Privacy Policy Cookie Policy

mercoledì 14 novembre 2018

Pumpkin Pie

Pumpkin Pie


Oggi Idea Menù vi propone 5 portate per la festa del Ringraziamento. 
Qui da me trovate il dolce. La Pumpkin pie è il dolce per eccellenza del giorno del Ringraziamento negli Stati Uniti mentre qui in Italia viene preparato solitamente per Halloween.
Devo dire che questo dolce mi ha stupito e l'ho trovato davvero molto gustoso. 

per uno stampo da 22cm

per la base
150gr farina tipo 1
1 uovo
50gr di zucchero
50gr burro
1 cucchiaino di lievito

per la farcia

3 uova
110gr zucchero
120gr panna fresca
400gr zucca già cotta a vapore
1 cucchiaino di cannella
un pizzico di sale

Iniziate preparando la base. In una terrina versate la farina, lo zucchero, il lievito, l'uovo e il burro a pezzettini. Lavorate delicatamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete nella pellicola e mettete a riposare in frigo per almeno 30 minuti. Stendete la pasta e foderate uno stampo da crostata da 22cm precedentemente imburrato e infarinato. Bucherellate la pasta con una forchetta e rimettete in frigo. Passate ora a preparare il ripieno. In una terrina mescolate le uova con la cannella, lo zucchero e il sale. Aggiungete la panna e purea di zucca. Mescolate fino a rendere omogenea la crema e versatela sulla base. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti. Abbassate poi il forno a 170° e cuocete per altri 40-50 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare. Completate con qualche ciuffetto di panna montata e servite.

Ecco il resto del menù:

da Carla l'antipasto: caesar dip with crudités
da Laura il primo:
da Paola il secondo:
da Sabrina la 5° portata: contorno viola per il Thanksgiving Day





lunedì 12 novembre 2018

Zucca ripiena di formaggio

Zucca ripiena di formaggio


Ogni stagione ha il suo tormentone e quello di questo autunno è assolutamente la zucca ripiena di formaggio! E' una di quelle ricette zero-sbatti che adoro in questo periodo. La cosa più difficile è aspettare che la zucca cuocia...

1 zucca delica
formaggio 
(io ho usato brie, parmigiano e stracchino)

Lavate accuratamente la buccia della zucca. Tagliate la parte superiore e svuotate la zucca dai semi. Tagliate a pezzetti il formaggio e stratificatelo all'interno della zucca. Coprite con il coperchio che avete tagliato prima. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 1 ora circa (controllatela di tanto in tanto). Quando con una forchetta si riesce a forarla agevolmente è pronta. Spegnete il forno e fatela riposare dentro ancora per 30 minuti (se riuscite ad aspettare! 😂). Tagliate le fette e servite.



sabato 3 novembre 2018

Spiedini di gamberi

Spiedini di gamberi


Gli spiedini di gamberi sono un piatto di pesce che adoro. 
La scorsa settimana ho trovato in pescheria dei gamberi meravigliosi e quindi ho deciso di prepararli per cena. 
Questi spiedini sono facili e veloci e se prendete gamberi già sgusciati ci vuole davvero pochissimo.

4-6 gamberi a persona
prezzemolo
pane grattugiato
sale
pepe
olio e.v.o.

Sgusciate i gamberi lasciando la coda. 
Tamponateli un po' con carta assorbente e infilateli due a due negli spiedini. 
Preparate la panatura tritando insieme pane grattugiato, prezzemolo, sale e pepe. 
Versate la panatura ottenuta in un piatto piano e impanate tutti gli spiedini.
Disponeteli su una teglia rivestita con carta forno e conditeli con un filo di olio.
Cuocete per 8-10 minuti in forno preriscaldato a 180° in modalità statica.
Sfornate e servite.

giovedì 1 novembre 2018

Mystery basket settembre e ottobre...il vincitore!

Mystery basket settembre e ottobre...il vincitore!


Anche la tappa di Settembre e Ottobre del Mystery Basket ospitato da Elena di Zibaldone Culinario è terminato e quindi eccoci pronte ad annunciare il vincitore!

Sono arrivate diverse ricette molto interessanti e due hanno combattuto veramente fino in fondo per aggiudicarsi la vittoria. Alla fine abbiamo deciso di premiare gusto ma anche estetica e quindi ha vinto...
di Carla Emilia di Un'arbanella di basilico

Vi aspettiamo dunque sul suo blog per aprire insieme il nuovo cestino!

mercoledì 31 ottobre 2018

Al pin

Al pin


Nuovo appuntamento con Idea Menù e nuovo tema. Oggi vogliamo proporvi un menù per il 2 novembre. Qui da me non è una ricorrenza molto ricordata...viene ritenuta buona norma recarsi al cimitero per visitare i cari che non ci sono più, ma io preferisco andarci il altre giornate, quando non c'è folla...
Trovare una portata tipica per questo menù è stato difficile e dopo aver scomodato nonne, zie e libri vari ho preparato una ricetta che a casa nostra si mangia spesso ma che non ho trovato codificata da nessuna parte. "Al pin", letteralmente "il ripieno", è un piatto che in origine era povero, diciamo di riciclo. Nasceva infatti per potersi permettere di "mangiare carne" un giorno in più dopo aver fatto il brodo. Preparare il brodo e quindi avere il lesso da servire a tavola era un lusso e la resdora conservava un pezzetto della carne per preparare questo piatto il giorno dopo e dare sapore ad ingredienti semplici. Nel tempo si è evoluto e io vi propongo la versione che preparano la mia nonna e la mia mamma. 

3 pugni di pane grattugiato
3 pugni di parmigiano grattugiato
1 uovo
1 spicchio di aglio
qualche foglia di prezzemolo
50gr pancetta
sale
pepe
brodo di carne

Tritate finemente nel mixer la pancetta con il prezzemolo e l'aglio. In una terrina mescolate il pane grattugiato, il formaggio, una presa di sale e una grattata di pepe con il mix che avete tritato. Aggiungete l'uovo e mescolate con un cucchiaio. Unite poi qualche cucchiaio di brodo, il necessario per amalgamare bene gli ingredienti e formare un polpettone. Arrotolate il ripieno in un foglio di carta stagnola, bucherellate con uno stuzzicadenti e fate cuocere per 35-40 minuti immerso nel brodo bollente. Ripescate il vostro ripieno, eliminate la carta stagnola e tagliatelo a fette prima di servire.

Ecco il resto del menù:

da Laura l'antipasto:
da Sabrina il dolce: fave dei morti
da Carla la 5° portata: ballotte con crema di prescinseua 



domenica 28 ottobre 2018

Gnocco fritto

Gnocco fritto


Una ricetta di casa mia, uno sfizio a cui di tanto in tanto non riesco a rinunciare e una certezza...quello del nonno era imbattibile, il mio ci si avvicina parecchio ma non è lo stesso.
Questa è una delle ricette che mi ha insegnato lui, uno dei miei piatti del cuore e adesso lo è ancora di più...
Per la ricorrenza dei defunti non andrò al cimitero, non mi piace, sembra sia obbligatorio ricordarsi dei cari che non ci sono più solo in quel giorno, che si debba portare i fiori solo perchè è scritto sul calendario. Io ci vado quando ho un po' di tempo indipendentemente dal giorno e dall'ora. E poi diciamo la verità, quando una persona ti è cara è nei tuoi pensieri sempre e non solo nei cinque minuti in cui sei lì.



300gr farina
100gr latte
75gr acqua frizzante
10g olio e.v.o.
un cucchiaino raso di sale
olio di oliva per friggere

In una terrina mescolare la farina con il sale. Unire poi il latte e iniziare ad impastare.
Aggiungere anche l'acqua e lavorate ancora. Unite per ultimo l'olio e lavorate energicamente fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Prendete un pezzo di impasto e stendetelo con la macchinetta per la pasta fresca. Tagliate dei pezzi irregolari con una rotella dentellata. Friggete pochi pezzi per volta in abbondante olio di oliva. 
Il gnocco fritto è delizioso da sola ma ancora di più accompagnato da formaggi e salumi! 😉









giovedì 25 ottobre 2018

Crostini con salsa al radicchio

Crostini con salsa al radicchio


Oggi vi propongo una ricetta che sa di casa, dei pomeriggi trascorsi con il mio nonnino e che mi ha fatto ricordare ancora una volta quanto mi manchi. La salsa al radicchio era uno dei suoi cavalli di battaglia e al ristorante andava sempre a ruba. Non è troppo laborioso da preparare ma dovete avere pazienza e farlo riposare qualche ora prima di servirlo.

1/2 radicchio rosso
1/2 radicchio variegato
1 cuore di finocchio
10 pomodorini ciliegino
succo di limone
sale
pepe
olio
origano
1 baguette
maionese


Lavate e tritate grossolanamente i due tipi di radicchio. Mondate e tritate anche il finocchio. Tagliate i pomodorini a pezzi piccolissimi. Raccogliete tutte le verdure in una terrina e condite con una spruzzata di limone, sale, pepe e origano. Se volete dare quel tocco in più aggiungete anche i ciuffetti del finocchio tritati finemente.
Mettete la salsa a riposare in frigo coperta con pellicola. 
Al momento di servire tagliate a fette la baguette e tostatela su una griglia ben calda.
Distribuite su ogni crostino un ciuffo di maionese e un cucchiaio di salsa. Servite subito accompagnato da un buon bicchiere di vino.

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...