorni io ne ho preparata una terrina e solo una volta. Mi ritengo comunque molto soddisfatta del risultato e la prossima volta proverò a mantecarlo con l'aiuto della mia nuova planetaria. Se avete voglia di portare in tavola un piatto di pesce economico ma super gustoso provatelo assolutamente!
Una piccola nota: io ho deciso di cuocere il baccalà con un po' di latte perchè da quanto ho scoperto serve per rendere più bianco il pesce e ho mantecato con l'olio di semi invece che con quello extravergine per lo stesso motivo. Ovviamente non mi illudo che questa sia la ricetta originale anche perchè ogni famiglia ha la sua!


per 2-3 persone

400gr baccalà già ammollato
100ml latte
100ml olio di semi
sale
pepe

Ponete il pesce tagliato a pezzi in una pentola, coprite con acqua fredda e aggiungete il latte. Portate ad ebollizione e lasciate cuocere per 20 minuti circa schiumando ogni tanto. Deve risultare morbido e ben cotto quindi se fosse necessario proseguite la cottura per qualche minuto in più. Scolatelo, eliminate la pelle e spezzettatelo grossolanamente. Eliminate eventuali lische. Raccogliete il pesce in una ciotola e iniziate a mescolare energicamente con un cucchiaio di legno aggiungendo l'olio a filo. Quando avrete ottenuto una crema lucida e liscia aggiustate di sale e pepe. Grigliate delle fette di polenta e servitele con sopra il baccalà mantecato. 
L'ideale sarebbe consumarlo appena pronto, ma può essere conservato per un paio di giorni in frigo ben chiuso in un contenitore ermetico. 



mercoledì 13 gennaio 2016

COPPETTE DI PANETTONE E CREMA ALL'ARANCIA SENZA UOVA

COPPETTE DI PANETTONE E CREMA ALL'ARANCIA SENZA UOVA


Buon pomeriggio! Torniamo oggi a parlare di riciclo. E' giunto il momento di terminare le scorte natalizie prima che i fritti di carnevale inizino a fare il loro ingresso nelle nostre cucine. La ricetta del giorno è speciale perchè cerca di rinfrescare il panettone con una crema all'arancia senza uova.

per la crema all'arancia senza uova
250ml succo d'arancia filtrato
190gr zucchero (io Zefiro)
60gr burro
60gr farina 00
un cucchiaio di liquore (facoltativo)

per completare
panettone

In un pentolino mescolate la farina e lo zucchero. Versare a filo il succo di arancia sbattendo con una frusta in modo che non si formino grumi. Unite poi il liquore e il burro. Mettete il pentolino sul fuoco e iniziate a cuocere a fiamma bassa mescolando. Quando inizierà ad assumere una consistenza gelatinosa togliete dal fuoco e lasciate raffreddare con la pellicola a contatto in modo che non si formi la crosticina. Quando la crema è fredda montatela con le fruste, diventerà così corposa e vellutata.
Tagliate dei dischi di panettone. Nelle coppette alternate uno strato di panettone con uno di crema fino ad esaurire gli ingredienti. Terminate con la crema e mettete le coppette a riposare in frigo fino al momento di servire.


martedì 12 gennaio 2016

LE MIE MIGLIORI RICETTE CON POLLO E TACCHINO

LE MIE MIGLIORI RICETTE CON POLLO E TACCHINO



Ben tornati nella mia cucina! Pollo e tacchino sono ingredienti davvero versatili che entrano spesso nelle nostre cucine. Con essi è possibile preparare una cena veloce, un piatto dal sapore etnico o una ricetta con cui stupire i vostri ospiti. Ecco allora per voi una raccolta dei miei migliori piatti con pollo e tacchino.














































































lunedì 11 gennaio 2016

POLLO TANDOORI

POLLO TANDOORI


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi metto da parte le ricette del riciclo e vi propongo una ricetta indiana. Il pollo tandoori prende il suo nome dal particolare forno chiamato proprio tandoor in cui viene cotto. Io ho mangiato per la prima volta questo piatto in un ristorante pachistano a Salisburgo durante le nostre vacanze on the road in Austria. Fatalità siamo capitati in città proprio il giorno in cui gli austiaci festeggiano la pentecoste, essendo quindi festa nazionale abbiamo potuto assistere alla sfilata di abiti tipici verso la Chiesa ma di conseguenza tutti i ristoranti tipici erano chiusi. Grazie al wi-fi dell'hotel ci rimanevano due opzioni a portata di mano: un ristorante cinese tipo buffet a fianco dell'hotel da cui uscivano odori agghiaccianti o questo ristorante pachistano con recensioni discrete su tripadvisor e a pochi minuti di macchina. Ovviamente abbiamo optato per il secondo e con nostra grande sorpresa nel menù erano presenti piatti italiani o indiani. Ovviamente se devo mangiare pizza o lasagna la mangio qui e non certo in giro per il mondo quindi ho optato per qualcosa che non consocevo, ovvero la cucina indiana. Questo piatto mi è piaciuto talmente tanto che da giugno avevo smania di riprodurlo, ma qui in zona non sapevo dove trovare il mix di spezie adatto. L'altro giorno dando un'occhiata ad una nuova galleria commerciale in centro ho trovato un negozio in cui vendono ogni tipi di spezie e quindi ho comprato la mia speciale bustina e sono corsa a casa per mettermi all'opera. Beh che dire...il risultato è davvero delizioso, non rosso come quello del ristorante, ma ho letto in diversi siti che solitamente i ristoranti aggiungono colorante rosso per rendere l'aspetto più brillante. Siete pronti per mettervi all'opera per gustare un piatto un po' diverso dal solito?

per 2 persone
500gr pollo
125gr yogurt bianco
20gr spezie per tandoori
1 cucchiaino di curry (circa 2gr)
sale
succo di limone

Disponete il pollo privato della pelle e tagliato a pezzi in teglia bassa e larga. In una terrina mescolate lo yogurt con le spezie tandoori, il curry, il succo di limone e una presa di sale. Mescolate bene il tutto e versatelo sopra al pollo. Rigiratelo nella marinata in modo che sia coperto su tutti i lati. Coprite con pellicola e lasciate marinare in frigo per 24 ore. Accendete il forno a 230°. Scolate il pollo e disponetelo su una teglia rivestita con carta forno. Cuocete per 40 minuti girando a metà cottura. Servite con del riso bollito e un contorno a piacere. 

domenica 10 gennaio 2016

SBRICIOLATA DI PANETTONE

SBRICIOLATA DI PANETTONE


Buona domenica e ben tornati nella mia cucina! In questi giorni funziona così, la parola d'ordine è riciclo. Ogni anno dopo le feste, per quanto si cerchi di calcolare bene le porzioni qualcosa avanza. Non so a casa vostra, ma da noi la parte più tragica è composta da pandori e panettoni. Per quanto pochi ne compri chi viene a fare gli auguri spesso ne porta uno in regalo, ai bambini regalano quelli piccoli, nel pacco del lavoro almeno uno c'è sempre e fra pranzi e cene vengono aperti e poi lasciati a metà e destinati alla colazione della famiglia. Io sinceramente non avendo intenzione di fare colazione con questi dolci fino a pasqua, come recita qualche frase simpatica su Facebook, sto cercando di riproporli in maniera diversa. Se avete panettoni ancora interi potete preparare questa Saint honorè di panettone. Se invece è già tagliato con questa ricetta riuscirete ad utilizzarne circa metà.

per 4-5 tegliette monoporzione

per la base
200gr panettone
20-30gr burro

per la crema
250gr ricotta
50gr gocce di cioccolato
2 cucchiai di zucchero
1 bicchierino scarso di brandy

per la copertura
1-2 fetta di panettone

Tagliate a pezzetti il panettone e riducetelo in briciole con l'aiuto di un mixer. Fondete il burro e unitelo al panettone come fareste per una cheesecake. Dividete il composto nelle tegliette e pressatelo bene con un cucchiaino o con le dita. Preparate la crema montando con la frusta la ricotta con lo zucchero e il liquore. Infine unite le gocce di cioccolato. Suddividete la crema nelle tegliette e battetele in modo che si distribuisca bene. Completate tagliando a cubetti più o meno regolari le fette di panettone restante e distribuitele sopra la crema. Infornate a 180° per 10-12 minuti. Tenetele sotto controllo perchè non si scuriscano troppo. Lasciate raffreddare e servitele. Possono essere conservate in frigo per 2-3 giorni e posso assicurarvi che il giorno dopo sono ancora più buone!


sabato 9 gennaio 2016

CHICKEN PIE DEGLI AVANZI

CHICKEN PIE DEGLI AVANZI


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Come promesso oggi vi mostro un riciclo molto gustoso per gli arrosti e le parti finali dei salumi. La chicken pie è una torta salata molto comune nei paesi anglosassoni e può essere preparata anche con carne di manzo o di agnello. Un ripieno saporito e gustoso viene racchiuso tra due strati di pasta brisè. Bene da questo concetto sono partita per creare questa ricetta. Durante i pranzi di festa è avanzato circa 1/2 pollo arrosto, in frigo avevo il pezzetto finale di un prosciutto di speck comprato durante il weekend in trentino e quindi pensa che ti ripensa, intanto che cercavo di dormire, mi è venuta in mente questa idea. Sono convinta che venga altrettanto bene con altri arrosti rimasti. 

per la pasta brisè
300gr farina
100gr burro
80ml acqua fredda
1 cucchiaino raso di sale

per il ripieno
1/2 pollo arrosto o circa 250gr di arrosto
150gr prosciutto cotto
100gr pancetta affumicata a cubetti
200gr funghi
1 cucchiaio di farina
1 bicchiere di brodo di carne
sale
pepe


Preparate la pasta brisè come indicato qui. Intanto che riposa spolpate il pollo e riducetelo a cubetti. Tagliate anche il prosciutto nello stesso modo. In una padella capiente mettete a rosolare la pancetta. Appena inizia a lasciare il suo grasso unite anche la carne, il prosciutto e i funghi puliti e tagliati a fettine. Bagnate con il brodo caldo e lasciate cuocere a fiamma moderata per 10 minuti circa con il coperchio. Togliete ora il coperchio e unite la farina, mescolate bene e fare addensare a fuoco vivo. L'aspetto sarà leggermente colloso ma è normale. La farina serve appunto per raccogliere i liquidi ed evitare che bagnino troppo la pasta. Aggiustate il ripieno di sale e pepe e lasciate intiepidire. Stendete ora 3/4 della pasta brisè cercando di ottenere un cerchio. Adagiatelo in una tortiera a cerniera di 24cm rivestita sul fondo di carta forno. Versate all'interno il ripieno e coprite con la restante pasta brisè stesa sempre a forma di cerchio. Sigillate bene i bordi e praticate delle incisioni sulla superficie con un coltello in modo che il vapore esca durante la cottura. Spennellate con del latte la superficie. Infornate a 200° gradi per 25-30 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire e servite.






AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...