lunedì 31 marzo 2014

CREMA DI CAROTE

CREMA DI CAROTE


Buon pomeriggio! Oggi voglio proporvi la crema che ho preparato qualche giorno fa per cena. 
Siccome ormai siamo in primavera ho voluto riportare questi colori anche nel mio piatto e dunque ho optato per il colore acceso delle carote.
Questa crema è ottima servita calda o tiepida ed accompagnata a dei crostini.

4-5 carote
1 patata piccola
brodo vegetale qb
latte qb
sale
pepe
olio evo

3-4 fette di pane

Sbucciare patate e carote e tagliarle a pezzetti. In un pentolino dal fondo spesso mettere un filo di olio e rosolare velocemente le verdure. Coprirle poi con il brodo vegetale e cuocere per 25 minuti circa. Quando le verdure sono morbide togliere dal fuoco e frullare il tutto finemente. Rimettere sul fuoco, aggiustare di sale e unire un pochino di latte per renderla più cremosa. Tagliare il pane a cubetti, disporlo sulla placca del forno con pochissimo olio e infornare a 180° con modalità grill per pochissimi minuti. Quando la crema è della giusta consistenza spegnere il fuoco e servirla accompagnata dai crostini.
Per ultimare il tutto macinate sopra del pepe nero.

domenica 30 marzo 2014

SBRICIOLATA AL TIRAMISU'

SBRICIOLATA AL TIRAMISU'


Buona domenica! Oggi è di rigore un dolcetto non solo perchè è domenica, ma anche perchè è il compleanno della mia mamma!
La torta ufficiale è in frigo, a rassodare, quindi ve la mostrerò nei prossimi giorni, per il momento ecco la sbriciolata al tiramisù, ovvero la delizia che ho preparato per la festa del papà.
E' semplice e veloce da fare, necessita solo di un po' di riposo in frigo per poterla gustare al massimo della sua bontà!

300gr savoiardi
80gr burro a pezzetti
1 uovo
50ml caffè zuccherato (io ho usato quello Molinari)

per la crema:
350gr mascarpone
120gr zucchero
1 uovo
1 tazzina di caffè zuccherato (Molinari)

Sbriciolare finemente i savoiardi in una ciotola e unire il burro a pezzetti. Iniziare a mescolare per creare dell briciole. Unire anche il caffè e l'uovo e continuare a sbriciolare il tutto.
Disporre 2/3 delle briciole in uno stampo a cerniera con il fondo coperto da un disco di carta forno. Compattare un po' con un cucchiaio e creare un leggero bordino. Mettere nel frigo e lasciar riposare. Nel frattempo preparare la crema mescolando il mascarpone con zucchero e caffè. Unire poi l'uovo e amalgamare fino ad ottenere una crema omogenea.
Versare la crema nella tortiera livellandola con un cucchiaio. Sbriciolare sopra il restante composto di savoiardi e infornare a 180° per 30-35 minuti circa. Lasciar raffreddare e riposare in frigo per almeno un paio d'ore. A piacere servire spolverizzando con cacao amaro.

venerdì 28 marzo 2014

GAMBERI GRATINATI AL VINO

GAMBERI GRATINATI AL VINO


Buon venerdì! Oggi una ricettina velocissima ma stuzzicante per una cenetta di pesce.

4 gamberi freschi
2 cucchiai di vino bianco

per la panatura:
sale
pane grattugiato
prezzemolo
olio evo
parmigiano grattugiato
pepe bianco

Sgusciare i gamberi, eliminare il fino nero e lavarli velocemente sotto acqua corrente. Tamponarli e disporne due per ogni conchiglia o stampino. Bagnare con un cucchiaio di vino bianco ogni conchiglia. Preparare la panatura mescolando il pane grattugiato con del parmigiano, unire il prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Pepare e distribuire la panatura sopra le conchiglie. Bagnare con un filo di olio e infornare per 20-25 minuti a 180°.

giovedì 27 marzo 2014

CON IL SOLE DELLA RIVIERA ROMAGNOLA

CON IL SOLE DELLA RIVIERA ROMAGNOLA


Buon pomeriggio! Purtroppo il tempo è ancora grigio, ma voglio riportarmi con i sapori al sole della riviera romagnola e quindi cosa meglio della piadina per farlo?
Oggi vi presento la piadina arrotolabile Loriana con un ripieno sfizioso e non tradizionale.

1 piadina arrotolabile Loriana
4 fette di prosciutto cotto
1 fettina Inalpi classica
2 cucchiai di funghi trifolati

Disporre ordinatamente gli ingredienti dentro la piadina, arrotolarla e fermarla con 2 stuzzicadenti. Scaldarla pochi minuti in forno o forno a microonde e servire.

(piatto in cellulosa Ecobioshopping)

Ho poi voluto pensare anche a coloro che si stanno già preparando alla prova costume con una dieta. Non è giusto rinunciare al gusto di una piadina e quindi arriva la piadina light Loriana a salvarci. E' preparata con farina di riso e senza strutto, in questo modo accontenta anche i più esigenti. Io ho voluto richiamare l'estate anche nei colori e dunque l'ho farcita con peperoni e fettina Inalpi light per non rinunciare al buon gusto del formaggio, ma con un occhio alle calorie!

1 piadina Loriana light
1 falda di peperone giallo
1 falda di peperone rosso
1 fettina Inalpi light


Cuocere i peperoni a 200° per 20-25 minuti. Quando sono leggermente abbrustoliti chiuderli in due sacchetti del freezer e lasciarli raffreddare. Spellarli e rimuovere i semi. Disporli sulla piadina light, unire la fettina light divisa in due e scaldare per pochi minuti nel forno o nel forno a microonde. Servire subito.




mercoledì 26 marzo 2014

MINI PIE ALLA MESSICANA

MINI PIE  ALLA MESSICANA


Buon pomeriggio! Il tempo è tornato grigio e uggioso e quindi ecco una preparazione calda e confortante perfetta per riscaldarci dopo una giornata di pioggia. I colori richiamano quella voglia di estate che ormai mi stringe forte forte e il sapore è avvolgente e riporta alle spiagge del messico dove sono stata qualche (parecchi ormai) anni fa.

1 lattina di fagioli rossi
1 rotolo di pasta sfoglia
2 fettine di pollo
1/2 peperone rosso
1/2 peperone giallo
1 dose di besciamella
1 lattina di mais 

per la marinata:
birra
pepe
paprika
sale

Tagliare il pollo a pezzettini piccoli e metterli a marinare in una terrina con birra, un pizzico di sale, una macinata di pepe e un cucchiaino di paprika.
Mescolate e lasciate marinare per almeno 1 oretta. Cuocere in forno i peperoni per mezz'ora circa a 200°, lasciarli raffreddare chiusi in due sacchetti per il freezer e spelarli. In un'altra terrina mescolate i fagioli rossi scolati dal liquido e lavati sotto acqua corrente con il mais (anch'esso scolato) e i peperoni a pezzettini. Cuocere in una padellina antiaderente il pollo con un filo di olio e unire anch'esso ai fagioli. Preparare la besciamella come indicato qui e versarla nella terrina. Se necessario aggiustare di sale. Amalgamare bene il tutto.
Suddividere il composto in 6 cocottine monoporzione. Coprire con dei dischi di pasta sfoglia di qualche cm più grandi dei contenitori. Spennellare con pochissimo latte e infornare a 180° per 20 minuti circa. Quando risultano dorate sfornare e servire.

martedì 25 marzo 2014

SCACCHIERA DI CECI CON GAMBERI E SGOMBRO

SCACCHIERA DI CECI CON GAMBERI E SGOMBRO


Buongiorno! Oggi voglio proporvi una ricettina presentata in un modo un po' particolare. Ho preso l'ispirazione dalla ricetta di Consuelo che trovate qui e ho leggermente modificato la base e parte della farcitura.

per la cecina:
220gr acqua frizzante
150gr farina di ceci
1 cucchiaino di sale
pepe
olio
2 cucchiaini di lievito per torte salate

per farcire: 
1 scatola di sgombri sott'olio
5 gamberi
5 fettine di pancetta tesa 
100gr formaggio spalmabile

Setacciare la farina, mescolare con il lievito. Mescolare e versare a filo l'acqua. Mescolare fino ad ottenere una pastella densa e senza grumi. Unire il sale.  Far riposare per 30 minuti circa. Rivestire una tortiera con della carta forno bagnata e strizzata. Versare la pastella nella tortiera, pepare e fare un giro di olio. Cuocere a 200° per 30 minuti.
Nel frattempo sgusciare i gamberi lasciando la coda. Avvolgerli uno ad uno in una fettina di pancetta. Infornare per 15 minuti a 200° e girare a metà cottura.
In una terrina mettere lo sgombro sgocciolato con il formaggio spalmabile. Lavorare tutto a crema. Aggiustare di sale e pepe. 
Quando la cecina è intiepidita tagliare dei quadrati abbastanza regolari, farcitene 5 con i gamberi e gli altri 4 con la crema di sgombro. Disporli nel piatto in modo da creare una scacchiera e servire. 

lunedì 24 marzo 2014

BISCOTTI CON YOGURT E MIRTILLI

BISCOTTI CON YOGURT E MIRTILLI 


Buon pomeriggio! Come vi ho già detto abbiamo preso l'abitudine di cucinare venerdì o sabato pomeriggio a seconda degli impegni un dolcetto sano per la colazione del fine settimana. Questa settimana è toccato a questi deliziosi biscottini senza uova e senza burro. Il segreto della loro morbidezza è nascosto nell'uso dello yogurt. Come nell'altro caso si sono dimezzati già all'uscita del forno con la scusa che andavano assaggiati, quindi questi sono i superstiti (hanno avuto solo il tempo di diventare freddi ed essere fotografati!).
Mi dovrò decidere a nasconderli o fare doppia dose!

210gr farina
75gr zucchero
125gr yogurt naturale
1/2 bustina di lievito
70ml olio evo
una manciata di mirtilli disidratati

Ammollare i mirtilli in un bicchiere con un po' di acqua. Nel frattempo in una terrina mescolare tutti gli ingredienti, unire anche i mirtilli scolati. Formare dei mucchietti aiutandosi con due cucchiai e disporli direttamente su una placca rivestita di carta forno. Cuocere a 180° per 15 minuti circa.
Sfornare, lasciar raffreddare e servire.


domenica 23 marzo 2014

CALZONCINI AL FORNO CON PASTA MADRE

CALZONCINI AL FORNO CON PASTA MADRE


Buon pomeriggio! Oggi vi propongo una nuova ricettina con il lievito madre. 
Sono dei panzerotti o calzoncini preparati con la pasta della pizza e farciti in diversi modi. 
Credo che possano essere una buona idea anche per un aperitivo o per un buffet perchè si mangiano con le mani.

60gr lievito madre
200gr farina 0
50gr farina manitoba
130gr acqua frizzante
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio evo

per il ripieno:
scamorza
brie
prosciutto cotto
passata pomodoro
funghi trifolati

In una terrina sciogliere il lievito madre con 100gr di acqua. Unire le farine e mescolare. Unire la restante acqua e il sale e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Unire ora l'olio e continuare a impastare fino ad ottenere una pasta perfettamente liscia. Coprire con la pellicola e lasciar lievitare fino a raddoppiamento. Tagliare a dadini la scamorza e il brie, il prosciutto a fette sottili e scolare i funghi trifolati. Stendere la pasta di uno spessore di pochi mm. Ritagliare dei dischi con una tazza e farcirne metà con prosciutto, funghi e brie e l'altra metà con scamorza e prosciutto. Chiudere ogni disco a mezzaluna premendo bene i bordi perchè si sigillino. Disporli in modo ordinato su una teglia rivestita da carta forno, spalmare sopra un cucchiaino di pomodoro e decorare con un funghetto o un pezzetto di prosciutto a seconda del ripieno. Infornare a 200° per 20-25 minuti. Sfornate e servite.


sabato 22 marzo 2014

POLENTA PASTICCIATA CON CREMA DI TALEGGIO

POLENTA PASTICCIATA CON CREMA DI TALEGGIO


Buongiorno! Oggi voglio proporvi uno degli ultimi piatti adatti a questo periodo che ho preparato. Si tratta di una polentina con crema di taleggio, speck e funghi.
La crema di taleggio avvolge delicatamente la polenta che si sposa alla perfezione con lo speck e i funghi. L'ideale secondo me sarebbero i porcini, ma non avendone ho optato per i classici champignon. 
Ora vi saluto, vado a fare qualche commissione e poi si torna sui libri, l'esame di storia del cinema si avvicina e bisogna studiare...

250gr farina per polenta
1 scatoletta di funghi
150gr speck a cubetti
150gr taleggio
1/2 bicchiere di latte


Preparare la polenta come indicato sulla confezione. Trasferirla su un tagliere e lasciarla raffreddare. Tagliare lo speck a cubetti e mescolarlo con i funghi. Tagliare a cubetti anche il taleggio. Scaldare in un pentolino il latte e unire i cubetti di taleggio, abbassare la fiamma e mescolare fino a completo scioglimento. Tagliare la polenta a fette e disporla in una teglia abbastanza capiente, spargere sopra metà del composto di funghi e speck e parte della fonduta. Coprire con un secondo strato di polenta, i funghi e lo speck rimasto e la fonduta. Infornare per 10-15 minuti a 180° e servire.







venerdì 21 marzo 2014

FINOCCHI E CAROTE ALLE OLIVE

FINOCCHI E CAROTE ALLE OLIVE


Buon pomeriggio! Oggi splende il sole e in più è arrivata la primavera!
Voglio dunque proporvi un contorno gustoso, ma leggero al tempo stesso. E' un modo diverso di proporre il finocchio sulle nostre tavole e detto tra noi, gratinato o crudo è delizioso ma a lungo andare qualcosa di diverso è apprezzabile!
Avendo anche in casa un paio di carote ho pensato di unire anche queste, complici poi alcune olive taggiasche rimaste nel vasetto che strizzavano l'occhio dal frigo è nato il capolavoro!

1 finocchio medio
2-3 carote
una decina di olive taggiasche
2 mestoli di brodo vegetale
sale
pepe
olio

Lavare e mondare le verdure, tagliare il finocchio a cubetti e le carote a rondelle. In una padella mettere un filo di olio e rosolare le verdure. Sfumare con il brodo vegetale e salare. Coprire con un coperchio e cuocere per 15 minuti circa a fuoco medio. Unire le olive e cuocere altri 5 minuti. Pepare e servire. E' ottimo accompagnato sia a carne che a pesce.

giovedì 20 marzo 2014

GNOCCHI DI SEGALE CON RAGU'

GNOCCHI DI SEGALE CON RAGU'


Buongiorno! Oggi è giovedì e quindi gnocchi!!
Non mi piace essere banale e quindi ho optato per gli gnocchi all'acqua che si vedono tanto in giro ultimamente, ma con la farina di segale.
Mi piace molto il colore che hanno preso e il gusto del ragù esalta quello della farina. In più è stupenda la mia nuova cocottina, molto primaverile!

200gr acqua
100gr farina di segale Molino Chiavazza
100gr farina 00
sale

ragù di carne

Preparare il ragù come indicato qui
Mescolare in una terrina le due farine, unire un pizzico di sale e iniziare ad aggiungere l'acqua tiepida. Impastare aggiungendo il liquido gradatamente fino ad ottenere un impasto morbido ma lavorabile. 
Iniziare a fare le biscioline e tagliare gli gnocchi. Disporli ordinatamente su un vassoio di cartone infarinato. Cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata per 3-4 minuti dopo che sono saliti a galla, scaldare il ragù in una padella e saltarci velocemente gli gnocchi. Servire con una spolverata di parmigiano.

Anche per questi gnocchi vale il discorso di farli in anticipo e congelarli sui vassoi. Riunirli poi in un sacchetto del freezer con data di preparazione e tenerli pronti all'uso. Basterà tuffarli direttamente in acqua bollente e saltarli con il sugo che avete scelto!

mercoledì 19 marzo 2014

ROTOLO ALLA NUTELLA

ROTOLO ALLA NUTELLA


Buongiorno! Oggi non potevo che proporvi un dolce. Se volete festeggiare la festa del papà ma avete poco tempo a disposizione questa è la ricetta che fa per voi. Il rotolo è velocissimo da fare e davvero gustoso e se volete dare quel tocco in più basta un po' di panna montata per rendere il tutto davvero speciale.


200gr zucchero
3 uova
130gr farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
50ml latte
200gr nutella

Montare le uova con lo zucchero fino a che non raddoppiano il volume iniziare. Aggiungere la farina mescolata con il lievito sempre continuando a montare. Unire poi il latte a filo e mescolare fino ad ottenere un composto liscio. Versarlo in una teglia rivestita di carta forno, livellare bene il composto con una spatola. Infornare a 220° per 7 minuti circa. Ungere un altro foglio di carta forno e rovesciarci sopra la pasta biscotto. Rimuovere delicatamente la carta usata in cottura, spalmare tutta la superficie del biscotto con la nutella e arrotolarlo subito aiutandosi con la carta forno. Arrotolare intorno al rotolo anche la carta e porre in frigo per almeno 1 ora. Eliminare la carta forno e tagliare il rotolo a fette e servire.
Per renderlo ancora più goloso montate 150gr panna e usatela per decorare tutta la superficie. 

Questo rotolo può essere una valida proposta per la merenda dei vostri bambini, si mangia comodamente con le mani e si infila in cartella in una scatolina e non teme il trasporto.

venerdì 14 marzo 2014

BISCOTTI COCCO E YOGURT CON GOCCE DI CIOCCOLATO

BISCOTTI COCCO E YOGURT CON GOCCE DI CIOCCOLATO


Buon venerdì! Ormai da qualche mese ho l'abitudine di fare i biscotti al sabato pomeriggio, è diventato un rituale piacevole e rilassante. Questi biscotti sono tra i miei preferiti e sono il tormentone delle ultime due settimane, li ho già rifatti più volte e sono sempre spariti, anzi evaporati! Eh sì, si sa che nella dispensa le cose spariscono o sarà stato un omino goloso a farli sparire?! Chissà!!
Ne escono una ventina con queste dosi, ma già appena usciti dal forno erano dimezzati, quindi ho fatto la foto con quelli che sono riuscita momentaneamente a salvare.

1 vasetto di yogurt al cocco
70gr farina di cocco
60gr farina
100gr zucchero
30gr cioccolato a scagliette

Impastare in una terrina il tutto, per ultimo unire il cioccolato a scagliette. Rivestire una teglia con carta forno. Prendere due cucchiai da caffè e iniziare a fare dei mucchietti sulla carta forno. Non è necessario distanziarli molto perchè non dovrebbero gonfiarsi. Cuocere a 200° per 15 minuti circa. Sfornare e lasciar raffreddare (se non spariscono prima!)

mercoledì 12 marzo 2014

FOCACCIA CON POMODORINI E OLIVE TAGGIASCHE

FOCACCIA CON POMODORINI E OLIVE TAGGIASCHE


Buon pomeriggio! Oggi torniamo sull'argomento della pasta madre con una nuova ricetta. 
Prima però di parlare di come preparare questa focaccia voglio darvi alcune altre dritte.
Può capitare che la pasta madre si assopisca e che non renda più bene in lievitazione. 
Cosa fare in questo caso?
La cura più semplice è procedere al rinfresco di una piccola quantità di pasta madre (50gr circa) a intervalli molto ravvicinati. Mi spiego meglio: l'ideale sarebbe procedere per un paio di giorni a due rinfreschi giornalieri, una alla mattina e uno alla sera, e poi iniziare a rinfrescare ogni giorno per almeno una settimana, ma potrebbero occorrerne anche due. Quando vedete che la pasta inizia a raddoppiare abbastanza velocemente, 4-6 ora potete iniziare ad allungare gli intervalli tra un rinfresco e l'altro e alimentare il vostro lievito un giorno sì e uno no.
Importante è tenere la pasta in un barattolo adeguato alla sua dimensione, deve toccare le pareti del barattolo in modo da riuscire a lievitare più velocemente. Non so spiegarvi bene il perchè però ho fatto degli esperimenti ed effettivamente se il vaso è troppo grosso lievita molto più faticosamente e ci mette più tempo.

Passiamo ora alla ricetta


50-60gr pasta madre rinfrescata la sera prima
200gr farina macinata a pietra
100gr acqua frizzante
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaino di sale

per condire:
olio 
olive taggiasche
pomodori pachino

Preparare l'impasto: in un mixer o in una ciotola spezzettare la pasta madre e scioglierla nell'acqua. Unire la farina e cominciare a mescolare. Quando inizia ad impastarsi unire il sale e continuare a mescolare. Togliere la pasta dal mixer e unire l'olio. Impastare fino ad ottenere una palla omogenea. Stenderla con il mattarello su un foglio di carta forno e trasferirla nella teglia oliata. Lasciarla lievitare per almeno 8-10 ore nel forno con una tazza di acqua calda sotto. Farcire ora la focaccia con le olive e i pomodorini tagliati a metà e spennellare delicatamente con una emulsione ottenuta mescolando 10gr olio con 10gr acqua. Infornare a 220° per 20 minuti circa. Sfornare e servire.   
Ed eccola pronta per essere mangiata!




martedì 11 marzo 2014

TORRETTE DI PATATE CON SCAMORZA E PROSCIUTTO

TORRETTE DI PATATE CON SCAMORZA E PROSCIUTTO


Buon pomeriggio! Oggi voglio proporvi una ricetta semplicissima, perfetta come antipasto o per risolvere una cena dell'ultimo minuto. Si prepara molto velocemente e si passa in forno all'ultimo momento prima di servire.
Io ho deciso di farcirla con scamorza affumicata e prosciutto cotto, ma voi potete sbizzarrirvi con quello che più vi piace.

per 2 torrette

1 patata media
4 fette di scamorza
4 fette di prosciutto cotto
olio
sale
pepe

Sbucciare la patata e tagliarla a fette sottili. In una padella scaldare pochissimo olio e rosolare le patate per pochi minuti. Salare e pepare, unire 2 cucchiai di acqua e coprire con un coperchio. Lasciare cucinare così per una decina di minuti. Devono essere cotte ma ancora un po' croccantine. Lasciare intiepidire le patate. Iniziare a comporre le torrette: prendere una fettina di patata, mettere sopra una fetta di scamorza e una di prosciutto, coprire con un'altra sfoglia di patata e procedere come prima e concludere con un'altra fetta. Seguire lo stesso procedimento per l'altra torretta. Poco prima di servire infornare a 180° per 5-6 minuti. 

lunedì 10 marzo 2014

POLLO ALLE VERDURE

POLLO ALLE VERDURE


Buon pomeriggio! Oggi vi mostro una ricettina che era finita in archivio e per una ragione o per l'altra non trovavo mai il momento di pubblicarla. Visto che ieri ci abbiamo dato dentro con le calorie, almeno sul blog, oggi stiamo leggeri! Questo piatto è nato da una storia buffa successa nella casa in montagna la scorsa primavera. Mia nonna era convinta di aver preso del petto di pollo dal macellaio, ma una volta a casa apre il sacchetto ed ecco comparire le cosce, tra l'altro scelte accuratamente una per una! Si gira verso di noi con sguardo sconsolato e chiede cosa ci avrebbe fatto con quelle cosce visto che le riescono sempre troppo asciutte. Il primo pensiero è stato di farlo con le patate, è un classico si sa. Ma sorpresa.....ci sono solo 3 patate e nemmeno troppo grosse e siamo in 5! Si parte allora alla ricerca di qualche altra verdura che possa accompagnarle, nel frigo non c'è nulla che faccia al caso nostro, ma....abbiamo un giardino e abbiamo l'orto! Inizia a cercare fra una corsia e l'altra del piccolo orticello che il nonno ha curato con tanto amore e uno dopo l'altro ecco spuntare 3...4...5 peperoni verdi, piccoli sì ma perfetti per il nostro scopo.
Le premesse forse non erano delle migliori, ma il risultato è stato leggero e gustoso, quindi eccomi a presentarvelo.

per 5 persone
5-6 cosce di pollo
3 patate medie
1-2 peperoni di dimensioni normali o 5 piccoli
brodo vegetale
sale
pepe
trito aromatico

Massaggiare le cosce di pollo con il trito aromatico. Pelare le patate e tagliarle a cubetti, lavare i peperoni e tagliare anch'essi a cubetti dopo averli privati della pelle. In una padella mettere un filo di olio e rosolare le cosce di pollo. Unire le verdure e rosolare anch'esse. Unire qualche mestolo di brodo, coprire a cuocere a fuoco moderato. Se necessario unire altro brodo durante la cottura. Quando il tutto è quasi cotto aggiustare di sale se necessario e spolverare di pepe. Scoperchiare e alzare la fiamma fino a che il brodo non risulta quasi asciugato. Spegnere e servire subito.

domenica 9 marzo 2014

GNOCCO FRITTO RIPIENO

GNOCCO FRITTO RIPIENO


Buona domenica! Oggi un piatto non proprio dietetico, ma davvero sublime. Sapete che nella mia cucina NON si frigge mai, ma ogni tanto tanto tanto tempo mi concedo 2-3 di queste delizie, di più non posso purtroppo....pena ospedale.
Per chi non ha i miei problemi di sassolini che vagano questa è davvero una coccola, al pari delle cotolette vere, delle patatine fritte, degli arancini....insomma voi mangiate, io continuo a sognare e ad accontentarmi di friggere nel forno! (almeno sono più dietetiche!!)

per 4 persone

300gr farina
100gr latte
75gr acqua frizzante
10gr olio
un cucchiaino raso di sale

per il ripieno:
prosciutto cotto
emmental a cubetti

Preparare l'impasto. In una terrina mescolare la farina con il sale, unire il latte e mescolare. Unire poi l'acqua e procedere con l'impasto. Quando avrete ottenuto una palla, anche se non bene omogenea unite l'olio. Impastate ancora il tutto fino a renderlo ben liscio. Tagliate a fette sottili in prosciutto cotto, dividete a metà ogni fetta e arrotolate un cubetto di emmental in ogni metà. Tirate la pasta con la macchinetta apposita, disponete in fila i rotolini di prosciutto a distanza di due dita circa uno dall'altro. Ripiegate la parte superiore della pasta sopra il ripieno, schiacciate delicatamente per far fuoriuscire l'aria e tagliate con la rotella dentellata, così si sigilleranno per bene. Portate a temperatura l'olio in una padella profonda. Friggete 4-5 pezzi alla volta rigirandoli su entrambi i lati. Scolate su carta assorbente e servite.
Io ho abbinato a questo piatto il Nero di Lambrusco della Cantina Ceci. Ho optato per riportare pari pari la tradizione emiliana e celebrare così l'unione di due elementi tipici della nostra gastronomia, il vino Lambrusco e il gnocco fritto.

sabato 8 marzo 2014

LA PIADAPIZZA DI LORIANA

LA PIADAPIZZA DI LORIANA

Buongiorno! Si sa che il sabato chiama pizza, dunque oggi voglio parlarvi di un prodotto che io trovo molto particolare di Piadina Loriana. Si tratta di una piada da farcire come se fosse una pizza! E' un'idea veloce per una cena diversa dal solito, molto gustosa e originale. Con questa base potete sfogare la fantasia e creare la vostra personale versione di piadapizza.
Ecco come ho preparato le mie:


Ecco la mia piadapizza al prosciutto di Praga
Sistemare la piadapizza su un piatto, spalmare in superficie la passata di pomodoro condita con olio, sale e origano. Mettere ben distribuite le fette di prosciutto di praga e le fette di mozzarella. Passare nel forno a microonde per 2 minuti a media potenza e servire.


la mia piadapizza con salsiccia
Sistemare la piadapizza su un piatto, spalmare la passata di pomodoro condita come la precedente. Distribuire su tutta la superficie la mozzarella e la salsiccia precedentemente cotta in un padellino senza olio. Passare nel microonde per 2 minuti a media potenza e servire.


la mia piadapizza con mozzarella e speck
Sistemare la piadapizza su un piatto e spalmare la passata di pomodoro condita su tutta la superficie. Distribuire sopra la mozzarella e passarla al microonde per 2 minuti a media potenza. Sistemare ora sulla piadapizza le fettine di speck e servire.


giovedì 6 marzo 2014

FOCACCIA RIPIENA CON FETTINA INALPI EMMENTAL E PROSCIUTTO COTTO

FOCACCIA RIPIENA CON FETTINA INALPI EMMENTAL E PROSCIUTTO COTTO


Buongiorno! Eccoci finalmente con la rubrica sulla pasta madre. Oggi voglio proporvi una focaccia realizzata con farina macinata a pietra. 

per la focaccia
50-60gr lievito madre rinfrescato la sera prima
250gr farina macinata a pietra
50gr acqua
88gr latte
1 cucchiaino di sale
10gr olio evo

per farcire:
prosciutto cotto
fettine Inalpi Emmental

Nella tazza del robot mettere la pasta madre spezzettata con l'acqua e metà del latte, sciogliere il lievito nell'acqua mescolando, unire la farina e continuare ad impastare nel robot. Appena si inizia ad amalgamare unire il sale e il latte restante. Quando l'impasto è già ben amalgamato toglierlo da robot, disporlo in una ciotola e unire l'olio. Impastare a mano per 5-10 minuti e metterlo a lievitare fino a raddoppiamento nel forno spento. Riprendere l'impasto, stenderne metà nella teglia e metà su un foglio di carta forno. Lasciare lievitare ancora per 4-5 ore. Farcire la focaccia stesa nella teglia con prosciutto cotto e le fettine Inalpi emmental, ricoprire con la pasta stesa sul foglio di carta forno e sigillare i bordi. Spennellare la superficie con un'emulsione preparata con metà olio e metà acqua. Cuocere a 220° per 20 minuti circa. Prima di sfornare controllare che sia ben cotta perchè dipende molto dal forno.

Nel prossimo appuntamento con questa rubrica parleremo di come curare la nostra pasta madre quando perde la sua energia.







mercoledì 5 marzo 2014

RISOTTO AI GAMBERI CON CURRY

RISOTTO AI GAMBERI CON CURRY




Buon pomeriggio! Il sole finalmente è tornato ma fa ancora freddino quindi voglio approfittarne per proporvi questo piatto cremoso e dal colore brillante per riscaldare un po' queste fredde giornate.
Dopo il successo del risotto pollo e curry ho pensato di prepararne una versione con i gamberi e mantecarlo con la robiola per dare una nota più fresca.

per 2 persone:
180gr riso
200gr gamberetti
1l brodo vegetale
1 cucchiaino di curry Tec-al
1 robiolina
1/2 cipolla

Tritare la cipolla e metterla in una pentola a rosolare con poco olio, unire il riso e tostarlo. Iniziare a bagnarlo con il brodo vegetale caldo, iniziare la cottura. Dopo 5-6 minuti unire i gamberetti e il curry. Portare il riso a cottura, spegnere il fuoco e unire la robiola, mantecare velocemente e servire.
Secondo me ci sta benissimo una spolverata di prezzemolo alla fine, ma purtroppo io non ne avevo in casa e sto aspettando che le mie piantine nascano.

Ultimamente ho trascurato un po' la rubrica della pasta madre, ma domani arriverà una nuova ricettina per utilizzarla!

martedì 4 marzo 2014

TORTA MIMOSA ALL'ANANAS

TORTA MIMOSA ALL'ANANAS


Buon pomeriggio! Oggi è l'ultimo giorno di carnevale, ma mancano anche davvero pochi giorni all'8 marzo e allora voglio già iniziare con la torta mimosa all'ananas. 
Premettiamo che deve essere una festa di ricordo, è infatti nata per ricordare una tragedia, e dunque non è giusto trasformarla in una festa solo commerciale. Io credo che sia una giorno un po' più "speciale" in cui magari i nostri omini potrebbero sollevarci un po' dalle solite incombenze e sono certa che per molte già questo sarebbe un super regalo. 

per il pan di spagna:
6 uova
250gr zucchero
300gr farina
6 cucchiai di acqua bollente
1 bustina di lievito

per la farcitura:
1 dose di crema pasticcera
250ml panna da montare
500gr ananas sciroppato

per la bagna:
150ml acqua
3 cucchiai di zucchero
2 gocce di aroma vaniglia FlavourArt

Preparare il pan di spagna: In una terrina mettere i 6 tuorli con i 6 cucchiai di acqua bollente, mescolare bene e unire lo zucchero, sbattere il tutto con le fruste fino ad ottenere un composto molto spumoso. Montare gli albumi a neve. Unire la farina a pioggia mescolata con il lievito cercando di non smontare il composto. Infine unire gli albumi montati. Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato (meglio se a cerniera) e infornare a 180° per 30 minuti. 
Preparate la crema pasticcera come indicato qui. Tagliate il pan di spagna in orizzontale, svuotate l'interno per creare un contenitore e tenete da parte la mollica. 
Preparare la bagna sciogliendo lo zucchero nell'acqua e unendo a fuoco spento l'aroma di vaniglia.
Montare la panna e unirla alla crema ormai fredda mescolando dal basso verso l'alto. Unire anche l'ananas sciroppato a pezzetti alla crema. Spalmare la crema sul primo strato della torta, coprire con l'altra parte e spalmare con la crema restante la torta all'esterno. Coprire la superficie del dolce con il pan di spagna rimosso dall'interno per creare l'effetto mimosa. Conservare il frigo fino al momento di servire.


lunedì 3 marzo 2014

PENNE ROSSE NEL BOSCO

PENNE ROSSE NEL BOSCO


Buon pomeriggio! Oggi vi lascio una ricetta velocissima da preparare, una di quelle per quando torni all'ultimo minuto e la truppa è già in salone pronta a mangiare, anzi super affamata!
So che il titolo fa pensare ad una cosa strana ma ciò deriva dal fatto che è una boscaiola ma con il pomodoro e quindi non sapevo bene come chiamarla.

per 2 persone
200gr penne rigate
50-60gr pisellini surgelati
1 scatoletta di funghi
100gr speck a cubetti
1/2 bicchiere di passata di pomodoro


Cuocere la pasta, nel frattempo rosolare in una padella lo speck, sbollentare i pisellini per 10 minuti circa e unirli allo speck, unire anche i funghi e la passata di pomodoro con un cucchiaio di acqua della pasta. Cuocere il tutto a fuoco basso per il tempo di cottura della pasta. Scolare la pasta e unirla al sugo, saltare e servire con parmigiano a piacere.

domenica 2 marzo 2014

CANEDERLI TIROLESI

CANEDERLI TIROLESI


Buongiorno! Nel mio viaggio ad Innsbruck oltre ad una bella quantità di speck abbiamo preso anche un libro di cucina austriaca, o meglio me l'ha regalato il mio uomino per avere una scusa per farsi cucinare quei piatti come esperimenti!
Ecco dunque il primo esperimento tratto da quel libro, li ho preparati approfittando del calo netto delle temperature visto che sono ottimi per riscaldarsi un po'.
(sarò brava ad inventare scuse?!)

per 6-8 canederli

150gr pane (io ho usato quello bianco)
1/2 cipolla
100gr burro (io ho ridotto a 60gr)
75gr speck
125ml latte
1 uovo
2 cucchiai di farina
sale
pepe
prezzemolo tritato
brodo di carne o vegetale

Tagliare il pane a cubetti, tritare la cipolla finemente. Farla appassire in poco burro e unirla al pane. Tagliare a dadini lo speck, sbattere le uova con il latte, fondere il burro e amalgamare il tutto al composto. Aggiungere il prezzemolo tritato finemente, il sale, il pepe e la farina, mescolare bene tutti gli ingredienti e lasciar riposare 15 minuti. Formare con le mani bagnate dei canederli, adagiarli nel brodo bollente e cuocerli facendoli sobbollire per 15 minuti circa. Servire con il brodo di cottura.

sabato 1 marzo 2014

RAVIOLI AL CIOCCOLATO

RAVIOLI AL CIOCCOLATO


Buon pomeriggio! Ecco la mia ultima ricetta per il carnevale di quest'anno.
Si tratta di golosissimi ravioli preparati con l'impasto delle chiacchiere al forno  e farciti con crema alla nocciola spalmabile.

150gr farina 00
1 uovo
30gr burro
30gr zucchero
1 bustina di vanillina
1 cucchiaio di rum

per farcire:
crema spalmabile alla nocciola

In una ciotola impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una composto morbido e modellabile. Lasciare riposare per qualche minuto. Stendere con il mattarello delle sfoglie di pasta alte pochi mm e fare dei mucchietti di crema alla nocciola distanziati 3 dita l'uno dall'altro. Piegare la parte restante della sfoglia sopra il ripieno, schiacciare delicatamente per fa fuoriuscire l'aria e tagliare con la rotella zigrinata. Disporre su una placca coperta di carta forno e cuocere a 180° per 10-12 minuti circa. Devono diventare dorati in superficie. Lasciar intiepidire e spolverare di zucchero a velo.

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...