lunedì 30 maggio 2016

PUCCE SALENTINE

PUCCE SALENTINE


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Il bel tempo è tornato, dopo il terribile temporale di ieri, e le temperature sono in notevole aumento. Non so voi ma a me è venuta una gran voglia di mare e vedere le varie foto di tutti coloro che possono farci una scappata anche solo per un paio d'ore mi fa parecchia invidia. Oggi con questo piatto dal colore del mare e una specie di panino fresco e leggero voglio portarvi proprio in puglia, e più precisamente in salento. Ci sono stata diversi anni fa e ricordo un mare stupendo e le serate passate nel viuzze del paesino. 
Se come me avete una gran voglia di estate e di girare come trottole per scoprire tutto il bello che ci circonda iniziate con un viaggio sensoriale per assaporare queste deliziose pucce.

per le pucce

500gr farina tipo 1 macinata a pietra
300ml acqua frizzante
1/2 cubetto di lievito
50ml olio evo
5-6gr sale

per il ripieno
pesto alla genovese
mozzarella di bufala
pomodorini


Nella planetaria versate la farina creando una fontana in centro. Sciogliete il lievito in parte dell'acqua e unitela alla farina iniziando ad impastare. Unite poi il resto dell'acqua. Quando l'impasto inizia a formarsi unite il sale e l'olio. Impastate per bene il tutto fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica. Dategli una forma sferica e mettetelo a lievitare per 2-3 ore nel forno con la luce accesa. Riprendete l'impasto e lavoratelo per ottenere un filone. Tagliate l'impasto in pezzi uguali, a me ne sono usciti 6. Stendete ogni pezzo di impasto per formare un disco. Trasferite ogni disco su una placca rivestita di carta forno. Infornate in forno statico preriscaldato a 250° per 10 minuti circa. Sfornatele e lasciatele intiepidire coperte con un canovaccio. Al momento di servite tagliate le pucce a metà, spalmate un velo di pesto alla genovese e completate con qualche fetta di mozzarella e dei pomodorini tagliati in quarti. 

17 commenti:

  1. LE ADORO LE MANGIO OGNI ESTATE QUANDO VADO IN PUGLIA DA MIA SUOCERA, LE TUE SONO PERFETTE, BRAVA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Che buone :-P Le ho mangiate proprio in Salento lo scorso settembre :-P Fantastica l'idea di riprodurle in casa..voglio provare con il lievito madre :-)

    RispondiElimina
  3. ma che buona questa ricetta!! eh si pure io avrei bisogno di un po' di mare e di salsedine :)) buona serata, ciao Andrea

    RispondiElimina
  4. Ma quanto sono buone le tue pucce? Che voglia di mangiarne una!! Le voglio fare al più presto! Brava, ciao!

    RispondiElimina
  5. Al mare ci sono stata la settimana scorsa ma solo per poco tempo e non ho fatto il bagno, ma con il caldo di questi giorni penso che molto presto mi verrà la voglia di un bel tuffo, questo è un panino perfetto da portarsi in spiaggia, la farcitura è fresca e leggera,complimenti e buonanotte.

    RispondiElimina
  6. Ho salvato la ricetta devo assolutamente provarle!! Buona giornata ciaooo!

    RispondiElimina
  7. Cara Linda, non dirlo a me... qui l'estate è ancora lontana! Non ho mai mangiato le pucce, segno la tua ricetta così da rimediare! :D
    Un bacio, a presto.
    Vale

    RispondiElimina
  8. Non conoscevo queste pucce ma le adoro me ne sono innamorata al primo sguardo!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  9. Oh cara Linda cosa mi fai vedere..quasi mi viene un colpo...un mio ex coinquilino era salentino e sua mamma inviava pacchi stra colmi di roba...i più felici eravamo noi...gli pappavamo quasi tutto...ed il ricordo più bello...anzi..buono...erano ste pucce..Una golosità! Non conoscevo la ricetta...ti ringrazio! Me la segno subito!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  10. Linda, anche a me è venuta voglia di mare.. specialmente qui in pianura con le temperature basse e temporali da tre giorni. Non ne posso più!! Voglio la bella stagione! :( Per quanto riguarda la tua ricettina.. oggi ne sono rimasta particolarmente colpita: il ragazzo della mia sorellina è salentino e lei ogni volta mi parlava di queste 'pucce' che aveva mangiato da lui in vacanza. Adesso che mi hai spiegato come farle, le farò una bella sorpresa!! GRAZIEEE!!

    RispondiElimina
  11. Ahhhhh averne qua una la divorerei.... che ghiottoneria!!!!!

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia il Salento. Io sono fortunata perché vivo in provincia di Bari, nell'entroterra, ma il paese di origine di mio marito si trova nella parte salentina della provincia di Taranto, a cinque minuti dal mare cristallino. Quindi a breve inizieranno i miei weekend al mare, se il meteo me lo permetterà. La tua puccia me la porterei volentieri sotto l'ombrellone. Buona serata!

    RispondiElimina
  13. Ho mangiato anche io la puccia a Otranto e credo che come sempre anche il cibo squisito segni l'esperienza di un viaggio. Grazie per avermi fatto tornare alla mente bellissimi ricordi di paesaggi e piatti meravigliosi come questo.

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo le pucce, ma devono essere ottime specialmente d'estate, magari per un pasto veloce in riva al mare!

    RispondiElimina
  15. ma che meraviglia queste pucce!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  16. Che meraviglia questa tua ricetta la annoto subito perchè l'avevo mangiata in Puglia anni fà, ma con una farcia diversa, ma la tua mi aggrada di più! Grazieeee
    Ti abbraccio
    ciaoo

    RispondiElimina

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...