sabato 31 agosto 2013

TAGLIATELLE GAMBERI E ZUCCHINE

TAGLIATELLE GAMBERI E ZUCCHINE


Buongiorno! Oggi vi propongo un altro modo per impiegare le zucchine. Come credo di avervi già detto poichè i nonni hanno l'orto me ne arrivano a casa in quantità e quindi ogni idea è buona per impiegarle. A me piacciono davvero molto e in estate ne mangio davvero in quantità industriale.

200gr tagliatelle
2 zucchine
olio
80gr gamberi
1 bustina di zafferano
1/2 dose di besciamella

Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata. Tagliare le zucchine a rondelle e rosolarle in padella con un po’ di olio. Aggiungere poi un paio di mestoli di acqua di cottura della pasta e lasciare assorbire. Quando le zucchine sono quasi cotte aggiungere i gamberi( vanno bene anche surgelati) e la bustina di zafferano sciolta in un po’ di acqua. Salate e pepate. A parte preparare una besciamella con la ricetta che trovate qui. Quando la besciamella sarà pronta aggiungerla al sugo che diventerà così cremoso. Cuocere 2 minuti a fuoco molto basso e coperto. Saltare la pasta nel sugo e servire subito.

venerdì 30 agosto 2013

GHIACCIOLI AL LIMONE E PREMIO BLOG 100% AFFIDABILE

GHIACCIOLI AL LIMONE E PREMIO BLOG 100% AFFIDABILE
Buongiorno! Credo che ormai abbiate capito, sto combattendo contro questo freschetto che inizia ad arrivare per proporvi le ultime ricettine estive che ho in archivio.
Oggi vi presento i miei ghiaccioli al limone. Il gusto l'ha scelto Chiara, infatti sono stati tra le sue merende preferite dell'estate. Appena messi in freezer ogni 10 minuti doveva controllare se erano pronti!
per 4 ghiaccioli:
150gr succo di limone Polenghi
100gr acqua
50gr zucchero
Ho iniziato preparando lo sciroppo. Ho messo sul fuoco il pentolino con l'acqua, ho unito lo zucchero e ho mescolato fino a completo scioglimento. Ho aspettato quindi che lo sciroppo si raffreddasse e poi ho unito il succo di limone.
Se spremete voi il limone utilizzate un colino per eliminare i semi.
Ho poi versato il liquido nei contenitori per ghiaccioli e li ho messi nel freezer. Aspettate che si siano completamente solidificati prima di sformarli.
Se non avete gli stampini potete usare dei bicchieri di plastica o i vasetti dello yogurt.
Ora vorrei ringraziare Enrica del blog Vado...in cucina e Cecilia del blog Frizzi e pasticci per avermi assegnato il premio di blog 100% affidabile.

Per ottenere questo premio bisogna rispettare 5 semplici regole:
Come si distingue un Blog Affidabile? Per alcuni semplici ma importanti regole:
1) E' aggiornato regolarmente


2) Mostra la passione autentica del blogger per l'argomento di cui scrive

3) Favorisce la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori

4) Offre contenuti ed informazioni utili e originali

5) Non è infarcito di troppa pubblicità

ora spetta a me l'arduo compito di premiare 5 blog meritevoli
Pamela del blog Sweet hugs
Paola del blog Non solo delizie
Edvige del blog Memento solonico
Maria Teresa del blog Fili e fornelli
Seleny Luna del blog Cose dell'altro fimo

giovedì 29 agosto 2013

CONCHIGLIE MEDITERRANEE

CONCHIGLIE MEDITERRANEE
 
 
Buongiorno! Ecco un altro piatto dal sapore estivo, postata forse un po' in ritardo ma io preferisco ancora i sapori freschi in queste giornate medio calde.
Vi ricordo anche la nuova iniziativa del blog che trovate qui, vi aspetto numerosi!
 
200gr conchiglie
10-12 pomodori secchi
10-12 olive verdi
1 mozzarella
 
Cuocere in abbondante acqua salata le conchiglie. A parte tagliare a pezzettini i pomodori secchi, le olive e la mozzarella. Versare il tutto in una terrina e mescolare bene con la pasta tiepida. Aggiungere un filo di olio e una grattata di pepe e servire.
 

mercoledì 28 agosto 2013

CONOSCIAMOCI CON...LA MIA FAMIGLIA AI FORNELLI (2° EDIZIONE)

CONOSCIAMOCI CON...LA MIA FAMIGLIA AI FORNELLI (2° EDIZIONE)

Buongiorno! Come promesso Settembre (o quasi) significa nuove iniziative e quindi quale modo migliore per ricominciare se non conoscendo un po' di nuovi amici e ritrovare quelli vecchi?!
Visto la grande partecipazione alla 1° edizione ho pensato di proporre di nuovo questo post di conoscenza, spero che anche voi abbiate fatto tante nuove amicizie e che abbiate voglia di riprovare, io ho conosciuto tantissimi blog meravigliosi che ho ovviamente iniziato a seguire a mia volta e che leggo con piacere ogni giorno.

Passiamo dunque ad alcune piccole regole per partecipare (sono sempre le stesse!):
  • Diventare follower di La mia famiglia ai fornelli se non lo siete già
  • Lasciare il link alla vostra pagina nei commenti a questo post, io poi provvederò ad aggiornare man mano la lista dei partecipanti
  • Visitare almeno 2 blog che partecipano all'iniziativa, lasciare un commento e se volete diventare follower
  • Condividere sul vostro blog l'iniziativa parlandone in un post, più l'iniziativa sarà conosciuta più nuovi amici potremo conoscere!
  • Inserire questo banner nel vostro blog o sostituire quello vecchio con questo se avete già partecipato
pronti?! Via!!!!!

martedì 27 agosto 2013

RISOTTO AL MELONE

RISOTTO AL MELONE
 
 
Buongiorno! Oggi vi propongo un piatto originale, o almeno per me così è stato. Quando ho visto la ricetta sul numero di Luglio-Agosto di Premiaty mi è subito venuta voglia di provarlo, aveva un colore magnifico e l'abbinamento mi sembrava proprio insolito. Dopo parecchie settimane finalmente ieri siamo riusciti a prepararlo. Mi è piaciuto molto, ma il sapore ovviamente è particolare, vi consiglio di provarlo approfittando degli ultimi meloni di stagione!
 
200gr riso
1 melone piccolo
4 fette di pancetta tesa
1l brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco
1 mozzarella di bufala (200gr circa)
sale
pepe
 
Pulite il melone eliminando la parte interna con i semi, tagliate a pezzetti e mettetelo in una padella con qualche cucchiaio di acqua fino ad ottenere una cremina. A parte tostate il riso, sfumate con il vino bianco e una volta evaporato unite la crema di melone. Portate a cottura (14-15 minuti) aggiungendo del brodo vegetale quando necessario. Tagliate a pezzetti la mozzarella e tenete da parte. Rosolate in padella la pancetta tagliata a pezzi non troppo piccoli. Aggiustate di sale e pepe il risotto. Spegnete il fuoco e mantecate con la mozzarella fino a renderla filante. Servite con sopra la pancetta croccante.
 

lunedì 26 agosto 2013

COUS COUS ALLE VERDURE CON GAMBERI E CURRY

COUS COUS ALLE VERDURE CON GAMBERI E CURRY
 
 
Buongiorno! Dopo la pioggia di sabato il caldo soffocante inizia a dare respiro, ma continua la voglia di piatti freschi e veloci. Nell'attesa di rimettere all'opera il mio adorato forno, ho lasciato andare in vacanza anche lui o meglio mi hanno costretto a mandarlo in vacanza, vi propongo questo cous cous reso particolare dall'uso del curry.
 
250gr cous cous Molino Chiavazza
100gr gamberetti
1 peperone giallo
10 pomodorini
2 zucchine
2 cucchiaini di curry Tec-Al
 
Lavate le verdure, tagliate a striscioline il peperone e mettetelo in una padella con un filo di olio. Tagliate a cubetti la zucchina e unite anche questa. Lasciate cuocere per alcuni minuti e unite i pomodorini tagliati a metà. Sfumate con il curry sciolto in poca acqua e unite i gamberetti. Cuocete ancora pochi minuti e tenete da parte. Preparate il cous cous come descritto sulla confezione e lo unite al sugo preparato precedentemente. Mescolate per alcuni secondi e servite.
 

domenica 25 agosto 2013

CREMA "ZABAIONE" CON FRUTTI DI BOSCO

CREMA "ZABAIONE" CON FRUTTI DI BOSCO
 
 
Buongiorno! Oggi vi propongo un dolce al cucchiaio veloce e gustoso, perfetto per il pranzo della domenica. Qualche settimana fa, un sabato, ci siamo rifugiati in montagna per sfuggire al caldo opprimente che c'era in città e facendo due passi nel bosco abbiamo trovato un po' di fragoline di bosco e abbiamo deciso di utilizzarle per un dolce.
 
2 uova
500ml latte
3 cucchiai di zucchero
1 bicchierino di liquore
limone Polenghi
fragoline di bosco o lamponi
 
In un pentolino sbattere le uova con lo zucchero, unire il latte e il liquore. Cuocere a fuoco basso, sempre mescolando con la frusta, fino a che non bolle. Mettere a macerare i frutti di bosco con un cucchiaino di zucchero e il succo di limone. Versare la crema nelle coppette e lasciar raffreddare. Scolare i frutti di bosco e disporli sopra la crema per decorare. Riporre in frigo fino al momento di consumarle.
 

sabato 24 agosto 2013

INSALATA DI PASTA ALLA GRECA

INSALATA DI PASTA ALLA GRECA
 
 
Buongiorno! Oggi vi propongo un piattino fresco e dal sapore decisamente mediterraneo.
L'ho preparato domenica a pranzo sfruttando le poche cose che avevo in casa. Infatti dopo una giornata passata a fare la conserva, sabato sera abbiamo finito alle 9 e fare la spesa era l'ultimo dei nostri pensieri. Approfittando della feta che avevo nel frigo ho composto un piattino dal sapore deciso e decisamente goloso!
 
per 2 persone
200gr penne integrali
3 pomodori maturi
100gr feta
10-15 olive
 
Cuocere la pasta. Nel frattempo tagliare la feta a cubetti, tagliare a pezzetti anche i pomodori e le olive. Mescolare il tutto in una terrina. Scolare la pasta, lasciarla raffreddare e unirla poi al condimento. Ci starebbe davvero benissimo a che una spolverata di origano ma io purtroppo non l'avevo.
 
 

venerdì 23 agosto 2013

TORTA FRAGOLE E LIMONE

TORTA FRAGOLE E LIMONE
 
 
Buongiorno! Eh sì anche oggi si tratta di dolce, questa volta però non è una mia creazione ma di Simona, una ragazza della pagina Facebook che talvolta mi passa qualche sua ricettina da condividere. Questa torta è davvero molto invitante per cui vi lascio subito alla ricetta
 
per l'impasto:
4 uova
150gr zucchero
1 bustina di vanillina
1 fialetta di aroma limone
1 pizzico di sale
100gr farina 00
100gr frumina
1/2 bustina di lievito
100gr burro sciolto
per farcire e decorare:
20gr zucchero
200ml acqua
75ml limoncello
2 dosi di crema pasticcera
2 limoni
100gr panna montata
500gr fragole
120gr cioccolato bianco tritato
 Sbattere i tuorli con 4 cucchiai di acqua bollente e aggiungere 100gr di zucchero e la vanillina, sbattendo fino ad ottenere una massa cremosa. Aggiungere l'aroma e il sale. Montate le chiare a neve e sempre sbattendo unire lo zucchero rimasto. Unire gli albumi ai tuorli e setacciarvi sopra la farina mescolata con la frumina e per ultimo il lievito. Incorporare delicatamente il tutto unendo a piccole dosi il burro tiepido. Mettere l'impasto in uno stampo a cerniera imburrato e infarinato e cuocere per 40- 45 minuti nella parte inferiore del forno preriscaldato a 175°. Sciogliere in un pentolino 20gr di zucchero con 200ml di acqua e aggiungere 25ml di limoncello. Preparare la crema pasticcera con la ricetta QUI usando 450gr latte e 50gr di limoncello e la scorza grattugiata di un limone. Tagliate la torta raffreddata in 3 strati, bagnare il primo strato con 1/3 della bagna, distribuitevi metà della crema, 150gr di fragole a pezzetti e 50gr di cioccolato bianco. Procedete allo stesso modo per il secondo strato. Ricomponete la torta e bagnatela in superficie. Montate la panna ricoprite il dolce, tenendone da parte un po' per la decorazione. Con una tasca da pasticcere formate dei ciuffetti di panna e completate con le fragole, il cioccolato e qualche fettina di limone.

giovedì 22 agosto 2013

CHEESECAKE ALLO YOGURT

CHEESECAKE ALLO YOGURT
 
 
Buon pomeriggio! Oggi vi propongo un'altra torta fresca e adatta per questo periodo. In più seguendo alcuni accorgimenti diventa anche abbastanza light. Io l'ho decorata con dei cioccolatini, ma potete completarla anche con frutta fresca o zuccherini.
 
Per la base:
180gr biscotti oro saiwa
80gr burro
 Per la crema:
100gr zucchero
250gr philadelphia
125gr yogurt
 
Procedimento
Per preparare la cheesecake iniziate predisponendo il fondo: mettete i biscotti nel mixer, quindi sminuzzateli finemente.
Ponete il burro a sciogliere in un pentolino; nel frattempo mettete i biscotti sminuzzati in una ciotola e aggiungete a poco a poco il burro sciolto amalgamando per bene il tutto.
Imburrate una tortiera, meglio se a cerchio apribile, del diametro di 22 cm; ritagliate un disco di carta forno dello stesso diametro del fondo della tortiera e due strisce della stessa altezza dei bordi, quindi foderate la tortiera stessa.
Versate i biscotti sbriciolati nella tortiera ricoperta di carta forno e con l'aiuto di un cucchiaio compattate bene la base di biscotto.
Fate raffreddare il composto in frigorifero per mezz’ora o in freezer per una decina di minuti.
Ora dedicatevi al ripieno: ponete il Philadelphia in una ciotola, aggiungete lo zucchero e iniziate a montare con le fruste.
Unite lo yogurt e continuate a mescolare con le fruste fino ad ottenere un composto omogeneo.
A questo punto la crema è pronta, versatela sulla base di biscotto, ormai fredda e compatta, e riponete in frigorifero la vostra cheesecake per almeno 5 ore per farla rassodare. Decorate a piacere.
 
Per rendere la torta più light potete utilizzare dello yogurt magro.

mercoledì 21 agosto 2013

RANA PESCATRICE AL LIMONE

RANA PESCATRICE AL LIMONE
 
 
Buon pomeriggio! Oggi vi propongo questo piatto che ho mangiato per la prima volta 2 anni fa ad Arco del Garda. Vicino al nostro hotel c'era un ristorantino, non molto grande, ma comodo e in cui si mangiava bene; una volta la cameriera ci ha proposto questo come piatto del giorno proprio questo e presi dalla curiosità l'abbiamo assaggiato. Era veramente una meraviglia! Tornata a casa ho cercato una ricettina per replicare questa bontà ma non ne ho trovata nessuna così mi sono un po' inventata il procedimento. Ed ecco il risultato.
 
4-5 filetti di rana pescatrice (io ho usato quella congelata)
farina
sale
pepe
burro
 
Ho scongelato i filetti e li ho asciugati con un foglio di carta assorbente. Ho rimosso i residui di pelle con un coltellino ben affilato. In un piatto ho mescolato un paio di cucchiai di farina con un pizzico di sale e poco pepe bianco. Ho passato i filetti nella farina e nel frattempo ho messo una noce di burro a sciogliere in una padella ampia. Ho poi fatto rosolare i filetti nel burro e quando sono risultati un po' dorati ho sfumato con abbondante succo di limone. Ho coperto e lasciato cuocere per altri 5-6 minuti.
 
Se volete potete eliminare l'osso centrale prima di cuocere il pesce, io ho provato in entrambi i modi e trovo che si tolga più comodamente una volta cotto. Il tocco in più a questo piatto viene dato dalla qualità del limone e io ho trovato un valido alleato nel succo di limone Polenghi. Il fatto che sia 100% succo di limone si capisce innanzitutto dal profumo e poi dal colore, ho fatto la prova bicchiere! :-)
 

lunedì 19 agosto 2013

POMODORI RIPIENI DI SALSICCIA

POMODORI RIPIENI DI SALSICCIA
 
 
Buon pomeriggio! Una delle verdure must dell'estate è il pomodoro e quando nell'orto ce ne sono in quantità bisogna inventarsi qualcosa per renderli diversi. Ecco dunque la storia di questa ricetta, nata dall'unione dei pomodori dell'orto e di qualche salsiccia superstite da una grigliata.
 
5 pomodori abbastanza grandi
150gr salsiccia
pangrattato
3 uova
prezzemolo
basilico
olio
parmigiano
sale
pepe
 
Lavare i pomodori. Tagliarli a metà e svuotarli lasciando qualche cm di polpa all'interno. Salate e mettete in un piatto capovolti a scolare per 1 oretta. In una terrina capiente mescolare la salsiccia sgranata con le uova, il prezzemolo e il basilico tritato, 2 manciate di parmigiano. Condire con sale e pepe. Mescolare bene e aggiungere il pane necessario ad ottenere una consistenza compatta ma non troppo. Riempire i pomodori. Adagiarli in una teglia unta di olio e cospargere anche la superficie con un filo di olio. Mettere in forno per una ventina di minuti a 180°-200°.

sabato 17 agosto 2013

MACCHERONI CON PESTO DI FAGIOLINI

MACCHERONI CON PESTO DI FAGIOLINI
MACCHERONI WITH  GREEN BEANS PESTO SAUCE
 
 
Buongiorno! Oggi vi mostro una ricetta che ho creato con i fagiolini dell'orto del nonno. Siccome mangiarli sempre lessi mi stanca un po' e di lasciarli andare a male proprio non se ne parla mi sono inventata qualcosa di diverso per proporli.
 
200gr maccheroni
1 patata
100gr di fagiolini
50gr ricotta
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
sale
pepe
 
Per prima cosa fate bollire la patata e i fagiolini lavati e spuntati. Li scolate e li lasciate intiepidire. Mettete a cuocere la pasta e nel frattempo mettete i fagiolini, la patata sbucciata, la ricotta, il parmigiano e un filo di olio nel mixer e tritate il tutto fino ad ottenere una bella cremina. Se necessario unite qualche cucchiaio di acqua della pasta. Aggiustate di sale e pepe. Scolate la pasta e la mescolate a freddo alla pasta, aiutandovi sempre con dell'acqua di cottura se necessario.


200gr pasta maccheroni
1 potato
100gr green beans
50gr ricotta
1 spoon parmesan cheese
salt
pepper
Boil the potato and the green beans. Drain the vegetables and wait some minutes. Cook the pasta. Peel the potato and put it on a mixer with the green beans, the ricotta, the parmesan cheese and a little bit of oil.  Whip all for obtain a sauce. If it is necessary add also a little bit of the pasta's water. Check of salt and pepper. Drain the pasta and mix with the sauce.

mercoledì 14 agosto 2013

SFOGLIATA ALLE OLIVE E ZUCCHINE

SFOGLIATA ALLE OLIVE E ZUCCHINE
 

Buon pomeriggio! Ferragosto è ormai alle porte e quindi ho pensato di proporvi una torta salata che potrete portare con voi nelle gite fuori porta o al mare. L'ispirazione di questa ricetta viene dal numero di Luglio di Cucina Moderna. Io ho effettuato alcune modifiche ed ecco la ricettina
 
1 confezione di pasta sfoglia
100gr olive 
1 cucchiaio di brandy
500gr zucchine
1 robiolina
2 rametti di timo
sale
 
Tritare nel mixer le olive snocciolate, il timo e il brandy. Spuntare le zucchine, lavarle e grattugiarle con una grattugia a fori grossi. Scaldare 3 cucchiai di olio, unire le zucchine e una presa di sale e cuocete a fiamma viva per 4-5 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare. In una ciotola stemperate la robiola con un cucchiaio di latte. Stendete la pasta con la sua carta in una teglia di 22 cm di diametro, bucherellate il fondo, spalmatelo con il composto di olive, poi distribuitevi quello di zucchine e in fine la robiola sciolta. Cuocete in forno già caldo a 200° per 35 minuti. Potete servire la torta sia tiepida che fredda.
 

martedì 13 agosto 2013

CHEESECAKE AI 3 CIOCCOLATI

CHEESECAKE AI 3 CIOCCOLATI
 
 
Buon pomeriggio! Oggi vi propongo una torta, anche se chiamarla solo torta non è proprio esatto, è una delizia super cioccolatosa. Ho preparato questa meraviglia per il compleanno del papà, giovedì, ed ha riscosso un successo strepitoso e non potevo non consigliarla anche a voi!
La cosa meravigliosa di questo dolce è che non necessita di cottura, ma è necessaria tanta pazienza per aspettare che ogni strato si solidifichi prima di procedere con quello successivo. Io non ho usato la gelatina e ho preferito preparare la torta il giorno prima e mantenerla a riposare in frigo per tutta la notte, ma voi se avete tempi più stretti potete optare per la prima soluzione.
 
 
Ecco dunque tutto ciò che vi serve per creare questa magia:
 

 

250 g di biscotti al cioccolato (io ho usato i Pandistelle)
125 g di burro fuso
120 g di zucchero 
500 g di mascarpone 
200 g di philadelphia
500 ml di panna (io ho usato quella vegetale) 
150 g di cioccolato fondente 
150 g di cioccolato al latte 
150 g di cioccolato bianco 


Tritate i biscotti in un mixer. Metteteli in una ciotola e aggiungete il burro fuso. Versate i biscotti nella tortiera e livellate pressando un pochino con il dorso di un cucchiaio. Mettete in frigo. Tritate i tre tipi di cioccolato e metteteli in tre ciotole diverse. Fate bollire la panna e dividetela in parti uguali nei tre contenitori. Mescolate fino a far fondere il cioccolato. In un’altra ciotola lavorate mascarpone e zucchero con le fruste. Aggiungete il philadelphia. Dividete il composto aggiungendolo alle tre ciotole del cioccolato. Mescolate per bene per scogliere gli eventuali grumi. Mettete nella tortiera il primo strato al cioccolato bianco e livellate bene la superficie. Mettete in freezer per 1 oretta circa. Aggiungete l’impasto al cioccolato al latte e mettete sempre in freezer per 1 ora, anche questo deve rassodare per bene. Aggiungete infine la parte al cioccolato fondente. Mettete la cheesecake al triplo cioccolato in frigo per almeno 5 ore (io l'ho lasciato tutta la notte) prima di sformare.
 
 
 
 
 
 
 
 
Essendo un'occasione speciale abbiamo festeggiato con un bicchiere di Otellon'ice bianco delle cantine Ceci
 
Voglio spendere anche un secondo a parlare di questo spumante Extra dry. Ho servito lo spumante freddo ovviamente, il gusto è deciso ma a mio avviso accompagna benissimo questo dolce.
 
Con questa ricetta partecipo al contest di I biscotti della zia
 
 
 

lunedì 12 agosto 2013

PASTA CON CREMA DI PEPERONI ROSSI E STRACCHINO

PASTA CON CREMA DI PEPERONI ROSSI E STRACCHINO
PASTA WITH PEPPER CREAM AND STRACCHINO
 
 
Buona sera! Oggi voglio raccontarvi la storia un peperone rosso, anzi mezzo peperone rosso, rimasto solo e abbandonato nel cassetto delle verdure. Nessuno si ricordava di lui ed era sempre solo, quando all'improvviso venne in suo aiuto un lampo di genio e 3 cucchiai di stracchino.
Sembra un po' la storia dei biscotti del mulino bianco, magari ma mandano a casa Banderas o forse solo la gallina! :-/
Ecco comunque il risultato ottenuto da un accrocchio di "avanzi" di frigo. A me capita spesso che rimangano pezzetti di cose varie che non sono sufficienti per tutti ma sono davvero troppo per una persona sola così inizia la magia e in qualche minuto si trasformano.
 
1/2 peperone rosso
1 salsiccia
3 cucchiai di stracchino
200gr pasta
sale
timo
 
Cuocere il peperone al vapore o bollirlo. Spellarlo e tagliarlo a striscioline. Metterlo ancora tiepido nel bicchiere del mixer. Spezzettare la salsiccia e rosolarla in una padella abbastanza capiente. Frullare i peperoni con un pizzico di sale e mettere da parte. Eliminare il grasso dalla padella della salsiccia e unite il timo. Mescolare la crema di peperone con lo stracchino e se necessario unire un goccino di latte. Cuocere la pasta. Saltarla con la salsiccia e unire la crema di peperone. 

 
                

1/2 red pepper
1 sausage
3 spoon of stracchino
200gr pasta
salt
thyme
Steam the pepper. Remove the peel and slice it. Put it on a mixer and beat with a little bit of salt. Add now the 3 spoon of stracchino. In a pan fry the sausage. Add now the thyme. Cook the pasta in boiling water.  Drip the pasta and put it on a pan with the sausage, add also the pepper cream and mix all. Serve.

venerdì 9 agosto 2013

PIZZETTE DI MELANZANE

PIZZETTE DI MELANZANE
 

 
Buon pomeriggio! Oggi vi propongo un'idea per un antipasto veloce. Sono davvero semplicissime e veloci da preparare ma sono buonissime!!
 
1 melanzana
1 pomodorino per ogni fetta di melanzana
scamorza
olio
sale
 
Iniziate tagliando a fette abbastanza sottili la melanzana. Grigliatela con l'apposita bistecchiera. Disponete tutte le fette su un piatto da portata. A parte tagliate in 4 i pomodorini e conditeli con poco olio e sale. Distribuite i pomodorini sulle fette di melanzana grigliata e completate con 1 o 2 fettine sottili di scamorza su ogni pizzetta. Mettete qualche minuto nel forno o nel forno a microonde perché si fonda il formaggio e servite!
A piacere potete spolverare anche con un pochino di origano.
 

martedì 6 agosto 2013

RISTORANTE AI 9 TAROCCHI, DEGNA CONCLUSIONE DI UNA BELLISSIMA SERATA A CORINALDO

RISTORANTE AI 9 TAROCCHI, DEGNA CONCLUSIONE DI UNA BELLISSIMA SERATA A CORINALDO
 
Oggi voglio iniziare a parlarvi un po' delle mie vacanze. Desidero partire quasi dalla fine e cioè dalla bellissima serata che io e Michele abbiamo trascorso a Corinaldo.
Corinaldo è un bellissimo borgo situato sulle colline vicino a Senigallia. E' annoverato da diversi anni tra i borghi più belli d'Italia. E' inoltre territorio di vigne, vengono infatti coltivate qui le uve per il Verdicchio e per la Lacrima.
Ecco alcuni scorci del paese:


 
e il castello
 
 
Dopo la visita al paese siamo andati alla ricerca di un posticino carino dove mangiare e ci siamo per caso imbattuti nel ristorante Ai 9 tarocchi.
Già il luogo e la storia scritta sul menù ci hanno incuriositi. Ve la riporto perciò qui sotto direttamente dal loro sito:
" Era la rimessa dei carretti municipali per la spazzatura e risaliva, decennio più decennio meno, al rinascimento!
Poi negli anni sessanta del secolo scorso ebbe la ventura di imbattersi in un manipolo di ragazzetti, che si misero alacri a ripulirla/scrostarla/restaurarla… insomma, a renderla presentabile (e io non stavo lì solo per dirigere il traffico…).
La suggestiva struttura che ne scaturì sopravvisse, chissà come, a innumerevoli gestioni.
Ai nove Tarocchi.
Questo era il nome e ci fu chi legittimamente ipotizzava che il decimo tarocco fosse nient’altro che… “il madone guasto”!
Molte belle serate e molte notti trascorsero i fortunati amici in quegli anni, sotto le fronde odorose dei tigli e intorno alla panchina del viale, che sprofondava un poco alla volta sotto il carico delle risa (e delle panzane) ascoltate suo malgrado!
Ora si fa avanti Cristiano: siano a lui propizi i fati, acché si mostri all’altezza della storica memoria."
 
Ora passiamo però alla parte culinaria del racconto!
Abbiamo iniziato con un tortino di carciofi con scaglie di pecorino e salsina verde. Era buono e delicato ma il must della serata è stato il "Tagliere ai 9 tarocchi" in cui abbiamo avuto la possibilità di assaggiare diversi tipi di salumi e formaggi della zona, il tutto accompagnato da verdure cucinate in vari modi e focaccia appena sfornata. I prodotti venivano tutti dalle zone limitrofe.
Una cosa a nostro parere molto carina, oltre alla valorizzazione dei prodotti della zona, è stato l'arrivo al tavolo, indistintamente per tutti i clienti, di 2 liquori della casa a fine pasto: il limoncino e un liquore/crema alla banana. Questi liquori erano offerti dalla casa e portati automaticamente ad ogni tavolo. Ovviamente anch'essi erano di un produttore a pochi chilometri dal paese. Noi abbiamo assaggiato solo il liquore alla banana ma devo dire che era davvero ottimo.
  Il locale merita una visita per la particolare location, per l'ottimo cibo nonché per la cortesia dei camerieri che hanno soddisfatto molto volentieri le nostre curiosità e ci hanno consigliato riguardo alla scelta dei piatti.
Siamo rimasti molto soddisfatti da questa serata e torneremo molto volentieri in questo locale.
Quindi se passate da quelle parti fermatevi perché ne vale davvero la pena!
Ah per chi se lo stesse chiedendo il rapporto qualità prezzo ci è sembrato buonissimo.


Ed ecco la sottoscritta pronta per la serata




 
 

venerdì 2 agosto 2013

NUOVA COLLABORAZIONE: CANTINE CECI

NUOVA COLLABORAZIONE: CANTINE CECI
 

 
Buon pomeriggio! Eccomi finalmente a parlarvi della nuova collaborazione a cui ho accennato alcuni post fa. Si tratta di una cantina, la cantina Ceci, situata nella zona di Parma, precisamente a Torrile. Vi riporto la storia della nascita di questa cantina così come è descritta sul loro sito:
"Era il 1938 quando Otello Ceci, famoso oste della nebbiosa bassa parmense si accorse che nella sua piccola trattoria oltre a degustare ottimi culatelli e salami, la gente “impazziva” per lo scurissimo lambrusco servito nelle scodelle. Anno dopo anno, quel meraviglioso rito della pigiatura ad ottobre è divenuto il “mestiere” suo e dei suoi figli, tanto che i quasi 400 migliori viticultori della zona facevano a gara per vendergli il meglio del loro raccolto. Negli anni ’90 entrano le nuove forze, gli attuali nipoti e pronipoti, e da lì nascono prodotti che nessuno aveva mai immaginato di realizzare, diventando in poco tempo una delle cantine di riferimento nel lambrusco di altissima qualità. In quegli anni infatti è nato il Lambrusco “Terre Verdiane” divenuto di fatto uno dei lambruschi più diffusi e apprezzati nella ristorazione italiana. Nel 2003, dopo anni di sperimentazioni in vigna, nasce “Otello Oro NerodiLambrusco”… una scommessa, perché un lambrusco davvero “estremo” di colore scurissimo, con profumo intenso di viola e di fragola, con una struttura morbida ma decisamente importante, in poco tempo prende la scena di tutti i mercati nazionali ed internazionali delle Guide dei Vini più importanti e della maggior parte degli opinion-leader. La profonda ricerca nell’innovazione pone la Cantina Ceci ai vertici della qualità e del packaging nel grandioso panorama enologico italiano."
Come viene sottolineato e come potete ben notare nella foto il packaging è davvero ricercato e particolare. Confesso infatti che appena aperto il pacco sono rimasta molto colpita da queste bellissime bottiglie, tutte diverse e tutte particolari per forma e colore.
Andiamo però ora a vedere nel dettaglio i vini che ho ricevuto come campionatura:
 
 
Ringrazio di cuore la Cantina Ceci per questa ricca campionatura, vi invito a visitare il sito www.lambrusco.it/ per maggiori informazioni e vi do appuntamento a presto per le mie ricettine accompagnate da questi ottimi vini.
Come al solito vi dirò le mie impressioni mano a mano che presenterò singolarmente i vari vini.
 
 
 

giovedì 1 agosto 2013

FILETTO AI FUNGHI

FILETTO AI FUNGHI
 
 
Buon pomeriggio! Mi trovo a rimandare ancora di qualche giorno il racconto delle mie vacanze perché non sono ancora riuscita a scaricare le foto.  :-/
Oggi invece voglio presentarvi questa buonissima ricettina.
 
per 2 persone:
4 fette di filetto di manzo
1 scatola di funghi
1 cucchiaio di panna
una noce di burro
 
Rosolare in padella in filetto con una noce di burro fino a raggiungere la cottura desiderata. Togliere i filetti e metterli da parte in caldo. Scolare i funghi e metterli in padella con il sughino della carne e un cucchiaio di panna da cucina. Scaldare il tutto per qualche minuto. Rimettere i filetti in padella e salsarli. Servirli subito.
 

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...