giovedì 23 marzo 2017

CUBA

CUBA 




Rieccomi qui! 
Dopo 10 giorni, 21 ore complessive di aereo, sole, mar dei caraibi, bruciature abbronzate, un ciclone tropicale, 32 ore senza dormire per il ritorno e 17 di sonno profondo appena tornata a casa.
Sommersa di panni da lavare e appuntamenti da organizzare ma con ancora negli occhi una spiaggia di un bianco abbagliante e un mare cristallino e sotto il naso il profumo dolce della crema solare mista alla salsedine.
Insomma una vacanza in una sorta di paradiso, con spiagge da sogno, un mare stupendo e albe mozzafiato.


Questo angolo di paradiso si chiama Cayo Guillermo, è uno dei cayos che contornano l'isola di cuba. Più precisamente è un cayo che fa parte dell'arcipelago di Jardines del rey sulla costa a nord est di Cuba. Proprio qui si trova una delle spiagge più belle, playa Pilar. 


Abbiamo visto per la prima volta pellicani e colibrì. 


E preso il sole sulle casette che ci fanno pensare alla polinesia francese


Ma una foodblogger che si rispetti deve anche assaggiare un po' di cucina locale...
e quindi ecco l'aragosta grigliata con riso e verdure che abbiamo assaggiato in un rancon tipico proprio sulla spiaggia.










mercoledì 15 marzo 2017

SPAGHETTI ALLA CARBONARA

SPAGHETTI ALLA CARBONARA


Oggi Idea Menù sarà dedicato alla festa del papà. Quattro portate per festeggiarlo!
Io dovevo preparare il primo e ho optato per il suo cavallo di battaglia.
Tanto per capirci Chiara ha detto alla mamma che invece di prepararli lei se papà non c'è è meglio mangiare altro!!
Quindi io voglio festeggiarlo con la sua ricetta della carbonara

per 4 persone

400gr spaghetti
100gr pancetta affumicata
5 uova fresche
100gr parmigiano grattugiato
sale
pepe

In un pentolino fate saltare la pancetta in modo che perda un po' di grasso. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata per 2-3 minuti in meno rispetto a quanto scritto sulla confezione. A parte in una scodella sbattete le uova con il pepe e il parmigiano. Preparate sul fornello spento una padella fredda. Scolate la pasta direttamente nella padella e tenete da parte un po' di acqua di cottura. Unite ora alla pasta la pancetta e la crema di uovo. Accendete il fornello a massima potenza e saltate la pasta per qualche istante in modo che l'uovo non sia più crudo. Se necessario, per evitare che la pasta si asciughi troppo, unite un po' dell'acqua di cottura tenuta da parte prima. Servite i vostri spaghetti ben caldi.

Ecco il resto del menù:

da Carla l'antipasto: girandola al prosciutto
da Consuelo il dolce: biscottini al limone da inzuppo



giovedì 9 marzo 2017

GNOCCHI DI RADICCHIO E RICOTTA

GNOCCHI DI RADICCHIO E RICOTTA


Anche questo giovedì vi propongo un bel piatto di gnocchi! Dopo quelli alle carote della scorsa settimana oggi ve li propongo con ricotta e radicchio. Il condimento è semplice e veloce...speck a striscette e i pomodorini messi in conserva al naturale la scorsa estate. Il tutto passato in padella al volo e il pranzo è pronto!

per 2 persone

2 cespi di radicchio rosso 
(i miei erano piccoli)
200gr ricotta fresca
1 uovo
100gr farina (io integrale)
sale
pepe

per condire
80gr speck a striscette
6-7 pomodorini

Mondate il radicchio, tritatelo grossolanamente e passatelo in padella con pochissima acqua per qualche istante. Tritatelo nel mixer in modo da ridurlo in piccoli pezzetti e mettetelo in una terrina. Aggiungete la ricotta e iniziate a lavorare. Unite anche l'uovo e aggiustate di sale e pepe. Lavorate aggiungendo man mano la farina che serve fino ad ottenere la giusta consistenza. Formate gli gnocchi. In una padella antiaderente preparate il condimento facendo saltare i pomodorini tagliati a metà con le striscette di speck. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata. Scolateli e saltateli per qualche istante nel condimento prima di impiattare.



mercoledì 8 marzo 2017

RISOTTO MIMOSA

RISOTTO MIMOSA


Oggi è la festa della donna e come spesso negli ultimi tempi arrivo molto all'ultimo con un'idea semplice e veloce. Il passaggio più lungo della ricetta è sbucciare i piselli freschi che dopo andranno sbollentati per una decina di minuti.

per 2 persone

100gr piselli freschi già bolliti
1/2 bicchiere di vino bianco
160gr riso
brodo vegetale 
2 tuorli sodi
1 noce di burro
sale
pepe

Frullate i piselli con sale e pepe e qualche cucchiaio di brodo per ottenere una crema. Tostate il riso in una padella ampia e sfumate con il vino. Aggiungete la purea di piselli e qualche mestolo di brodo. Portate a cottura il riso mescolando di tanto in tanto e aggiungendo brodo caldo al bisogno. Mantecate il riso con il burro a fuoco spento. Schiacciate i tuorli sodi. Impiattate il risotto e completate con i tuorli per ricreare la mimosa.

martedì 7 marzo 2017

TORTELLONI CON RICOTTA E RADICCHIO ROSSO

TORTELLONI CON RICOTTA E RADICCHIO ROSSO


Oggi vi propongo un piatto che maschererà questo martedì in domenica, perchè anche durante la settimana una coccola gustosa ci sta bene!
In questi giorni nella mia cucina si stanno alternando gli ultimi frutti della stagione invernale e i primi della primavera in arrivo. Con sorpresa ieri ho trovato i primi piselli freschi della stagione, ma oggi concentriamo sulla penultima ricetta con il radicchio rosso tardivo.
Ovviamente in insalata ha il suo perchè ma l'idea di cambiargli forma ogni volta mi stuzzica e quindi oggi è diventato il ripieno morbido e cremoso per dei tortelloni con farina integrale macinata a pietra e ricotta del caseificio vicino casa...Che si può volere di più?!

per 2 persone

100gr farina integrale macinata a pietra
1 uovo 
1 cucchiaino di olio e.v.o.
sale

per il ripieno
1 radicchio rosso tardivo
100g ricotta vaccina fresca
sale
pepe

per condire
una noce di burro
2 cucchiai di ripieno
qualche foglia di radicchio rosso

Disponete la farina a fontana. Al centro mettete un pizzico di sale, l'olio e l'uovo. Iniziate a lavorare la pasta raccogliendo la farina dal centro della fontana fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se dovesse risultare troppo asciutto bagnatevi leggermente le mani con dell'acqua in modo da dare più umidità alla pasta. Create un panetto, coprite con la pellicola e mettete in frigo per 30 minuti. Nel frattempo tagliate il radicchio finemente dopo averlo lavato e mondato. Raccoglietelo in una padella e fatelo appassire per pochi istanti. Lasciate raffreddare. In una terrina lavorate la ricotta, unite il radicchio e aggiustate di sale e pepe. Stendete la pasta, ricavate dei grossi quadrati e mettete al centro una noce di ripieno. Richiudete a triangolo e date poi la forma del tortellone. Cuocete per un paio di minuti i tortellini in abbondante acqua salata. Scolate e lucidateli in padella con il burro. Impiattate i tortelloni e completate con qualche cucchiaino di ripieno qua e là e foglie di radicchio fresco.


sabato 4 marzo 2017

PANCETTA BRASATA ALLA GIAPPONESE

PANCETTA BRASATA ALLA GIAPPONESE


Vi capita mai di fermarvi e fare il punto della situazione? Di pensare come un sì o un no abbiamo cambiato completamente la vostra vita e di come sarebbe ora se la risposta fosse stata un'altra?
Non fraintendetemi, io al momento sono molto felice di ciò che ho, di come sono diventata crescendo... certo mi piacerebbe limare e sistemare certi angolini ma chi non lo vorrebbe?!
Ormai 7 anni fa un sì ad un messaggio per uscire in gelateria ha cambiato completamente la mia vita, mi ha reso ciò che sono, mi ha aperto alcune porte e me ne ha chiuse altre, ma in questo momento sono felice di quelle che ho aperto e non rimpiango quelle chiuse. 
Tutto ciò è condensato in questa ciotolina di riso. Sì perchè 7 anni fa la cucina etnica era assolutamente fuori dai miei pensieri, alcuni ingredienti sconosciuti, l'idea di un blog lontana anni luce e il desiderio di lavorare nel web nemmeno lontanamente nella mia testa. 
E' con questo spirito che vi regalo la nostra ultima creazione in tema di cucina etnica. 
Un concentrato di sapore inimmaginabile. 

per 2 persone

4 fette di pancetta tesa spesse
3 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaini di zucchero di canna
2 cucchiai di vino bianco (o sake)
riso

Tagliate a tocchetti di un paio cm le fette di pancetta. Scaldate una padella antiaderente e fate rosolare la pancetta. Unite poi lo zucchero e fatelo caramellare insieme al grasso della pancetta. Mettete la pentola sul fuoco piccolo a fiamma bassa e unite il vino, la salsa di soia e mezzo bicchiere di acqua. Lasciate cuocere con un coperchio appena sollevato per mezz'oretta circa in modo che l'acqua evapori. Nel frattempo fate bollire il riso. Preparate le vostre ciotole mettendo sulla base il riso bollito e completando con la pancetta caramellata insieme al suo sughetto. 
Volendo potete completare il piatto con un uovo sodo e qualche verdura a vapore.

venerdì 3 marzo 2017

POLPETTONE DI TONNO E PATATE

POLPETTONE DI TONNO E PATATE


Eccoci, anche se con qualche giorno di ritardo, con la nuova uscita di Idea Menù.
E' un'uscita di transizione poichè abbiamo salutato Manuela nello scorso menù e oggi diamo il benvenuto a Simona. 
Il tema di questo menù è la quaresima. Ci siamo impegnate per offrirvi un menù di magro adatto a questo periodo che ci conduce alla pasqua.
Qui da me trovate un secondo, semplice e aggiungerei anche economico, che viene spesso apprezzato dai bambini perchè nasconde un po' il pesce.

250gr patate
240gr tonno sott'olio
1 uovo
pane grattugiato
sale
pepe

per completare
lattughino

Lessate le patate per 30 minuti dall'ebollizione. Scolatele, sbucciatele e schiacciatele con uno schiaccia patate. Raccogliete la purea in una terrina. Sgocciolate il tonno dall'olio, sminuzzatelo con una forchetta e unitelo alla purea di patate insieme all'uovo. Condite con sale e pepe e lavorate il composto con un cucchiaio. Aggiungete uno o due cucchiai di pane gruttugiato per ottenere la giusta consistenza. Disponete su un tagliere un foglio di carta forno, versate al centro l'impasto di tonno e patate e con l'aiuto della carta formate un polpettone. Chiudete ben stretta la carta intorno al polpettone e legate le estremità della carta con dello spago da cucina. Lasciate raffreddare e ponete in frigo per un paio d'ore.  Disponete il vostro polpettone in una teglia da forno, eliminate lo spago, aprite il cartoccio e irroratelo con un filo di olio. Richiudete il cartoccio e cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti. Aprite il cartoccio e lasciate dorare la superficie per altri 5-10 minuti prima di sfornarlo. Servite il vostro polpettone di tonno e patate tiepido con un contorno di insalata a piacere.

Ecco il resto del menù:

da Carla il dolce: pane dolce all'uvetta



AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...