lunedì 6 maggio 2013

TIGELLE (prima versione)


TIGELLE (prima versione)

Buon lunedì! Oggi vi lascio una ricetta che mi è stata richiesta sulla pagina facebook. E' una ricetta tipica della mia zona. Il nome varia da zona a zona, a Reggio Emilia e provincia viene chiamata tigella mentre a Modena e provincia viene chiamata crescentina.
La preparazione è semplice, serve però l'apposita piastra, chiamata appunto tigelliera per cuocerle.

Mi piacerebbe proporvi un passo passo con le foto di questa ricetta ma per il momento non ho tutte le foto quindi aggiornerò il post.

500gr farina 00 Molino Chiavazza
½ panetto di lievito di birra
50gr olio
10gr sale
Acqua frizzante q.b.

In un robot da cucina mettere la farina, l’olio, il lievito sciolto in poca acqua tiepida e iniziare ad amalgamare. Unire ora il sale e l’acqua fino a che l’impasto non raggiunge la giusta consistenza ( serviranno circa 200ml di acqua). Spolverare una terrina di farina e disporvi l’impasto. Lavorarlo per qualche minuto con le mani e poi lasciarlo lievitare per circa 3 ore. Trascorso il tempo, il volume deve essere raddoppiato, stendere la pasta con un mattarello a circa ½ cm. Con un bicchiere ricavare dei dischi e disporli su un vassoio di cartone coperto con carta forno e spolverato di farina. Non disponetele troppo vicine perché lievitando ancora potrebbero attaccarsi tra loro. Lasciare lievitare un altro paio d’ore. Al momento di servirle accendere la tigelliera (l’apposita piastra) e quando è ben calda disporre le tigelle direttamente sulla piastra maneggiandole il meno possibile. Mano a mano che vengono cotte portarle al tavolo in un cestino coperto con uno strofinaccio.



3 commenti:

  1. Sono buonissime soprattutto accompagnate a salumi,le conosco molto bene, sono stata a Imola x 6 lunghissimi mesi e spesso era la mia cena.
    Ciao Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagino che mangiate ogni giorno possano stancare un po', come qualsiasi altra cosa del resto! però io le adoro e ogni tanto rinuncio alla cena comoda seduta al tavolo per stare in cucina a prepararle!

      Elimina
  2. Da brava reggiana confermo che le tigelle sono iper buone!! Con un po' di lardo e parmigiano poi... gnam!
    Buona serata
    Bisu

    RispondiElimina

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...